Olimpiadi

Vedi Tutte
Olimpiadi

Rio2016: Pallanuoto Donne. Setterosa supera l'Australia 8-7

Rio2016: Pallanuoto Donne. Setterosa supera l'Australia 8-7

Sabato la terza ed ultima partita del girone A contro la Russia

 

giovedì 11 agosto 2016 15:38


RIO DE JANEIRO (BRASILE) (ITALPRESS) - Il Setterosa batte l'Australia nella seconda giornata del torneo olimpico femminile e mette l'ipoteca sul primo posto del girone. E' subito aggressiva, va avanti 3-0 dopo 5'47" e concede pochissimo alle avversarie che ripartono con difficolta'. Alterna la difesa a zona pura con quella a zona M e in porta c'e' Gorlero quasi insuperabile; ci sono almeno due gol fortunosi e uno dubbio tra i sette dell'Australia. Tutti strameritati i gol dell'Italia; tripletta di Garibotti e gol partita di Bianconi a 49 secondi dalla fine in piu'. E sabato 13 agosto alle 15.20 c'e' la Russia nella terza ed ultima partita del girone A. Sorridente il commissario tecnico Fabio Conti. "In questa partita ci sono tutti i pregi di queste incredibili ragazze. L'Australia e' la squadra piu' fisica del torneo, candidata a cose importanti, e noi l'abbiamo battuta con intelligenza tattica. Mi sono piaciute tutte: brava Giulia Gorlero aiutata da una difesa splendida e brave a contenere le loro ripartenze. Hanno giocato con l'intensita' che servia in fase di inferiroita' e una maggiore lucidita' in fase di superirota' numerica ripsetto alla partita precedente con il Brasile. Questo e' lo spirito giusto con il quale affrontare il torneo. Dobbiamo restare tranquilli. Abbiamo fatto soltanto un passetto in piu'. Ci aspettano ancora tante finali. Archivaimo questa vittoria e concentriamoci sulla partita di sabato con la Russia". Sorridente anche Giulia Gorlero, decisiva la sua parata 11 secondi dalla fine sulla conlcusione di Lincoln-Smith. "Diciamo che andata bene, un po avevo intuito che avrebbe tirato li. Abbiamo dimostrato di essere squadra molto aggressiva, soprattutto con queste squadre fisiche, ma non abbiamo ancora fatto nulla. Adesso dobbiamo azzerare tutto e pensare alla Russia".
(ITALPRESS).

Articoli correlati