AISM

Vedi Tutte
AISM

Che festa con “12 ore Nuotando con Amore”

Che festa con “12 ore Nuotando con Amore”

L'evento solidale ideato da Luciano Vitri con l'ASD Nautilus Sporting Center e la Sezione di Roma dell'AISM racconta ancora una volta l'importanza dello sport e dello spirito di squadra nelle persone con sclerosi multipla

Sullo stesso argomento

 

lunedì 23 aprile 2018 12:46

Che il mondo dello sport abbia sposato la nobile causa dell’AISM è una certezza. E che lo sport faccia bene a tutti, in particolare a chi è affetto da SM, ne è un’altra. E proprio da queste due certezze che oggi nascono sempre di più eventi sportivi legati ad AISM come ad esempio “12 ore Nuotando con Amore”. Si tratta di una gara di nuoto endurance – nata da un’idea di Luciano Vitri, instancabile promotore d’imprese natatorie - in cui tutti i partecipanti concorrono a un obiettivo ancora più grande della vittoria della propria squadra: la solidarietà. La gara è una pura dimostrazione del fatto che lo sport e lo spirito di squadra possono incoraggiare le persone con sclerosi multipla ad affrontare con grinta e vivere appieno la propria vita.    

L’evento si svolge ad anni alterni (l’ultima edizione c’è stata nel 2017 e la prossima è in programma nel 2019) ed è organizzata grazie al sostegno dell’ASD Nautilus Sporting Center e al lavoro della Sezione di Roma dell’AISM. Ai nastri di partenza si presentano squadre composte compone di un minimo di 15 fino a un massimo di 30 elementi che si alternano in una staffetta a cambi illimitati. A vincere sarà la squadra che nell’arco delle 12 ore avrà percorso la distanza maggiore. Un evento del genere ha trovato la grande partecipazione anche di molti campioni del nuoto italiano. Nelle ultime edizioni, la Madrina d’eccezione è stata Alessia Filippi, ma l’appoggio è arrivato, principalmente via web, anche da Massimiliano Rosolino, Luca Dotto e Mirco Di Tora. All’esterno della vasca non mancano mai gli stand del Gruppo Giovani AISM Roma che sono impegnati alla sensibilizzazione dei i partecipanti. Ovviamente tutto il ricavato dell’iniziativa è interamente devoluto alla Sezione di Roma dell’Associazione che a sua volta impiegherà i fondi per supportare i giovani con SM a praticare nuoto non agonistico, uno sport capace di far bene al fisico e non solo. Quest’anno, come anticipato, non si terrà la “12 ore Nuotando con Amore”, ma la sezione AIMS Roma, principalmente con il Gruppo Giovani, è molto attiva con tante altre iniziative tra cui quella del prossimo 6 maggio, #SMuoviti…mettici il cuore!

Vai su WWW.SMUOVITI.AISM.IT

Articoli correlati

Commenti