I giovani protagonisti nelle associazioni
AISM
0

I giovani protagonisti nelle associazioni

Si è conclusa pochi giorni fa a Roma fa la MSIF World Conference, la conferenza mondiale delle persone con sclerosi multipla

Giovani, ricerca e accesso alle terapie. Ecco i temi centrali trattati durante MSIF World Conference, la conferenza mondiale delle persone con sclerosi multipla e delle loro associazioni, tenutasi a Roma a fine ottobre.

I giovani, soprattutto, hanno avuto un ruolo davvero importante e molto si è parlato del loro impegno all'interno dei vari enti. «Condividendo le storie di ciascuno capiamo di non essere soli. Siamo privilegiati a essere qui. Altri ragazzi che stanno attraversando tempi duri nei loro paesi, che magari hanno appena scoperto di avere la sclerosi multipla devono sapere che noi ci siamo e che quando saranno pronti noi saremo qui». Ecco le parole di Federica Balzani, membro e rappresentante per AISM della Piattaforma Europa per la sclerosi multipla (European Multiple Scleoris Platform) a riprova di quanto i giovani siano pronti a essere protagonisti nella lotta alla SM, perché il futuro sono proprio loro. Workshop, incontri, conferenze: ogni momento è stato utile per il confronto tra le nuove generazione e tutto ciò che le circonda, tra ricerca, innovazione e programmi.

L'evento è stato organizzato dai AISM in occasione dei suoi 50 anni e un altro grande tema è stato la ricerca. Un annuncio accolto con grande entusiasmo e soddisfazione riguarda l'arrivo di nuovi fondi da destinare proprio alla lotta alle forme progressive di malattia, con l'impegno a garantire entro il 2025 53 milioni di euro per la Progressive MS Alliance, l'Alleanza per la sclerosi multipla progressiva, iniziativa globale guidata e finanziata dalle principali Associazioni SM che coinvolge i migliori ricercatori del mondo. «La conferenza è stata l'occasione per trovare nuove strade per andare avanti, per accogliere inviti provenienti da diversi paesi, per condividere materiali e progetti: questa condivisione è fondamentale, perché quando diciamo che insieme siamo più forti della SM significa che insieme dobbiamo continuare a lavorare», ha dichiarato il presidente FISM Mario Alberto Battaglia, le cui parole rappresentano un messaggio forte che esprime l'unico modo per andare oltre la malattia. 

Vai su WWW.SMUOVITI.AISM.IT 

Vedi tutte le news di AISM

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti