Sport & Style

Vedi Tutte
Sport & Style

Matrimoni felici, uno studio spiega come nascono

Matrimoni felici, uno studio spiega come nascono

La ricerca del dott. Marco Adragna dell'Università di Oxford ha individuato delle correlazioni tra il modo in cui una coppia si è formata e la sua soddisfazione attuale

Sullo stesso argomento

 

venerdì 12 febbraio 2016 15:19

ROMA - Centoventi donne hanno raccontato l'incontro col marito. Una donna su cinque lo ha conosciuto su internet e si dichiara molto soddisfatta. Sei matrimoni su cento sono nati da una serata in discoteca. Quasi la metà delle coppie si è incontrata di giorno e non è stata presentata da amici comuni. Infine, le coppie meno felici dello studio si sono conosciute tramite i parenti. Lo studio ha individuato delle correlazioni tra il modo in cui una coppia si è formata e la sua soddisfazione attuale. Durante il primo incontro, le future sposine felici hanno subito apprezzato la capacità di ascoltare o la gentilezza maschile. Anche le donne che sono rimaste colpite dalla sicurezza o dalla bellezza oggi sono abbastanza soddisfatte. D'altra parte, una donna su cinque ha sposato un uomo in cui all'inizio non trovava niente di interessante e con cui adesso non è molto felice. Dallo studio sono emerse due modalità di incontro che portano a una coppia felice: una istintiva che porta a bruciare le tappe e una riflessiva in cui la coppia dedica più tempo a conoscersi. Le vie di mezzo non sempre hanno pagato: ad esempio, aspettare un anno prima di sposarsi o più di tre anni va bene, ma le coppie che hanno aspettato circa due anni oggi sono le meno felici.

LO STUDIO - L'autore dello studio: il dott. Marco Adragna dell'Università di Oxford I dati sono stati raccolti ed esaminati da Marco Adragna: laureato all'università di Oxford, specializzato in counselling analitico-transazionale, master in executive coaching, accreditato come coach professionista all'International Coach Federation. Adragna è un life coach specializzato nel miglioramento delle relazioni personali e professionali. Nel 2014 il dipartimento Education dell’Università di Oxford lo ha nominato Country Champion per l'Italia. Lo studio ha individuato delle correlazioni tra il modo in cui una coppia si è formata e la sua felicità a pochi mesi mesi dal matrimonio. La raccolta dati è stata fatta attraverso questionari anonimi e disponibili solo alle donne che facevano parte del campione.

LE SPOSE - Le partecipanti sono donne residenti in tutta italia e di età varia che si sono sposate negli ultimi sei mesi. Un'infografica riassuntiva dello studio è stata pubblicata oggi sul portale Eloquentis. Le coppie che si dichiarano più felici si sono conosciute su Internet (21,4%). Il 6% dei matrimoni è iniziato con una serata in una discoteca o in una sala da ballo. La maggior parte delle coppie felici (42,7%) è nata da un incontro diurno e non è stata presentata da amici comuni: questi futuri sposini si sono conosciuti in situazioni quotidiane come negozi, uffici e palestre. Il peggior modo per incontrarsi sono i parenti (7%). Anche le coppie che si sono conosciute a scuola (6,8%) o tramite amici (16,2%) non sono molto soddisfatte.

SITI E APPLICATIVI PER IL DATING - La maggior parte dei primi incontri sul web è avvenuta su Facebook (8,4%). Gli incontri su questo social sono avvenuti prevalentemente attraverso la partecipazione a gruppi relativi a un interesse specifico. Nessuno dei siti di dating più famosi è risultato prevalente. Tra i siti più citati troviamo Badoo (5,8%) e Lovoo (1,7%). Seguono poi tutti gli altri siti e applicativi

IL PRIMO INCONTRO - Le spose più felici sono rimaste subito colpite dalla capacità di ascoltare (5%) o dalla gentilezza (9,2%) del futuro marito. Si dichiarano soddisfatte anche le donne che hanno subito apprezzato la sicurezza (34%), la bellezza (15%), l'umorismo (7%) o la professione (3,4%) del proprio uomo. D'altra parte, una donna su cinque ha sposato un uomo in cui all'inizio non trovava niente di interessante e con cui adesso non è molto felice. Le spose più felici hanno deciso di rivedere il futuro marito da 8 a 15 minuti dopo averlo incontrato (5,7%). Sono soddisfatte del rapporto anche le donne che hanno deciso immediatamente (26%). Il 46% delle intervistate ha deciso di rivedere il futuro marito dopo averci passato più di tre ore insieme e oggi non è particolarmente felice: in altre parole, ci sono voluti diversi incontri causati da circostanze esterne (es. ragioni di lavoro) prima che la donna decidesse volontariamente che lo voleva rivedere. D'altra parte, non è sempre preferibile decidere rapidamente: le donne che hanno deciso di rivedere il futuro marito dai due ai sette minuti (12,6%) dopo averlo incontrato oggi non sono particolarmente soddisfatte. Infine, va segnalato che nessuno dei tempi citati è risultato fortemente correlato a felicità o infelicità futura. Dopo quanti appuntamenti si è andati a letto Le coppie più felici dello studio sono andate a letto insieme al terzo o al quarto appuntamento (15,8%). Il 63% delle intervistate ha dichiarato di essere andata a letto col futuro marito dopo il 7° appuntamento e oggi è soddisfatta della relazione.

A LETTO AL PRIMO APPUNTAMENTO - Le donne che sono andate a letto col marito al primo appuntamento (11%) si dichiarano abbastanza soddisfatte del proprio matrimonio. Le coppie meno felici dello studio hanno vissuto l'intimità al secondo appuntamento (7,3%). Le coppie più felici dello studio si sopo sposate 10 o 11 mesi dopo il primo incontro (5%). Anche quelle che hanno aspettato più di 3 anni sono molto soddisfatte e rappresentano la grande maggioranza dei casi (74%). Il momento peggiore per sposarsi è stato invece dal 16° al 20° mese dopo essersi conosciuti (10%).

Articoli correlati

Commenti