Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calciomercato
0

Calciomercato Bologna, Inzaghi: «Non vedo l'ora di sfidare Simone»

Il nuovo allenatore: «Il fuoco non mi manca, spero di restare qui a lungo»

BOLOGNA - Dopo la firma sul contratto biennale, scatta il momento della presentazione di Pippo Inzaghi come nuovo allenatore del Bologna: “Sarò contento a fine stagione se la mia società sarà orgogliosa di me e i nostri tifosi saranno orgogliosi dei nostri giocatori”. Le idee sono chiarissime: “Grazie per avermi fatto sentire subito a casa - dice l'ex tecnico del Venezia in conferenza stampa - La dirigenza del Bologna ha fatto sapere che mi voleva e fino all'ultimo giorno mi ha aspettato e questo per me è stato un segnale importantissimo. Non avevo dubbi, è quello che cercavo, qui non manca nulla. Saputo ha voglia di fare, sembra di conoscerlo da una vita, ci sono dirigenti che tengono tantissimo al Bologna. Non vendo fumo e miracoli. Per allenare bene serve una grande società e qui c’è. Serve un grande tifo e qui c’è. I giocatori cercheremo di farli rendere al meglio e penso che una buona base già ci sia. Il fuoco non mi manca, spero di restare a lungo in questo club. Chi viene qui deve considerare Bologna l’occasione della vita. Qualsiasi cosa faccio quando alleno per me è la Champions League. A Venezia arrivavo alle 9 di mattina e andavo via alle 9 di sera. E’ due giorni che sono a Casteldebole e quasi quasi vorrei dormire qua. A Saputo ho detto che la nostra ambizione, in qualche anno, è l'Europa League. In rossoblù mi gioco tanto e se non avessi respirato ambizione non sarei qui”.

SOGNANDO BOLOGNA-LAZIO - "Con Simone spero di giocarci contro alla prima di campionato. Ci sentiamo 7-8 volte al giorno, parliamo di calcio e tattica. Chissà come faremo nella settimana che porta alla partita".  

Inzaghi: "Verdi? Non potevamo negargli un sogno"

TUTTO SUL CALCIOMERCATO 

Vedi tutte le news di Calciomercato

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola