Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Tennis

Vedi Tutte
Tennis

Fed Cup, Italia-Belgio: Paolini e Mertens aprono le danze

Fed Cup, Italia-Belgio: Paolini e Mertens aprono le danze

Il sorteggio ha deciso che la giovane tennista sarà la prima azzurra a scendere in campo nei playoff di Genova per un posto nel World Group 2019. A seguire Errani -Van Uytvanck

Sullo stesso argomento

 

venerdì 20 aprile 2018 14:49

ROMA - Saranno Jasmine Paolini ed Elise Mertens ad aprire domani, sabato 21 aprile, alle 13.30 a Genova la sfida di Fed Cup tra Italia e Belgio, valida per i play-off promozione per il World Group 2019, in programma nel week-end sulla terra rossa di Valletta Cambiaso. A seguire Sara Errani ed Alison Van Uytvanck. Questo l'esito del sorteggio ufficiale. «Giocare il primo match non mi infastidisce, anzi - il commento a caldo della Paolini - In questo modo conosco l'orario di inizio della mia partita e questo per me è un vantaggio. Non ho mai giocato contro la Mertens, anche se la conosco dai tempi del circuito junior, lei è cresciuta tanto, è in un grande periodo di forma, in ogni caso io darò il massimo».

GARBIN - Per la sfida, che potrebbe permettere all'Italia di rientrare nel Gruppo Mondiale dal quale manca dal 2016, il capitano azzurro Tathiana Garbin ha convocato Sara Errani (numero 94 Wta), Jasmine Paolini (145), Deborah Chiesa (172) e Jessica Pieri (214); il "collega" belga Ivo Van Aken ha invece scelto di affidarsi a Elise Mertens (numero 17 Wta), Alison Van Uytvanck (50), Kirsten Flipkens (70) e Ysaline Bonaventure (133). Resta soddisfatta Tathiana Garbin, anche delle condizioni climatiche di questi giorni. «Fa caldo e ce lo aspettavamo, devo dire che dal punto di vista tattico e tecnico io considero il clima di questi giorni un elemento a nostro favore - spiega la capitana di Fed Cup - Le ragazze sono in forma, ci stiamo preparando molto bene e secondo me siamo cresciute da quando abbiamo battuto la Spagna a febbraio. Il Belgio è forte, ma noi siamo una bella squadra. Sara Errani è un valore aggiunto per le altre ragazze, un esempio di serietà e impegno molto importante considerata anche la giovane età delle altre nostre giocatrici».

ERRANI - Proprio la romagnola ha accolto con piacere le responsabilità derivanti dalla sua maggior esperienza rispetto alle giovani compagne di squadra. «Sono felice di essere in questo gruppo e a disposizione del capitano per le due giornate - sottolinea Errani - Il doppio? Se mi verrà chiesto di giocare io risponderò presente, per me è un onore giocare per la nostra nazione, non esistono fatica o pressione quando si indossa la maglia azzurra». «Genova non mi evoca bei ricordi, perché purtroppo con la Francia tre anni fa perdemmo al doppio di spareggio, ma sono passati anni, ora siamo un'altra squadra e sono davvero felicissima di essere in questo gruppo, sarà dura ma possiamo farcela».

MERTENS - Sulla sponda belga prudente Elise Mertens, nonostante sia in un grande periodo di forma: «Conosco le italiane e sono giocatrici di grande valore. Con la Paolini non ho mai giocato, ma ci siamo incrociate fin da ragazzine, Sara Errani poi chi non la conosce? Non sarà semplice». 

IL PROGRAMMA - Domenica 22 aprile, dalle ore 12.00, la sfida tra le due numero uno dei rispettivi team, Errani e Mertens; a seguire quella tra le due numero due, Paolini e Van Uytvanck e in chiusura il doppio tra la coppia azzurra Chiesa-Pieri e quella belga Flipkens-Mertens. (In collaborazione con Italpress).

RISULTATI E TABELLONE

Articoli correlati

Commenti