Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Coppa Davis, il ct Barazzutti avvisa: «Non è ancora finita»
© ANSA
Tennis
0

Coppa Davis, il ct Barazzutti avvisa: «Non è ancora finita»

Il tecnico italiano ha commentato i risultati della prima giornata: «E' andato tutto bene»

ROMA - "E' andata bene, una giornata in cui tutte le cose si sono messe come speravamo. Abbiamo pero' da giocare anche domani" sono le parole di Corrado Barazzutti, ct dell'ItalDavis, ai microfoni di SuperTennis dopo il momentaneo 2-0 degli azzurri in Coppa Davis nella prima giornata a Calcutta con l'India. L'allenatore italiano sembra decisamente soddisfato della prova dei tennisti ma avvisa: "Siamo molto soddisfatti di poter chiudere sul 2-0 questa prima giornata, ora comunque dobbiamo riflettere su alcune cose per la seconda giornata".

SU SEPPI - Barazzutti ha parlato anche del successo ottenuto da Seppi: "E' stato assai importante il successo nel singolare di apertura di Seppi che ha affrontato il giocatore con caratteristiche piu' da erba del lotto tra tutti i presenti, che spesso adotta il serve and volley e pure il chip and charge, avendo anche colto risultati di rilievo su tale superficie, proprio per tale ragione ho deciso di affidarmi all'esperienza di Andreas, che ha saputo farsi trovare pronto, con una prova di sostanza e solidita'. Questo incontro ha fatto per cosi' dire da spartiacque, in particolare perche' ha consentito a Berrettini di scendere in campo in condizioni ideali".

COMPLIMENTI A BERRETTINI - Il ct ha voluto fare i complimenti anche a Berrettini: "Matteo e' stato davvero bravo ad esordire in questo modo in Coppa Davis, con freddezza e lucidita'. Era una partita piuttosto delicata, in trasferta, su una superficie come l'erba, la prima volta che un debuttante in azzurro si trovava in tale situazione, ma lui e' sceso in campo con il giusto atteggiamento, subito convinto sin dalle prime palle. Sembrava quasi un veterano".

Coppa Davis, Italia avanti 2-0

Vedi tutte le news di Tennis

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti