Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Videogiochi

Vedi Tutte
Videogiochi

ESports, i mondiali di Fifa 17 all'Inghilterra: vince "Gorilla"

ESports, i mondiali di Fifa 17 all'Inghilterra: vince "Gorilla"

Venti anni, nato a Birmingham, Spencer Ealing è un videogiocatore professionista e ha battuto in finale il tedesco "Deto": premio da 170mila euro. L'italiano "IcePrinsipe" si è fermato alle semifinali, Aman Sedd della Roma ai quarti 

Sullo stesso argomento

di Valerio Albensi

venerdì 18 agosto 2017 20:02

ROMA - Si chiama Spencer Ealing, è nato a Birmingham e il suo nome quando si accende la Xbox e stringe tra le mani il joypad è "Gorilla". È lui il vincitore della Fifa Interactive World Cup di eSports, il mondiale di Fifa 17 che si è svolto a Londra negli ultimi tre giorni: al mondo non esiste un giocatore più forte di lui nella famosa simulazione calcistica della EA Sports. "Gorilla" si è fatto strada nel percorso riservato alla sua console e nella final showdown, la finalissima, ha battuto il tedesco Kai Wollin, detto "Deto", in una doppia sfida con andata su Playstation e ritorno su Xbox. Il britannico ha limitato i danni nella console Sony, preferita dall'avversario (3-3), poi si è scatenato nel ritorno con il joypad Microsoft: 4-0 contro il due volte campione del mondo. La finale è stata trasmessa in tutto il mondo in diretta streaming sul canale YouTube Fifa e in Italia anche in tv su Sky. 

IL VIDEO DELLA FINALE

IL CAMPIONE - Spencer ha 20 anni, è un giocatore professionista per il team Unilad e non è tesserato per la sezione eSports di uno dei club europei che si sono lanciati in questa avventura, come Roma e Sampdoria in Italia. Tifa per il West Brom, il suo modulo preferito è il 4-1-2-1-2 e il giocatore che non manca mai nella sua squadra è Neymar. Grazie alla vittoria della FIWC 2017 "Gorilla" si porta a casa 200mila dollari, circa 170mila euro, e il premio consegnato da Ruud Gullit.

«COSI' SONO DIVENTATO UN VIDEOGIOCATORE PROFESSIONISTA»

LA ROMA E ICEPRINSIPE - L'Italia non ha vinto, ma si è difesa comunque bene in questa edizione della Fifa Interactive World Cup. Daniele Paolucci del team Mkers, nome di gioco "IcePrinsipe", ha dominato la fase a gironi nella Playstation, ma è stato eliminato nella semifinale di specialità. Si era fermato invece ai quarti di finale della divisione Xbox Aman Seddiqi, che gioca per la Roma eSports. Anche la Sampdoria ha messo sotto contratto un videogiocatore e si è lanciata negli sport elettronici, un settore che cresce a tassi di crescita altissimi e consente di arrivare al pubblico dei giovanissimi. Un'occasione che le società di tutto il mondo non vogliono farsi sfuggire.

Articoli correlati

Commenti