Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

A2 maschile

Vedi Tutte
A2 maschile

Volley: A2 Maschile la Materdomini.it ha ingaggiato Ugo Buzzelli

Volley: A2 Maschile la Materdomini.it ha ingaggiato Ugo Buzzelli

Il palleggiatore abruzzese, che ha iniziato la stagione a Vibo Valentia come secondo di Coscione, sostituirà il partente Marco Izzo che farà il viaggio inverso firmando per la società calabrese

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 23 novembre 2016 10:35

CASTELLANA GROTTE (BARI)- Novità importanti per quanto riguarda il roster della Materdominivolley.it Castellana Grotte, formazione iscritta al campionato nazionale serie A2 Unipolsai di pallavolo maschile - girone Blu. Nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 22 novembre, infatti, è stato ufficializzato dal presidente Michele Miccolis e dal direttore sportivo Vito Primavera l’ingaggio del palleggiatore classe 1994 Ugo Buzzelli.

Originario di Avezzano (Aq), 190 centimetri, cresciuto nelle giovanili del Trentino Volley, con un’esperienza anche all’estero nella stagione 2015/2016, in Germania, nella Chemie Volleyball MittelDeutschland, Buzzelli ha iniziato il campionato in Superlega con la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, da secondo dell’esperto Coscione. Buzzelli sostituirà il partente Marco Izzo che, di fatto, completa uno scambio, andando a vestire proprio la maglia dei calabresi.

Ad accogliere il nuovo palleggiatore al PalaGrotte, lo staff tecnico composto da Vincenzo Fanizza e Franco Castiglia e i vertici dirigenziali della Materdominivolley.it che hanno voluto salutare l’arrivo di Buzzelli e, al tempo stesso, ringraziare Izzo per il lavoro svolto in questa prima parte di stagione.

Si ridefiniscono così anche i numeri di maglia con Buzzelli che vestirà la numero 10 e con i giovani Piervito Disabato (schiacciatore classe 2001, in panchina nella trasferta di Spoleto) e Damiano Catania (libero classe 2001, in campo nell’ultima gara casalinga con Montecchio) a cui sono state assegnate rispettivamente la maglia numero 3 e la maglia numero 11.

Articoli correlati

Commenti