Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

A2 maschile

Vedi Tutte
A2 maschile

Volley: A2 Maschile, preliminari Play Out: per Potenza Picena e Castellana Grotte vittorie salvezza

Volley: A2 Maschile, preliminari Play Out: per Potenza Picena e Castellana Grotte vittorie salvezza
© Legavolley

In Gara 2 dei preliminari Play Out la formazione di Di Pinto doma al Golden Set Taviano mentre i pugliesi espugnano Reggio Emilia mantenendo così la categoria. Le squadre di Held e Licchelli alle sfide salvezza contro Massa e Lagonegro

Sullo stesso argomento

 

domenica 1 aprile 2018 18:42

ROMA- Materdominivolley.It Castellana Grotte e GoldenPlast Potenza Picena chiudono la stagione potando a casa l'agognata salvezza. Le formazioni di Castellano e Di Pinto stasera, in Gara 2 dei preliminari Play Out hanno sconfitto rispettivamente la Conad Reggio Emilia, in trasferta, e la Pag Taviano, al Golden Set spedendo le rispettive avversarie alle sfide per evitare la serie B.

La Conad Reggio Emilia dovrà vedersela con l'Acqua Fonteviva Massa mentre la Pag Taviano dovrà affrontare la Geosat Geovertical Lagonegro.

LE DUE SFIDE-

CONAD REGGIO EMILIA - MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE-

Pasqua decisamente felice per la Materdominivolley.it Castellana Grotte che vince sul campo del Conad Reggio Emilia in gara 2 dei preliminari playout del campionato nazionale serie A2 Unipolsai di pallavolo maschile e conquista la salvezza già al primo turno degli spareggi per la permanenza.

Una domenica decisamente amara per la formazione di Held che si ritrovano nell’inferno dei Play Out.

In un colpo solo, la formazione pugliese allenata da Maurizio Castellano riesce a bissare il successo dell’andata (1-3; 28-30, 17-25, 25-22, 17-25) con lo stesso identico risultato e andamento della gara giocata mercoledì sera a Castellana Grotte, violando il Pala Bigi (non era mai successo in cinque precedenti, dal 2008 ad oggi) e trovando un rendimento ottimale anche fuori casa (in trasferta la vittoria non arrivata dal 18 febbraio e, più in generale, in questa stagione solo due erano state le affermazioni esterne).

Festa grande per la Materdomini che, quindi, merita ampiamente la salvezza grazie ad una seconda parte di campionato straordinaria, grazie alla dimostrazione di una notevole compattezza tra tutte le componenti societarie (dirigenza, tecnici e giocatori) e grazie ad una preparazione praticamente perfetta delle due partite di questi preliminari playout.

Reggio annichilita, Materdomini in paradiso e festeggiamenti già al termine del secondo set, quando lo 0-2 aveva consegnato alla compagine guidata da capitan Alessio Fiore (anche in Emilia top scorer dell’incontro con 20 punti, decisamente l’mvp di questa serie) il punto necessario per celebrare la salvezza. Decisive anche e soprattutto le fasi finali del primo parziale, con il 28-30 che ha offerto alla Mater la giusta consapevolezza e l’ulteriore entusiasmo per centrare da subito un grandissimo risultato. L’1-3 finale è stato poi l’effetto e la conseguenza di una prestazione maiuscola con la Mater capace di chiudere l’incontro a proprio favore anche in una fase di normale rilassamento.

Si chiude così nel migliore dei modi una stagione iniziata nel segno della costruzione di un nuovo progetto e che ha, nel corso delle settimane, visto una Materdomini in crescita, coriacea, combattiva e determinata. Una Materdomini che ha saputo scrollarsi di dosso le paure, ha trovato i giusti equilibri e ha conquistato con grande maturità e forza un traguardo tanto importante quanto difficile.

IL TABELLINO-

CONAD REGGIO EMILIA - MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE 1-3 (28-30, 17-25, 25-22, 17-25)

CONAD REGGIO EMILIA: Iglesias 0, Ippolito 11, Ferrari 5, Koraimann 10, Bellini 15, Bortolozzo 12, Morgese (L), Arienti 0, Cester 1, Held 1, Sesto 0, Bonante 2. N.E. Onwuelo. All. Held.

MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE: Marsili 2, Fiore 20, Gargiulo 8, Gradi 17, Lavia 13, Patriarca 8, Manginelli 1, Di Carlo 0, Battista (L), Pilotto 0, Saibene 0, Garofolo 1, Chadtchyn 1. N.E. All. Castellano. ARBITRI: Pristera', Rossi.

NOTE - durata set: 37', 30', 24', 22'; tot: 113'.

GOLDENPLAST POTENZA PICENA - PAG TAVIANO-

La GoldenPlast Potenza Picena centra la salvezza grazie ad un finale trilling con i marchigiani in rimonta prima di imporsi al Golden Set.

La squadra di Di Pinto resterà in Serie A2 anche nella prossima stagione agonistica, mentre il Pag Taviano va a giocar il Play Out con Lagonegro.

Finale strappalacrime all’Eurosuole Forum nel ritorno del Preliminare Play Out tra i marchigiani e i salentini con il capitano biancazzurro Natale Monopoli in lacrime, abbracciato da entrambi i tecnici, osannato dai tifosi e sollevato dai compagni

Avanti di un set e in pieno controllo, la GoldenPlast Potenza Picena domina anche la prima parte del secondo set, ma una volta avanti di 7 punti (18-11) subisce un passivo di 14-4 ritrovandosi agganciata sull’1-1. Nel terzo set la reazione è tardiva e Taviano si porta addirittura avanti. In una partita caratterizzata da un’altalena di cambi, con l’allenatore Adriano Di Pinto bravo a rinvigorire i suoi uomini, il vero show va in scena nel quarto e nel quinto set vinti con merito. Il 3-2 finale pareggia la sconfitta al tie break dell’andata e porta le squadre al combattutissimo Golden Set vinto dai potentini dopo una battaglia sportiva estenuante e un set ball annullato agli ospiti. Di Larizza i due muri decisivi. Top scorer l’opposto Fabio Bisi, autore di 27 punti solo nei cinque set prima del Golden set, sforando nettamente il record personale di 1400 punti, e determinante anche nel parziale supplementare.

Biancazzurri in campo con Monopoli al palleggio per Bisi opposto, Marinelli e Di Silvestre (cambio Under con Toscani) laterali, Larizza e Bucciarelli centrali, D’Amico libero. Ospiti schierati con Piedepalumbo a smistare palloni per il terminale offensivo Bigarelli, gli schiacciatori Barajas e Ruiz, i centrali Torsello e Smiriglia. Nel ruolo di libero Percoco.

In apertura la gara viaggia sui binari dell’equilibrio. Potenza Picena trova il +2 con un attacco di Bisi e un muro di Bucciarelli (9-7). Di Silvestre conferma il suo buon momento con due attacchi vincenti per il +3 (11-8). Taviano non demorde (13-12), ma quando sentono il fiato sul collo i potentini riducono gli errori (16-13) e incrementano il vantaggio con il muro di Marinelli, seguito da un fallo in palleggio del Pag e dal muro di Larizza e il bolide di Bisi (20-13). Sul mani out di Bucciarelli Potenza Picena comanda 22-15. Sul 22-16 Mariella entra per Piedepalumbo. Bisi trova l’angolo più lontano (24-17), Bucciarelli mura Taviano (25-17).

In avvio di secondo set Potenza Picena macina punti. Bisi protagonista al servizio con l’ace del 10-5. Avanti 13-7, i biancazzurri accendono il tifo di Passione Biancazzurra, ma i salentini dimezzano il divario (14-11). Potenza Picena torna a dominare la scena con un ottimo turno al servizio di Di Silvestre (18-11). I padroni di casa tirano il fiato e commettono l’errore di dare per chiuso il set subendo il pareggio (19-19). Gli ospiti vanno sul +2 grazie a un muro sul nuovo entrato Sette e a un attacco out di Bisi (19-21), i marchigiani impattano (21-21), ma gli ospiti si ritrovano ancora avanti di 3 punti su un’incertezza dei potentini (21-24). Sul servizio corto di Sette Taviano, forte di un parziale clamoroso di 14 punti a 4, pareggia i conti (22-25)

Nel terzo set Potenza Picena accusa il colpo contro avversari rigenerati e con Mariella in regia (7-10). Il vantaggio dei salentini aumenta sull’infrazione biancazzurra e sull’attacco out del nuovo entrato Romanò (9-14). L‘attacco di Larizza, il muro di Bucciarelli e il diagonale di Romanò restituiscono il sorriso a Di Pinto (14-15), ma Bigarelli spezza la serie e semina il panico al servizio (14-18). Sul muro di Bucciarelli lo svantaggio è dimezzato (16-18). Sul 18-20 entra Maccarone al servizio e Larizza piazza il block (19-20). Nel momento più duro è Taviano a mantenere la lucidità (19-23). Sul servizio a rete di Di Silvestre Potenza Picena perde il set (21-25).

Nel quarto set Potenza Picena torna a ruggire in avvio con Sette e Cristofaletti in banda e con Bisi di nuovo performante (9-5). Sul 13-9 Taviano reagisce e dimezza il divario dopo l’ace di Bigarelli (13-11). Grazie a un attacco sporcato dal muro, Cristofaletti porta sul +3 Potenza Picena (16-13). Taviano dà la sensazione di essere sulle gambe e Bisi infierisce (20-13). In una fase di gioco confusa (21-16) Di Pinto chiama una pausa per concedere un break ai suoi uomini. Al rientro Larizza va a punto e Cristofaletti realizza un ace (23-16). Sette chiude il parziale 25-20.

 

Il tie break si apre con un ace di Bisi (3-2) e prosegue con una GoldenPlast determinata e avanti di 4 punti al cambio di campo dopo un’azione rocambolesca seguita dalla stoccata di Cristofaletti (8-4). Per Taviano entra piedepalumbo in regia. Gli ospiti accorciano (9-8), ma Potenza Picena si riscatta a muro. Sette in attacco e Bucciarelli a muro danno il +3 (12-9). Ace di Bisi per il 14-10 e attacco vincente dell’opposto per 15-10.

GOLDEN SET-

Inizio incerto per Bigarelli che stecca al servizio e in attacco (6-5). Larizza firma un block vincente (7-5), ma Taviano impatta subito con un attacco e un muro (7-7). Acuto di Cristofaletti per il cambio del campo (8-7). Ruiz cerca il tocco del muro senza fortuna (9-7). Sette firma il 10-7. Larizza sorprende gli ospiti (11-8). Bisi vince un duello a rete (12-9). Taviano si supera con 4 punti di fila (ace finale) (12-13). Bucciarelli mura e impatta (13-13). Barajas va a segno (13-14). Bisi pareggia (14-14). Larizza trova i due muri del 16-14.

IL TABELLINO-

GOLDENPLAST POTENZA PICENA - PAG TAVIANO 3-2 (25-17, 22-25, 21-25, 25-20, 15-10), GOLDEN SET (16-14);

GOLDENPLAST POTENZA PICENA: Monopoli 1, Di Silvestre 8, Larizza 10, Bisi 27, Marinelli 4, Bucciarelli 13, Toscani (L), D'Amico (L), Romanò 1, Sette 11, Cristofaletti 6, Maccarone 0. N.E. Giannini. All. Di Pinto.

PAG TAVIANO: Piedepalumbo 0, Ruiz 18, Torsello 9, Bigarelli 20, Barajas 15, Smiriglia 5, Percoco (L), Mariella 2, Astarita 3, Klek 1. N.E. Avelli. All. Licchelli.

ARBITRI: Rolla, Merli.

NOTE - durata set: 22', 30', 26', 27', 17'; tot: 122'

IL TABELLONE DEI PLAY OUT-

Conad Reggio Emilia - Acqua Fonteviva Massa;

Pag Taviano - Geosat Geovertical Lagonegro;

Club Italia Crai Roma - Messaggerie Bacco Catania

Articoli correlati

Commenti