Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

A2 maschile

Vedi Tutte
A2 maschile

Volley: A2 Maschile, Play Out, Lagonegro salva, Reggio Emilia in vantaggio

Volley: A2 Maschile, Play Out, Lagonegro salva, Reggio Emilia in vantaggio
© Legavolley

Si chiude la sfida fra la formazione di Falabella e la Pag Taviano con il terzo successo dei lucani che decreta la retrocessione, dopo un solo anno, della squadra di Licchelli. Nell'altro confronto la squadra di Held vince in casa e si porta in vantaggio su Massa

Sullo stesso argomento

 

domenica 22 aprile 2018 19:13

ROMA- Il campionato di A2 Maschile ha emesso questa sera un altro verdetto. La Geosat Geovertical Lagonegro conquista la salvezza vincendo anche Gara 3, ancora una volta al tie break contro la Pag Taviano condannando la formazione di Licchelli ad un’amara retrocessione in B.

Nell’altra partita dei Play Out la Conad Reggio Emilia si è portata avanti 2-1 nella serie con l’Acqua Fonteviva Massa imponendosi per 3-1 davanti al pubblico del Pala Bigi.

LE DUE SFIDE-

PAG TAVIANO - GEOSAT GEOVERTICAL LAGONEGRO-

Festeggia Lagonegro e piange Taviano. Dopo il terzo match chiuso e vinto al tie break la squadra di Falabella conquista la salvezza a spese della squadra di Licchelli che esce dal massimo campionato dopo solo un anno per propri demeriti ma anche per una grossa dose di sfortuna considerato anche il preliminare perso al Golden Set con Potenza Picena.

Inizio equilibrato fino a quando la prima possibilità di portarsi in vantaggio è del Taviano sul 10-6. Un ace di Kindgard e un muro di Maiorana permettono ai lagonegresi di accorciare sul 12-10 ma la fase successiva è un crescendo dei leccesi che si portano sul 17-11. Capitan Giosa e compagni provano a d accorciare e le distanze si riducono al minimo sul 18-16 ma Torsello e il solito Astarita si fanno sentire e il primo set è nelle mai dei padroni di casa.

Secondo set inizia con il vantaggio lagonegrese siglato a turno da Amouah, Copelli e Boscaini che costringe mister Licchelli a chiedere il tempo. Bigarelli prova a dare uno scossa ai suoi ma in questo set si fanno sentire Amouah e Boscaini e il vantaggio lagonergese aumenta 10-16. Mantiene il vantaggio la formazione di falabella che con il suo capitano da centro buca la difesa leccese (13-19). Ruiz con una pipe prova ad accorciare i conti sul 16-21 ma ancora Amouah si fa sentire : è sempre +4 Lagonegro. Nel finale Falabella chiama il tempo ma a chiudere il set ci pensa Kindgard con un pallonetto che sigla anche il suo 5 punto della gara.

Terzo set inizia come una situazione diametralmente opposta a quella precedente con il Taviano che si porta sul 7-3 con Ruiz sugli scudi e Falabella costretto a chiedere il tempo. Nulla cambia al rientro e la fuga del Taviano continua così Falabella chiede il tempo nuovamente sul 10-4. Set completamente da dimenticare per i lagonegresi che soccombono allo strapotere di Ruiz . Falabella cambia Roberti al posto di Amouah e Leone al posto di Kindgard ma la situazione non cambia e il Taviano si aggiudica facilmente il set.

Quarto set ritorna l’equilibrio con i soliti Ruiz e Bigarelli da una parte e Amouah e Boscaini dall’altra fino a quando arriva il primo vantaggio locale 13-11 a  firma di Astarita che viene poi ribaltato da Boscaini e capitano Giosa che sigla il 15-19. Non riescono ad amministrare però il vantaggio i lagonegresi che si lasciano recuperare dal Taviano sul 22 punto con Ruiz . Ma quando la gara sembra prendere una piega diversa ed ecco che servono i vantaggi per chiudere il set: poi un primo video check annulla la prima palla match del Taviano  sul 26-25, altre tre occasioni per i salentini vengono annullate dai lagonegresi che quando hanno l’occasione di chiudere il set lo fanno ed è ancora un altro tie break a decidere la gara.

Quinti ed ultimo set della serie sempre altalenante : un punto per parte nessuna fuga come si era vista negli altre due. Quando si va al cambio campo è 8-9 i tecnici usano i time disponibili ma nel finale la lucidità e la freddezza lagonegrese prevale e alla prima occasione i lagonegresi chiudono il set, la gara ma soprattutto la serie dei play out che permettono alla formazione di mister Falabella di restare ancora nell’olimpo del volley.

IL TABELLINO-

PAG TAVIANO - GEOSAT GEOVERTICAL LAGONEGRO 2-3 (25-21, 20-25, 25-16, 29-31, 13-15)  

PAG TAVIANO: Piedepalumbo 2, Ruiz 21, Torsello 7, Bigarelli 30, Astarita 16, Smiriglia 6, Mariella 0, Klek 1, Percoco (L), Barajas 1. N.E. Avelli. All. Licchelli.

GEOSAT GEOVERTICAL LAGONEGRO: Kindgard 7, Boscaini 14, Giosa 11, Amouah 29, Maiorana 7, Copelli 8, Sardanelli (L), Fortunato (L), Roberti 0, Leone 0. N.E. Milushev. All. Falabella.

ARBITRI: Gasparro, Morgillo.

NOTE - durata set: 30', 29', 25', 43', 20'; tot: 147'.

CONAD REGGIO EMILIA - ACQUA FONTEVIVA MASSA-

La Conad riesce a conquistare Gara 3 tra le mura amiche del PalaBigi. Incontro che ha visto i reggiani aprire bene la partita ma nel terzo set la formazione di Massa si è imposta e ha dato del filo da torcere ai giallorossi. Alla fine è la Conad che è riuscita a spuntarla per 3-1 arrivando un po’ più vicino alla salvezza. La prossima partita sarà il 29 Aprile, Gara4 a La Spezia.

È il capitano della Conad, Nicola Sesto, che da inizio all’incontro e Koraimann porta a casa il primo punto per i giallorossi. La Conad insegue a -1, Ippolito va in battuta e trova l’ace, le formazioni sono in parità sul 7° punto. I reggiani sorpassano e costringono Massa al timeout sul 12-9,il gioco riprende e la Fonteviva recupera due lunghezze ma Koraimann non perdona e la Conad rimane avanti per 14-12. Massa chiede un altro timeout ma, quando le squadre tornano in campo, è ancora Reggio Emilia che segna. La Conad allunga e, con il primo tempo di Sesto, si porta a +7. L’attacco out di Calarco regala il setpoint ai reggiani, è Bellini che trova la diagonale stretta e chiude il set per 25-15.

La Conad riparte forte nel secondo set, ace di Sesto e un 4-0 che costringe subito Massa al timeout. Biglino recupera palla per i suoi ma i reggiani mantengono ancora un vantaggio di 4 punti. Ace di Iglesias che mette a segno il punto del 9-4 per Reggio Emilia e subito dopo anche il muro di Nicola Sesto fa segnare un punto per i giallorossi; Masini chiede il secondo timeout del set. Gli ospiti recuperano e Held chiama a sua volta il tiemout, con il punteggio sull’11-9 le formazioni tornano in campo e il punto è di Alberto Bellini! Bravissimo Koraimann che dalla seconda linea attacca forte e guadagna due punti per la Conad. Sul 16-11 Masini interviene con un doppio cambio: fuori Cuk e Leoni, dentro Dolgopolov e Bolla. Punto di Ippolito e i giallorossi rimangono alla guida del set con un discreto margine. Massa recupera e sul 18-17 lo staff di Reggio chiede il timeout, il gioco riprende e l’errore di Bolla regala il punto alla Conad. Cambio nelle file reggiane, sale Arienti in battuta al posto di Sesto. La Conad raggiunge il setpoint e chiude subito per 25-21.

Punto a punto nel terzo set, ancora in parità sul 6-6 ma è la Conad che conquista per prima il +2. Il muro di Massa è troppo staccato e l’attacco di Koraimann passa e si insacca nella rete facendo segnare un altro punto per Reggio Emilia. Masini chiama il timeout sull’11-8, le formazioni tornano in campo e il punto è di capitan Sesto. L’Acqua Fonteviva raggiunge la parità sul 12 ma i reggiani tornano subito avanti, 16-13 quando Masini chiede il secondo timeout ma, al ritorno in campo, Bellini segna un ace. Timeout chiesto da Henky Held sul 20-18, il gioco riprende e Koraimann la mette a terra. Biglino sorprende la Conad e porta Massa in parità sul 21, coach Held chiama il secondo timeout ma il punto è di Massa. Entra al servizio Arienti in sostituzione di Sesto e i reggiano raggiungono il matchball. Massa annulla la prima opportunità di chiusura e anche la seconda guadagnando portandosi ai vantaggi. Biglino mette a segno il setball ma anche Koraimann segna e il punteggio è ancora in parità sul 25. È Giulio Silva, ex della Conad, che chiude il set in favore di Massa per 25-27.

Reggio parte in svantaggio per 1-3 e la formazione ospite mantiene il vantaggio portandosi sul 3-6. Henky Held chiama il timeout ma i suoi faticano a riprendersi, il tabellone segna 4-7 in favore della formazione di Massa. La Conad accorcia le distanze e si porta a -1, è Andrea Ippolito che mette il punteggio in parità sul 12 ma l’equilibrio dura poco, Massa torna avanti per 12-14. La formazione ospite costringe la Conad al timeout sul 14-17 ma la situazione cambia poco, i reggiani inseguono ancora a meno 2. Il Volley Tricolore passa in vantaggio per 19-18 e coach Masini chiede il timeout, le formazioni tornano sul terreno di gioco Bellini segna ed è ancora di Bellini il punto del vantaggio. Massa torna alla guida del set per 21-23. Le squadre sono in parità sul 23, Masini ricorre al timeout ma l’invasione di Dolgopolov regala il 24° ai reggiani. Ancora una volta si va ai vantaggi e Ippolito segna il punto del 25-24 e subito dopo mura e segna il punto che vale set ed incontro. Reggio Emilia vince il quarto set per 26-24 e l’incontro per 3-1.

IL TABELLINO-

CONAD REGGIO EMILIA - ACQUA FONTEVIVA MASSA 3-1 (25-15, 25-21, 25-27, 26-24)

CONAD REGGIO EMILIA: Iglesias 5, Ippolito 11, Sesto 9, Koraimann 23, Bellini 16, Bortolozzo 13, Morgese (L), Arienti 0, Held 0. N.E. Onwuelo, Bonante, Ferrari, Cester. All. Held.

ACQUA FONTEVIVA MASSA: Leoni 2, Silva 8, Quarta 14, Cuk 6, Calarco 16, Biglino 13, Bortolini (L), Bolla 9, Bernieri Di Lucca 0, Dolgopolov 1. N.E. Briglia, Briata, Nannini. All. Masini.

ARBITRI: Bellini, Brancati.

 NOTE - durata set: 23', 28', 37', 36'; tot: 124

Articoli correlati

Commenti