Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: A2 Maschile, Santangelo torna a Cantù
© Legavolley
A2 maschile
0

Volley: A2 Maschile, Santangelo torna a Cantù

Uno dei bomber più apprezzati della serie A2, negli ultimi due anni ad Aversa, ha scelto di giocare in una piazza che conosce bene avendo già giocato in Brianza nella stagione 2014/2015

CANTU’ (COMO)- Il Pool Libertas Cantù, in vista della prossima stagione nella seconda serie nazionale (la settima e sesta consecutiva), mette a segno un altro bel colpo in entrata tesserando l’opposto Andrea Santangelo, che chiude di fatto il roster canturino per la stagione 2018-2019.

Per lui parlano i numeri e le percentuali delle ultime due stagioni, oltre mille palloni messi a terra, una media del 46,6% di attacchi vincenti nell’ultimo campionato di A2 e del 47,5% in quello precedente, da top ten del torneo. Due anni fa aveva viaggiato a lungo con una media punti spaventosa, 22,2 a partita!

Per Santangelo si tratta della seconda esperienza in Brianza. Arrivò giovanissimo alla corte del presidente Ambrogio Molteni nella stagione 2014/15 come vice di Vincenzo Tamburo e si fece subito apprezzare per le sue doti dentro e fuori dal campo. Per il giocatore molisano di due metri tondi tondi fu un trampolino di lancio che lo portò a due stagioni giocate da titolare con la maglia della Sigma Aversa, squadra che ha aiutato a conquistare due salvezze consecutive sul campo, la prima a fianco del centrale Gabriele “Job” Robbiati, e sicuramente il suo percorso di crescita continuerà anche in maglia biancoblù.

LE PAROLE DI ANDREA SANTANGELO-

« Sono già stato a Cantù nella stagione 2014-2015 come secondo opposto, ero arrivato appena uscito dal settore giovanile e dopo un’esperienza in A2 a Brolo. Mi ero trovato benissimo sia con il presidente che con tutto lo staff sia tecnico sia medico, il Pool Libertas è una società tra le più organizzate in Serie A2. Io sono contentissimo di essere tornato a Cantù, lo volevo fortemente, e sono stato io a propormi perché mi sono trovato molto bene, e mi sarebbe piaciuto tornarci. Questa volta, però, arriverò con altre responsabilità e un altro ruolo rispetto alla mia prima esperienza con questa maglia ».

LE PAROLE DEL TECNICO LUCIANO COMINETTI-

« Abbiamo giocato contro Andrea Santangelo per due volte in campionato nella stagione appena conclusa. La prima volta in cui lo abbiamo incontrato lui è stato molto pericoloso, ma la sua squadra si era un po’ persa e abbiamo vinto noi. Quando, invece, sono venuti a giocare al Parini, Santangelo ha trascinato Aversa alla vittoria. È un ragazzo che ha già giocato a Cantù, era giovanissimo allora, e rimane giovane adesso (Andrea è nato nel 1994, ndr). Ha delle buone potenzialità offensive, dovremo riuscire a incanalare la sua forza, e, nel gioco corale che vorrei fare, potrà sicuramente dimostrare tutto il suo talento e fare molto bene. Chi l’ha conosciuto me lo ha anche descritto come un grande lavoratore in palestra, e sono sicuro che nel nostro ambiente si troverà bene ».

 

 

Vedi tutte le news di A2 maschile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti