Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Coppe volley

Vedi Tutte
Coppe volley

Volley: Cev Cup, Casalmaggiore stacca il pass per i quarti

Volley: Cev Cup, Casalmaggiore stacca il pass per i quarti
© Cev

Missione compiuta per la squadra di Lucchi che, dopo il successo in trasferta nella partita d'andata, supera 3-0 (25-22, 25-18, 25-17) il Linamar-Békéscsabai al PalaRadi e passa il turno

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 7 febbraio 2018 21:36

CREMONA- Tutto facile per la Pomì Casalmaggiore che si qualifica per i quarti di Quarti di Finale di Coppa Cev con un bel 3-0 contro il Linamar Bekescsabai davanti a 1375 spettatori, che fa il paio con il successo centrato in Ungheria. La squadra di Lucchi, che ha tenuto in panchina Stevanovic e Martinez, ha potuto contare su una scatenata Drews, su Zambelli in serata speciale, MVP del match,  e su un collettivo che è sempre apparsa superiore alla formazione allenata dall’italiano Salomoni.  

La prossima avversaria di Casalmaggiore sarà la squadra tedesca dello Schwerin.

La Pomì spinge da subito, muro di Zambelli e attacco di Drews, 5-1 time out Linamar. Anastasia Guerra piega le mani del muro ungherese e manda Grothues in battuta sul 7-2, ma è ancora la veneta a mettere il pallone per terra, 8-2 Pomì time out tecnico. Il primo ace della gara lo sigla Dorottya Bodnar e fa 5-10, ma Guerra con una diagonale stretta ristabilisce le distanze. Le ungheresi però cercano di rimanere attaccate al set fin da subito, Dobi mette a terra il pallone dell’8-11 e coach Lucchi preferisce chiamare time out. Le ospiti si fanno sotto, Bodnar mura un attacco di Guerra e porta le sue a -1, 10-11. Mlinar beffa Guerra con una battuta velenosa, ace e 12-13, ma Guiggi in fast riporta la Pomì a +2, 14-12. Zambelli allunga staccando ad un piede e manda la sua compagna di reparto in battuta sul 15-12. Grothues trova una traettoria strana quanto efficace e manda tutti al secondo time out tecnico sul 16-13 Pomì. Drews trova una parallela lunghissima e sigla il 18-14. Bella quanto potente la diagonale di Mlinar che buca la difesa rosa e fa 17-19. “Schiaffone” di Guiggi che stacca ad un piede e 21-19 Pomì. Dobi prima e Glemboczki poi provano a tenere le ospiti attaccate alla Pomì ma è Drews, dopo il time out chiesto da coach Lucchi, a chiudere il set 25-22. Top Scorer: Grothues e Drews 5, Mlinar e Dobi 5.

La seconda frazione inizia con un ace di Edina Dobi, 1-0 Linamar. Grothues accorcia le distanze 1-2. Drews riporta la Pomì a -1 con una diagonale, 3-4, ma Dobi ristabilisce le distanze. Guerra infila la diagonale giusta e fa 8-5, time out tecnico. La Pomì spinge, Zambelli sale in cielo e fa 15-10. Il servizio di Glemboczki finisce a rete e così si va al time out tecnico sul 16-11 Pomì. Mlinar trova una bella parallela e fa 12-18, ma Drews a tutto braccio ristabilisce le distanze, 19-12. Sul 20-15 Pomì, coach Lucchi inverte la diagonale e inserisce Zago e Rondon, Zago che sale e mura subito un attacco di Fresco, 21-15. Lucia Mlinar, in battuta dopo una prima intenzione di Petrenko, sigla un ace e fa 17-21. Guiggi mura l’attacco di Glemboczki e fa 23-18. Guiggi chiude la frazione 25-18. Top Scorer: Drews 6, Mlinar, Fresco e Dobi 4.

Bastavano due set per garantirsi il passaggio del turno e i due set sono così arrivati.

Nel terzo set le ospiti spingono e Dobi trova l’ace del 4-2 Linamar ma l’attacco out successivo delle ungheresi e una parallela di Drews rimettono tutto in parità 4-4. La Pomì prova a scappare e ma le ospiti restano attaccate, una battuta out ungherese però manda tutti al time out tecnico sul 8-6 Pomì. Primo ace in maglia Pomì di Marte Balkestein-Grothues che trova il nastro e fa 10-6. Attacco di Zambelli, 12-6 Pomì e time out Bekescsabai chiamato da coach Salomoni. Diagonale stretta a tutto braccio di Anastasia Guerra che manda Drews in battuta sul 14-8.  La Pomì spinge sulle ali della qualificazione, entra Napodano per Sirressi, 21-14. Guerra piega le mani del muro ungherese e fa 23-17, un’infrazione ospite fa 24-17 e un ace di Drews chiude il set 25-17 e il match 3-0!

I PROTAGONISTI-

Cristiano Lucchi (Allenatore Pomì Casalmaggiore)- « Sappiamo che non è facile passare dal campionato alla coppa soprattutto per il pallone, quindi sappiamo di dover soffrire un po’ di più in ricezione. E’ una palla con la quale si può forzare molto in battuta e l’abbiamo fatto bene infatti abbiamo messo in difficoltà anche loro in ricezione. Abbiamo gestito tatticamente le cose che abbiamo preparato, come dico a loro, se manteniamo le consegne che ci siamo date in allenamento riusciamo a mettere in difficoltà tutti. Però perdendoci troppo spesso smettiamo di fare bene le cose che dobbiamo fare. Stasera abbiamo finito i set con 3/4 errori facendo bene e dando ordine e la partita l’abbiamo portata a casa. Certo non basta perchè dall’altra parte abbiamo sempre un avversario, lo sappiamo bene perchè in campionato non riusciamo mai a trovare un minimo di continuità. Era importante far riposare alcune giocatrici ma era importante, soprattutto per me, ritrovarne in campo altre come Anastasia, Marina e Giulia. Sicuramente possono e saranno utili da qui alla fine del campionato. Sono davvero contento anche della loro prestazione ».

Marina Zambelli (Pomì Casalmaggiore)- « Sono contenta la squadra doveva vincere e ha vinto, sono anche contenta per aver giocato. Sono convinta di lavorare bene con la squadra, purtroppo i risultati spesso non arrivano, diciamo che sono un po’ di più le cose negative questa stagione, quindi quando c’è qualcosa di positivo, come questa vittoria, bisogna farne tesoro e sperare che ci aiuti per il proseguo ».

IL TABELLINO-

POMI’ CASALMAGGIORE – LINAMAR-BEKESCSABAI RS KFT 3-0 (25-22, 25-18, 25-17)

POMI’ CASALMAGGIORE: Balkenstein-Grothues 9, Guiggi 9, Drews 17, Guerra 8, Lo Bianco 1, Zambelli 7, Sirressi (L), Napodano (L), Zago 1, Starcevic, Rondon. Non entrate: Martinez, Stevanovic. All. Lucchi.

LINAMAR-BEKESCSABAI RS KFT: Kosekova 9, Glemboczki 8, Mlinar 9, Bodnar 3, Fresco 7, Dobi 13, Molcsanyi (L), Szedmak 6, Pekarik 1, Petrenko 1, Nagy, Ludman. All. Salomoni.

ARBITRI: Rodriguez Machin, Andersen.

NOTE – Durata set: 28′, 24′, 22′; Tot: 74′.

 

 

Articoli correlati

Commenti