Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Nazionali volley

Vedi Tutte
Nazionali volley

Volley: Dhl Express Italy al fianco delle nazionali azzurre

Volley: Dhl Express Italy al fianco delle nazionali azzurre
© Fipav

Presentato oggi presso la Sala Giunta del CONI il nuovo main sponsor che accompagnerà la Fipav fino a Tokyo 2020. Presenti il presidente del Coni Giovanni Malagò, il presidente federale Pietro Bruno Cattaneo e il CT Gianlorenzo Blengini

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 31 gennaio 2018 16:36

ROMA- Si è svolta oggi presso la Sala Giunta del CONI la presentazione dell’accordo tra la Fipav e Dhl Express Italy, nuovo Main Sponsor delle Nazionali di Pallavolo e Official Partner dei Grandi Eventi della Federazione. La partnership vedrà l’azienda, leader mondiale nel trasporto espresso internazionale, scendere in campo al fianco della Fipav sino alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020. La prima occasione per vedere sulle spalle degli azzurri le nuove maglie, svelate oggi nel corso dell’evento, sarà la Volleyball Nations League in programma a partire da maggio. A cominciare da questa stagione le divise azzurre, ideate e prodotte da Errèa Sport nelle tre versioni di colore azzurro, bianco e blu, saranno così caratterizzate da un tocco di giallo Dhl. 
In una Sala Giunta Coni affollata in ogni ordine di posto il moderatore Jacopo Volpi ha passato la parola al numero uno del Coni Giovanni Malagò:

« Voglio fare i complimenti alla pallavolo perché con questa partnership rafforza ulteriormente la propria immagine. Avere un main sponsor del calibro di DHL è un risultato davvero eccellente ottenuto dalla Fipav e testimonia ancora una volta la popolarità e la forza del movimento. Quando un’azienda importante come DHL investe significa che davvero crede nel proprio partner e vedendo i numeri della pallavolo non potrebbe che essere così. Da questo accordo sia la Fipav che DHL hanno delle aspettative molto alte, ma sono convinto che il percorso iniziato oggi e destinato a durare almeno sino alle Olimpiadi di Tokyo riserverà delle soddisfazioni ad entrambi ».

A seguire è intervenuto il Presidente Federale Pietro Bruno Cattaneo:

« Siglare questo accordo per me e per la Federazione è motivo di grande felicità e soddisfazione. Il fatto che un’azienda di livello mondiale come DHL abbia scelto il nostro sport deve inorgoglire tutto il mondo della pallavolo. Sono convinto che alla base della propria scelta ci sia oltre ad un’indubbia passione anche un’analisi approfondita sui numeri che ha il volley. Da sempre per la Fipav gli sponsor sono anche amici con i quali si condividono durevoli e proficui rapporti nel tempo. In questo senso è mio dovere ringraziare Kinder+Sport, per tanti anni sponsor di maglia, con il quale abbiamo vissuto tanti indimenticabili successi. Voglio precisare che comunque non si tratta di un addio, perché Kinder+Sport continuerà ad essere nostro partner per quanto riguarda i progetti del settore Scuola e Promozione.
Oltre ai numeri e agli aspetti tecnici sono convinto che DHL abbia sposato la nostra causa anche per i valori che la pallavolo è capace di trasmettere, l’esempio più recente è stata la finale di Coppa Italia maschile. La nostra speranza è che questo nuovo accordo possa essere suggellato da una grande estate delle nostre nazionali, entrambe impegnate nei Campionati Mondiali ».

Dello stesso tenore le dichiarazioni dell'Amministratore Delegato di DHL Express Italy, Alberto Nobis:

« Con la Partnership di oggi inizia un percorso triennale che ci auguriamo possa regalare emozioni e successi a tutti, appassionati e addetti ai lavori. Per DHL, la Nazionale e la maglia azzurra sono un valore assoluto: il Made in Italy, con il quale arricchiamo la nostra piattaforma internazionale di Partnership nel mondo dello sport.  DHL, infatti, crede da sempre nella forza dello sport e investe con successo in Partnership quali F1, Moto GP, Formula E e Rugby World Cup, sostenendo così coloro che si impegnano verso risultati eccellenti. La Pallavolo italiana è il simbolo dell’eccellenza nel panorama internazionale per successi ottenuti e valori espressi. La sfida che ci attende insieme alla Federazione è alzare l’asticella dell’eccellenza dei risultati conquistati fino ad oggi e allo stesso tempo divulgare e promuovere quei valori che DHL, come la FIPAV, fanno propri ogni giorno: rispetto, spirito di squadra, trasparenza, connessione. Lo sport connette il mondo: ci sono tutte le premesse perché il nostro gioco di squadra ci porti lontano ».

« Per me essere qui è un onore - il commento del Ct della nazionale maschile Gianlorenzo Blengini - vestire la maglia azzurra comporta sempre grandi responsabilità e con l’accordo di oggi possiamo dire di averne ancora un po’ di più sulle spalle. Ci piace comunque che sia così, perché viviamo di passione e allo stesso tempo di responsabilità. Nell’anno del Mondiale organizzato in casa avere un partner di livello mondiale penso sia davvero di buon auspicio e questo ci spingerà a dare ancora di più, gli obiettivi che ci siamo prefissati sono molto alti ».

A chiudere la serie di interventi è stato il Ct delle azzurre Davide Mazzanti:

« Con questa nuova maglia l’obiettivo è quello di iniziare un percorso che ci porti a grandi soddisfazioni, come in parte è già avvenuto lo scorso anno. Volendo fare un paragone, credo che per la Fipav essere legati ad un’azienda così importante sia come esaltare le potenzialità di una di una grande giocatrice in un sistema di gioco ben definito. DHL può esaltare il nostro movimento e io e Gianlorenzo con le nazionali azzurre possiamo esaltare il loro marchio ».

In sala erano presenti il Segretario Generale del CONI Roberto Fabbricini e il Responsabile della Preparazione Olimpica Carlo Mornati. In rappresentanza della Fipav hanno partecipato all’evento il vicepresidente Adriano Bilato e il Segretario Generale Alberto Rabiti, mentre per il Comitato Organizzatore dei Mondiali Carlo Magri. 
Erano presenti alla conferenza alcuni rappresentati dei principali sponsor della Federazione Italiana Pallavolo, quali Crai, Errèa e Kinder+Sport.

Articoli correlati

Commenti