Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: Volleyball Nations League, è Grand Italia: battuta la Cina
© Fivb
Nazionali volley
0

Volley: Volleyball Nations League, è Grand Italia: battuta la Cina

Le azzurre si impongono 3-1 ( 25-18; 25-14; 16-25; 18-25) sulle Campionesse Olimpiche rientrando in corsa per la qualificazione alla Final Six

HONG KONG- Nella Volleyball Nations League la nazionale italiana femminile una splendida Italia ha strapazzato la Cina 3-1 (25-18, 25-14, 16-25, 25-18) al termine di una partita davvero convincente la prestazione delle ragazze di Davide Mazzanti, capaci sin da subito di aggredire le avversarie e per due set buttarle fuori dalla partita. Una delle chiavi principali è stata la “gabbia” creata attorno alla stella Zhu: il muro e la difesa azzurra (eccezionale Monica Di Gennaro) non le hanno dato respiro, costringendo Lang Ping addirittura a sostituirla. Malinov, invece, ha innescato molto bene Paola Egonu e Miriam Sylla: autentiche spine nel fianco della difesa cinese.

Per molti tratti è parso di rivedere la bellissima Italia che nel 2017 a Nanchino ammutolì la Cina nella semifinale del World Grand Prix. L’unico calo c’è stato nel terzo set, quando le campionesse olimpiche sono riuscite a mettere in difficoltà Chirichella e compagne. Nel quarto parziale, infatti, l’Italia è tornato padrona del campo e si è andata a prendere una meritatissima vittoria.

Il successo, oltre a rappresentare una grande iniezione di fiducia, permette alle azzurre, 4v e 14p nella classifica generale, di rimanere in corsa per la qualificazione alla Final Six della VNL. Nella notte tra venerdì e sabato le azzurre partiranno alla volta di Rotterdam, dove nel 4° round (5-7 giugno) affronteranno le vice campionesse olimpiche serbe, l’Olanda e la Repubblica Dominicana.

Come formazione iniziale il ct azzurro ha schierato Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Bosetti e Sylla, centrali Chirichella e Danesi, libero De Gennaro.

Spettacolare l’inizio dell’Italia, un muro efficace e un’ottima fase difensiva (De Gennaro super) hanno ingabbiato la stella Zhu mandando in crisi le padrone di casa (8-2). Il servizio azzurro ha messo sotto pressione le campionesse olimpiche, mentre Sylla è andata a segno a ripetizione, concretizzando le tante difese azzurre (13-8). Con il passare del gioco a tutto questo si è aggiunto la potenza di Egonu e l’efficienza delle centrali Chirichella-Danesi (20-14). Il risultato è stato un perentorio (25-18), frutto del dominio azzurro.

Nella seconda frazione Lang Ping ha stravolto la formazione cinese: cinque le giocatrici nuove rispetto a allo starting six. Con il nuovo schieramento le padrone di casa all’inizio hanno retto l’urto azzurro (7-7), ma si è trattato solo di un momento. Le ragazze di Mazzanti, infatti, hanno sbarrato continuamente la strada alla Zhu, tanto da costringerla a sedersi panchina (7-7). Senza la principale bocca di fuoco le cinesi si sono spente, al contrario dell’Italia che è salita di livello e ha spazzato via le avversarie (25-14).

La reazione cinese (in campo Zhu) è arrivata nel terzo parziale, l’attacco azzurro ha incontrato diverse difficoltà, venendo ben contenuto dalla difesa delle avversarie (6-9). L’Italia non è riuscita a invertire il trend ed ha perso contatto dalla Cina (13-19), dovendosi arrendere (16-25).

In avvio di quarto set Egonu e Zhu hanno trascinato le proprie squadre, mantenendo la situazione in equilibrio sino al primo time-out tecnico (8-7). Le fasi successive, però, hanno visto le azzurre tornare al comando, guadagnando un vantaggio consistente (17-13). L’Italia è tornata quella dei primi due set e per la Cina non c’è stato più niente da fare (25-18).

I PROTAGONISTI-

Davide Mazzanti (Allenatore Italia)- « Sono davvero contento perché le ragazze oggi hanno fatto una grandissima partita. I primi due set sono stati bellissimi, poi nel terzo ci siamo innervositi su alcune cose che non ci venivano e la Cina ne ha approfittato. Nel quarto siamo stati bravi a riprendere il nostro ritmo, attaccando molto bene. Per tutta la gara ho visto una squadra attenta che è rimasta sempre lucida. Le ragazze oggi hanno messo in campo tanta carica agonistica, cercando di aggredire sin da subito le avversarie. Dopo le difficoltà della prima tappa, è già la seconda volta che chiudiamo al primo posto il nostro girone e questo è importante perché era uno dei mini obiettivi che ci eravamo posti. La classifica generale è ancora complicata, perché le prime quattro sconfitte pesano tanto. Noi, comunque, siamo soddisfatti di quello che stiamo facendo e dobbiamo continuare a pensare giorno dopo giorno ».

Monica De Gennaro (Italia)- « Abbiamo chiuso questa tappa in crescendo, disputando una bellissima partita oggi. Sin dall’inizio il nostro servizio ha funzionato molto bene e anche per questo siamo riusciti a rallentare il gioco delle cinesi. La nostra fase muro-difesa ha limitato tanto la Zhu, e poi per quanto riguarda la fase break secondo me siamo state eccezionali. Sono molto soddisfatta perché trovare una simile intesa dopo una sola settimana che ci alleniamo insieme non era affatto scontato. In generale siamo un bel gruppo, giovane che si diverte, oggi abbiamo messo in campo la giusta attenzione r aggressività. La prossima tappa sarà tosta, ma c’è tanta voglia di continuare su questa strada e continuare a crescere ».

Miriam Sylla (Italia)- « Siamo state veramente brave, abbiamo tirato fuori il carattere e poi, come avevo già detto, abbiamo intrapreso un cammino e mi sembra che stia procedendo nella giusta direzione. Come è normale ci sono ancora ampi margini di miglioramento, in alcuni momenti sbagliamo troppo, ma ci stiamo lavorando duramente. Oggi si è vista la vera Italia, tenace, che non molla nessun pallone, e quando capita un calo resta sempre unita, sapendosi rialzare tutta assieme. Io venivo da un anno abbastanza complicato e adesso ho tanto voglia di riscattarmi ».

IL TABELLINO-

CINA - ITALIA 1-3 (18-25, 14-25, 25-16, 18-25)

CINA: Zhu 12, Gong X. 2, Wang Y. 1, Yan N. 3, Duan F. 1, Ding X. Libero: Wang M. Li Y. 5, Yang F. 11, Yao D. 2, Lin (L), Hu M. 8, Liu X. 7. N.e.: Yang H. All. Lang Ping

ITALIA: Malinov 2, Bosetti 5, Chirichella 9, Egonu 26, Sylla 21, Danesi 7. Libero: De Gennaro. Cambi, Pietrini 1, Lubian. N.e: Mingardi, Fahr. Guerra e Parrocchiale. All. Mazzanti

Arbitri: Sowapark (Tha) e Fernandez (Spa).

Durata Set: 26’, 24’, 26’, 25’.

Cina: 2 a, 8 bs, 10 m, 23 et.

Italia: 3 a, 13 bs, 11 m, 22 et.

I RISULTATI DELLA POOL 12, HONG KONG-

Italia, Argentina, Cina, Giappone.

29/5 Giappone - Italia 3-2 (20-25, 25-23, 20-25, 25-23, 15-11); Cina - Argentina 3-0 (25-22, 25-16, 25-12).

30/5 Argentina - Italia 0-3 (15-25, 16-25, 18-25); Cina - Giappone 3-0 (25-21, 25-19, 25-17)

31/5 Giappone - Argentina 3-0 (25-16, 25-21, 25-21); Cina - Italia 1-3 (18-25, 14-25, 25-16, 18-25)

LA CLASSIFICA-      

Stati Uniti (8v, 25p); Serbia e Brasile (7v, 21p); Olanda (7v, 20p); Turchia (6v, 18 p); Cina (5V, 16 p); Russia (5V, 14p); Italia (4v e 14p); Corea del Sud e Giappone (4v, 11p); Germania (3v, 8p); Rep. Dominicana (2v, 8p); Thailandia e Belgio (2v, 6p); Polonia (2v, 5p); Argentina (0v, 0p).

IL CALENDARIO DELLE AZZURRE NEL 4° ROUND-  

Pool 13 Rotterdam, Olanda 5-7 giugno: 5/6 Italia - Serbia (16.30); 6/6 Olanda - Italia (19.30); 7/6 Repubblica Dominicana - Italia (16.30).

Vedi tutte le news di Nazionali volley

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti