Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

SuperLega

Vedi Tutte
SuperLega

Volley: Superlega, Milano punta su Alessandro Tondo

Volley: Superlega, Milano punta su Alessandro Tondo
© Legavolley

Il centrale pugliese esordirà la prossima stagione in Superlega dopo cinque stagioni nella Conad Reggio Emilia

Sullo stesso argomento

 

lunedì 13 giugno 2016 14:14

MILANO- La Revivre Milano prosegue la sua campagna di rafforzamento tesserando il 25enne pugliese Alessandro Tondo al debutto in SuperLega con Milano, affiancando capitan De Togni nel ruolo di centrale. « Alessandro ha caratteristiche importanti e merita la possibilità di giocare in SuperLega ». Afferma coach Monti.

LA CARRIERA-

Alessandro Tondo è nato a Lecce il 18 agosto del 1991. A soli vent’anni fa il suo esordio in serie A2 con la Edilesse Conad Reggio Emilia, club nel quale rimane fino alla scorsa stagione. Il centrale venticinquenne di 202 cm, è già stato convocato in nazionale seniores nel 2015 dall’allora CT Mauro Berruto per un collegiale a Roma nell’ambito del “Progetto Rio 2016”

LE DICHIARAZIONI-

Alessandro Tondo- « Sono contentissimo e pronto a dare il meglio di me. A dire la verità gli anni scorsi c'era già stato un tentativo di passare nel massimo campionato, ma per questioni varie inerenti soprattutto alla sfera personale (mi sono laureato a Marzo in fisioterapia e studiando a Parma negli ultimi anni ho preferito rimanere a giocare a Reggio) ho preferito rinunciare. Mi ero comunque ripromesso di compiere il salto di categoria che si è realizzato quest’anno grazie alla chiamata di Milano. Sento un po’ di tensione per il prossimo anno, perché finché sono rimasto in A2 tutti mi conoscevano e posso dire che sia stato sempre più facile rimanere nello stesso campionato, ora invece devo rimettermi in gioco e farmi apprezzare, so che sarà difficile, ma anche molto emozionante come è stato il primo anno in A2. Devo e voglio dare il meglio di me ».
Luca Monti (Allenatore Revivre Milano)- « Posso dire che avevamo cercato di prendere Alessandro già l’anno scorso, senza però riuscirci. Personalmente l’avevo notato tre anni fa quando allenavo Vibo in A2. Secondo me è un ragazzo che deve aver possibilità di giocare in SuperLega, se lo merita perché ha delle caratteristiche importanti in attacco e al servizio e anche a muro ci sa fare. Secondo me deve solo avere la possibilità di provare e confrontarsi con questa categoria. Noi siamo contenti di avergli fatto coronare un sogno e siamo soddisfatti della sua scelta e che lui abbia sposato il nostro progetto. Speriamo di svelare un nuovo ed importante giocatore per la pallavolo italiana ».

Articoli correlati

Commenti