Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: Superlega, Perugia scrive la storia: conquistato il primo scudetto
SuperLega
0

Volley: Superlega, Perugia scrive la storia: conquistato il primo scudetto

Battendo in Gara 5 la Cucine Lube Civitanova per 3-0 (25-22, 25-23, 27-25) la formazione di Bernardi si cuce per la prima volta il tricolore sul petto

PERUGIA- Perugia è Campione d’Italia. È questo il verdetto della Superlega 2017-2018 con i Block Devils che nel catino del PalaEvangelisti sconfiggono 3-0 in gara 5 la Cucine Lube Civitanova cucendosi al petto, per la prima volta nella loro storia, l’ambito triangolino tricolore, completando il triplete dopo la vittoria in Supercoppa e Coppa Italia. Grandissima prova della squadra di Lorenzo Bernardi stasera, trascinata dai quattromila e più, tutti di bianco vestiti, saliti a Pian di Massiano. Match perfetto dei bianconeri contro un grande avversario come la Lube, che anche stasera la ha provate tutte per tenersi sul petto lo scudetto con Juantorena, Sokolov e Kovar ultimi ad abdicare. Ma Perugia, in un match sempre molto combattuto, non poteva farsi scappare l’occasione della vita. Monumentale Atanaijevic, Mvp con 17 punti e 2 ace, di ghiaccio lo Zar Ivan Zaytsev, autore degli ultimi tre punti dell’infuocato terzo set dopo che Civitanova aveva a sua volta avuto due palle set per rientrare in partita. Ma grande De Cecco, direttore d’orchestra sopraffino, grandi Anzani e Podrascanin monolitici al centro, splendido Berger, chiamato in causa nella partita più importante, il numero uno in seconda linea Max Colaci, il vero valore aggiunto di questa squadra. Tutto guidato come sicuramente meglio non si può da Lorenzo Bernardi, che si prende il primo scudetto da allenatore dopo i nove da giocatore. Alla fine è festa, festa grande, festa vera, festa genuina. Con il Presidente Gino Sirci a guidare cori ed a gioire finalmente, dopo due finali perse, per il primo storico scudetto.

I PROTAGONISTI-

Lorenzo Bernardi (Allenatore Sir Safety Perugia)- « E’ stato uno scudetto fantastico. Sapevo che sarebbe arrivato. Perugia ha scritto la storia, ancora non ci rendiamo conto di quello che abbiamo fatto. Godiamocelo tutto. »

Marko Podrascanin (Sir Safety Perugia)- « In Gara 5 abbiamo battuto una delle squadre più forti del mondo. Abbiamo centrato una splendida tripletta con Supercoppa Coppa Italia e Scudetto. Questo è un ambiente che ha fatto cose grandissime ed è cresciuto fino a questo risultato. Siamo stati sempre concentrati e determinati su questo grande obiettivo che oggi è finalmente arrivato. Vogliamo festeggiare e riposare prima di concentrarsi sulla Champions ».

Luciano De Cecco (Sir Safety Perugia)- « Sapevo che potevamo vincere perché i miei compagni sono ragazzi straordinari. Emozione, ansia, tensione, abbiamo fatto fronte a tutto, vivere queste situazioni è molto dispendioso ma questa squadra non ha mai sbagliato una partita importante. Mai scudetto è stato più meritato ».

Ivan Zaytsev (Sir Safety Perugia)-  « Titolo davvero speciale per me.  Vincere giocando a banda è una soddisfazione incredibile. Ho vinto due scudetti cambiando ruolo ed è davvero molto bello. Alla faccia di quelli che dicono che sono più popolare che bravo. Lo dedico a tutta questa gente che se lo merita davvero ».

Giampaolo Medei (Allenatore Cucine Lube Civitanova)- « Nel primo set la battuta di Perugia ha fatto la differenza, noi siamo partiti bene stando a lungo davanti poi ci hanno messo in difficoltà. Per il resto c’è molto rammarico perché nel secondo e terzo set ci sono state situazioni a nostro favore non sfruttate che hanno agevolato i nostri avversari. Complimenti a Perugia che ha meritato la vittoria dello Scudetto ».

Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova)- « Ormai è andata, bisogna fare i complimenti ai nostri avversari che sono diventati campioni d’Italia. Peccato perché non abbiamo chiuso diverse free ball e contrattacchi, se regaliamo tanto a una squadra forte come Perugia diventa tutto più complicato. Non è stato un 3-0 secco come il risultato può dire, siamo stati sempre lì ma non siamo riusciti a portare a casa nemmeno un set. Ora stacchiamo la testa per un po’ e pensiamo alla Champions League ».

IL TABELLINO-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA - CUCINE LUBE CIVITANOVA 3-0 (25-22, 25-23, 27-25)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Zaytsev 10, Podrascanin 5, Atanasijevic 17, Russell 6, Anzani 7, Berger 6, Colaci (L), Cesarini (L), Shaw 0. N.E. Andric, Della Lunga, Ricci. All. Bernardi.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Christenson 4, Juantorena 10, Stankovic 5, Sokolov 18, Kovar 14, Cester 3, Marchisio (L), Storani (L), Zhukouski 0, Sander 1, Grebennikov (L), Candellaro 1, Casadei 0. N.E. Milan. All. Medei.

ARBITRI: Boris, Rapisarda.

NOTE - durata set: 30', 34', 38'; tot: 102'.

MVP: Atanasijevic
Spettatori: 4.291
L'ALBO DORO-
SENZA I PLAY OFF-
1946              Robur Ravenna
1947              Robur Ravenna
1948              Robur Ravenna
1949              Robur Ravenna
1950              Ferrovieri Parma
1951              Ferrovieri Parma
1952              Robur Ravenna
1953              Minelli Modena
1954              Minelli Modena
1955              Minelli Modena
1956              Crocetta Modena
1957              Avia Pervia Modena
1958              Ciam Villa D’Oro Modena
1959              Avia Pervia Modena
1960              Avia Pervia Modena
1961              Ciam Villa D’Oro Modena
1962              Interauto Avia Pervia Modena
1962/63         Avia Pervia Modena
1963/64         Ruini Firenze
1964/65         Ruini Firenze
1965/66         Virtus Bologna
1966/67         Virtus Bologna
1967/68         Ruini Firenze
1968/69         Pallavolo Parma
1969/70         Panini Modena
1970/71         Ruini Firenze
1971/72         Panini Modena
1972/73         Ruini Firenze
1973/74         Panini Modena
1974/75         Ariccia Roma
1975/76         Panini Modena
1976/77         Federlazio Roma
1977/78         Paoletti Catania
1978/79         Klippan Torino
1979/80         Klippan Torino
1980/81         Robe di Kappa Torino
 
CON I PLAY OFF-
1981/82         Santal Parma
1982/83         Santal Parma
1983/84         Kappa Torino
1984/85         Mapier Bologna
1985/86         Panini Modena
1986/87         Panini Modena
1987/88         Panini Modena
1988/89         Panini Modena
1989/90         Maxicono Parma
1990/91         Il Messaggero Ravenna
1991/92         Maxicono Parma
1992/93         Maxicono Parma
1993/94         Sisley Treviso
1994/95         Daytona Las Modena
1995/96         Sisley Treviso
1996/97         Las Daytona Modena
1997/98         Sisley Treviso
1998/99         Sisley Treviso
1999/00         Piaggio Roma
2000/01         Sisley Treviso
2001/02         Casa Modena Salumi
2002/03         Sisley Treviso
2003/04         Sisley Treviso
2004/05         Sisley Treviso
2005/06         Lube Banca Marche Macerata
2006/07         Sisley Treviso
2007/08         Itas Diatec Trentino
2008/09         Copra Nordmeccanica Piacenza
2009/10         Bre Banca Lannutti Cuneo
2010/11         Itas Diatec Trentino
2011/12         Lube Banca Marche Macerata
2012/13         Itas Diatec Trentino
2013/14         Cucine Lube Banca Marche Macerata
2014/15         Diatec Trentino
2015/16         DHL Modena
2016/17         Cucine Lube Civitanova
2017/18         Sir Safety Conad Perugia

 

 

 

Vedi tutte le news di SuperLega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti