Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

A2 femminile

Vedi Tutte
A2 femminile

Volley: A2 Femminile, Cuneo perde un punto, Mondovì la raggiunge

Volley: A2 Femminile, Cuneo perde un punto, Mondovì la raggiunge

Nella 1a di ritorno la squadra di Salvagni la spunta solo al tie break contro Trento mentre le ragazze di Delmati travolgono Marsala e conquistano la vetta

Sullo stesso argomento

 

sabato 6 gennaio 2018 18:52

ROMA- Continua anche nella 1a giornata di ritorno la magnifica incertezza del campionato di A2 femminile che regala sempre emozioni e ribaltamenti in testa alla classifica. La Ubi Banca San Bernardo Cuneo deve faticare cinque set per battere, dopo essere andata sotto 0-2, una splendida Delta Informatica Trentino.

Il punto perso dalle ragazze di Salvagni consente alla LPM Bam Mondovì di raggiungerle in classifica grazie al facile successo interno sulla Sigel Marsala.

Ad un punto dalla coppia di testa la Fenera Chieri che ha espugnato, senza troppi problemi, il campo della Golem Olbia.

Vicinissima alla vetta anche Battistelli S.G. Marignano che ha dovuto soffrire ma alla fine ha domato un’ottima Zambelli Orvieto.

Sale ancora la Savallese Millenium Brescia, all’ottava vittoria di fila, impegnata allo spasimo dalla P2p Givova Baronissi ma capace di giocare al meglio gli arroventati finali di set.

Cade Soverato, e perde terreno rispetto alle prime, al cospetto di un Barricalla Collegno in grande condizione.

Dagli alti contenuti tecnici e ad agonistici la sfida fra Conad Olimpia Teodora Ravenna e la Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, risolta al tie break dalle ragazze di Angelini.

Completerà il turno Club Italia Crai-Bartoccini Gioiellerie Perugia che scenderanno in campo domani alle 17.00.

TUTTE LE SFIDE-

BARRICALLA COLLEGNO – VOLLEY SOVERATO-

Il Barricalla Collegno apre il 2018 con una grande vittoria nella Samsung Galaxy Volley Cup di serie A2 femminile al Pala Alpignano, 3-1 sul Volley Soverato.

La cronaca. Coach Marchiaro scende in campo con Morolli in palleggio, Agostinetto opposto, al centro Pastorello e Gobbo, schiacciatrici Schlegel e Fiorio, Lanzini libero. Risponde coach Barbieri con Pizzasegola in palleggio, Mc Mahon opposto, al cento Frigo e Millesimo, schiacciatrici Donà e Gray, Caforio libero. Convocate per l’occasione le under 18 Caporaso e Siviero in sostituzione delle influenzate Poser e Brussino. Ad aprire le danze sono due mani fuori di Agostinetto e Fiorio, 2-0 per il Barricalla. Il primo punto per Soverato è a firma Gray. Muro a uno su Millesimo di Fiorio ed è 3-1 CUS. Nuovamente Gray per Soverato, 3-2. Invasione per le ospiti ed è 4-2 Collegno. Altro mani fuori per Agostinetto ed è 5-2. Gray per Soverato ed è 5-3. Errore al servizio, 6-3 CUS. Muro Schlegel-Pastorello su Mc Mahon, 7-3 Barricalla ed è time-out Soverato. 8-4 per il CUS su errore di Soverato. È un attacco di Schlegel a firmare il 9-4. Donà mette a terra la palla del 9-5. Una palletta vincente di Morolli e il CUS è in doppia cifra: 10-5. Muro per Soverato, 10-6. Punto per Gray, 10-7. Invasione cussina, 10-8. Ace di Donà, 10-9 ed è time out Collegno. Seconda linea vincente di Agostinetto, 11-9. Nuovo punto per Gray, 11-10. Errore cussino ed è parità: 11-11. Errore in battuta per Soverato, 12-11. Attacco vincente per capitan Gobbo, 13-11. Erroe in battuta per il Barricalla, 13-12. Mani fuori di Agostinetto, 14-12. Mani fuori per Gray, 14-13. Palletta di capitan Gobbo, 15-13. Errore cussino, 15-14. Palletta vincente di Morolli, 16-14. Nuovo punto per le ospiti, 16-15 ma un errore in battuta riporta a più due il CUS. Errore per Soverato, 18-15 e secondo time out per le ospiti. Dentro Courroux per Morolli. Muro vincente di Pastorello 19-15. Nuovo muro di Pastorello su Gray, 20-15. Invasione cussina, 20-16. Attacco vincente per Fiorio, 21-16. Nuovo attacco per Gray, 21-17. Mani fuori per Soverato, 21-18. Time out per il Barricalla. Invasione per Valli, subentrata su Pizzasegola, ed è 22-18. Errore cussino in battuta. Rientra Morolli per Courroux e Pizzasegola su Valli. Sul 22-20 dentro Migliorin su Agostinetto. Punto per Gray, 22-21. Invasione per le ospiti ed è 23-21. Rientra Agostinetto per Migliorin. Errore Soverato, 24-21 per il CUS. Mani fuori per Agostinetto ed è 25-21 per il Barricalla.

Nel secondo parziale il primo punto è di Gray. Mani fuori di Mc Mahon ed è 2-0 Soverato. Fast di Pastorello, 2-1. Una serie di errori delle ospiti portano sul 4 pari. Soverato schiaccia sull’acceleratore con Donà in battuta ed è 6-9. Soverato continua con un buon ritmo e sul 7-11 coach Marchiaro chiede il primo time out. Sul 7-13 dentro Fragonas per Schlegel. Errore in battuta per Soverato, 8-13. Parallela vincente di Agostinetto, 9-13. Mani fuori di Fiorio, 10-13. Collegno si porta a meno due sul 13-15. Muro di Fiorio su Mc Mahon ed è 14-15, time out per coach Barbieri. Attacco vincente per Gray, 14-16. Invasione per le ospiti, 15-16. Mani fuori di Agostinetto, 16-17. Fast di Frigo, 16-18. Attacco vincente di Gray, 16-19, time out per il Barricalla. Ace di Donà 16-20. Muro per Soverato, 16-21. Rientra Schlegel per Fragonas. Veloce di Pastorello, 17-21. Attacco di Schlegel, 18-21. Errore di Mc Mahon, 19-21 ed è time out Soverato. Erore in servizio per il Barricalla, 19-22. Dentro Courroux e Vokshi per Agostinetto e Morolli. Punto per Gray, 19-23. Errore in battuta per Soverato, 20-23. Punto in attacco per Fiorio, 21-23. Attacco per Soverato, 21-24. Muro di Mc Mahon ed è 21-25.

Il terzo parziale parte con un sostanziale equilibrio. Prima 6-6, poi 10-10. Il primo allungo è del Barricalla sul 12-10 con una palletta di capitan Gobbo, ed è time out per coach Barbieri. Si rientra in campo con un attacco vincente di Agostinetto ed un muro di capitan Gobbo: 14-10. La solita Gray mette giù l’undicesimo punto per Soverato. Il Barricalla allunga nuovamente con un gran primo tempo di Gobbo e un doppio per le ospiti, 16-11 ed è secondo time out per Soverato. Mani fuori di Schlegel ed è 17-12. Replica Gray, 17-13. Errore cussino e sul 17-14 è time out per coach Marchiaro. Al rientro in campo firma il diciottesimo punto Agostinetto. Soverato accorcia le distanze sul 18-16, nuovo time out per coach Marchiaro. Seconda linea vincente per Agostinetto, 19-16. Doppio per Soverato, 20-16. Nuova seconda linea per Agostinetto, 21-16. Dentro Courroux per Morolli. Mani fuori di Donà, 21-17, rientra Morolli su Courroux. Errore in servizio per Soverato, 22-17. Seconda linea vincente per Agostinetto, 23-17. Primo tempo di Frigo, 23-18. Palletta vincente di Morolli ed è set point CUS: 24-18. Errore CUS, 24-19. Mani fuori Agostinetto, 25-19 per il Barricalla.

Nel quarto parziale parte forte il CUS e sul 4-1 è time out per Soverato. Gray però non ci sta e guida la rimonta delle ospiti sino al 5 pari. Un ace per Soverato porta per la prima volta in vantaggio le ospiti sul 7-8. È Frigo a firmare il 7-9 ed è time out per coach Marchiaro. Nuovo vantaggio per il Barricalla con un attacco di Fiorio, 12-11. Battuta vincente per Morolli, 13-11 e time out per le ospiti. Al rientro in campo palletta vincente per Fiorio, 14-11. Muro a uno di Fiorio su Bertone, 15-11. È una veloce di capitan Gobbo a firmare il 16-13. Una parallela di Schlegel 17-13. Errore per Soverato, 18-13. Errore in servizio per il Collegno, 18-14. Mani fuori per Schlegel, 19-14. Veloce di Pastorello, 20-14. Attacco vincente di Soverato, 20-15. Errore in battuta per le ospiti 21-15. Attacco vincente di Donà, 21-16. Palletta vincente di Donà, 21-17. Attacco vincente per Soverato, 21-18 ed è time out per il Barricalla. Errore per Donà, 22-18. Palletta out per Frigo, 23-18 CUS. Dentro Courroux per Morolli. Attacco per Soverato, 23-19 e rientra Morolli per Courroux. Errore in battuta per Donà, match point per il Barricalla. Un attacco di Agostinetto chiude l’incontro 3-1 a favore del CUS.

I PROTAGONSTI-

Valentina Pastorello (Barricalla Collegno)- « Siamo molto contente per un risultato non scontato. Questi tre punti d’oro sono merito di tutto l’organico. La prossima a Perugia sarà nuovamente una trasferta ostica, ma come del resto tutte quelle che ci rimarranno da affrontare ».

Melissa Donà (Volley Soverato)-« Sapevamo di affrontare una squadra forte e ben attrezzata. È stata una partita molto intensa e dispiace perché una vittoria avrebbe fatto morale ».

IL TABELLINO-

BARRICALLA COLLEGNO – VOLLEY SOVERATO 3-1 (25-21 21-25 25-19 25-19)

BARRICALLA COLLEGNO: Schlegel 13, Pastorello 5, Morolli 3, Fiorio 14, Gobbo 11, Agostinetto 18, Lanzini (L), Courroux, Fragonas, Migliorin, Vokshi. Non entrate: Siviero, Colamartino (L), Caporaso. All. Marchiaro.

VOLLEY SOVERATO: Dona’ 10, Frigo 10, Pizzasegola, Gray 22, Millesimo, Mc Mahon 8, Caforio (L), Bertone 7, Taborelli 5, Valli 2, Formenti (L). All. Barbieri.

ARBITRI: Morgillo, Cavicchi.

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO – DELTA INFORMATICA TRENTINO-

Il 2018 dell’UBI Banca S.Bernardo Cuneo inizia con una sofferta ma importante affermazione casalinga con la Delta Informatica Trentino. In un Pala UBI Banca nuovamente gremito di spettatori, le biancorosse incassano punti pesanti grazie al primo tie-break vincente della stagione, riuscendo nell’impresa di ribaltare due set di svantaggio, ‘vendicando’ così la sconfitta subita nella gara di andata e continuando il cammino in vetta alla classifica.

Coach Salvagni inaugura il 2018 con capitan Dalia in regia, Vanžurová opposto, Bertone e Mastrodicasa centrali, Borgna e Segura schiacciatrici, Bruno libero. Sulla panchina trentina coach Negro risponde con Moncada in palleggio, Kiosi in diagonale, al centro Fucka e Moretto, Fiesoli e Dekany in banda, libero Zardo. Cuneo avanti nelle prime battute di gioco, ma Trento non demorde e pareggia i conti a quota 10 per poi avanzare sino all’11-13, quando la panchina cuneese richiama in panchina le ragazze per il primo time out del match. Cuneo recupera ed il set avanza punto a punto sino al 18-18. Le ospiti trovano l’allungo e sul 18-20 nuovo break di coach Salvagni che però non riesce ad arginare le rivali. Nel finale in campo anche Aliberti ma la Delta Informatica Trentino chiude la prima frazione sul 19-25 (0-1).

Seconda frazione di gioco che si apre all’insegna dell’equilibrio tra le due formazioni sino al 10-10. Trento cambia marcia e avanza sino al 13-17, quando coach Salvagni chiama t.o. e manda in campo Bonifazi in regia. Sul 17-21 tornano in campo Dalia e  Vanžurová, ma Trento chiude con due ace sul 17-25 (0-2).

La terza frazione vede la rabbiosa reazione delle padrone di casa che si portano sul 7-3 senza troppe esitazioni: coach Negro chiama t.o. ma Cuneo allunga sino al 12-4. Le biancorosse guidano saldamente il set e sul 17-9 coach Negro sfrutta anche il secondo break a disposizione. Dalia e compagne continuano incontrastate il proprio cammino e chiudono il set sul 25-14 (1-2).

Dopo la ‘sfuriata’, Cuneo ritorna in campo per la quarta frazione con Trento che prende le giuste contromisure. Avvio punto a punto sino al 13-13, poi Cuneo si porta avanti grazie ad un buon turno al servizio di Borgna. Coach Negro chiama t.o. sul 15-13 in favore dell’UBI Banca S.Bernardo Cuneo. Ace di Re per il 19-17 con successivo muro di Bertone che lancia Cuneo a quota 20: puntuale arriva il minuto richiesto da coach Negro. Le padrone di casa procedono il loro cammino, propiziate dalla ritrovata lucidità in battuta, sino al 25-20 finale (2-2): come all’andata Cuneo-Trento si decide al tie-break.

Per la quinta volta in stagione cuneesi al quinto set: il palazzetto si scalda, Cuneo va avanti 5-3, Trento prontamente pareggia i conti e ribalta la situazione (5-6). Al cambio campo è però Cuneo avanti 8-6. Ancora un punto per le padrone di casa e coach Negro sfrutta il t.o. sul 9-6, ma Cuneo continua la marcia e sull’11-6 arriva anche il secondo minuto della panchina trentina. La fast di Mastrodicasa concede a Cuneo 5 match point (14-9), Trento ne annulla due e Salvagni sfrutta il primo t.o. del set. Al rientro in campo l’UBI Banca S.Bernardo Cuneo chiude il set sul 15-11 aggiudicandosi il primo tie-break della stagione (3-2).

I PROTAGONISTI-

Francois Salvagni (Allenatore UBI Banca S.Bernardo Cuneo)- « Mi è piaciuta la squadra come mi era piaciuta con Mondovì. Abbiamo iniziato benissimo, poi c’è stato un momento dove Trento ha avuto più coraggio ed ha portato a casa due set. Poi abbiamo svoltato, è venuta fuori la nostra squadra: prima vittoria al quinto set della stagione, anno nuovo tie-break nuovo. Sono contento per la reazione delle ragazze: è stata una settimana difficile, condizionata dal virus influenzale, ma ancora una volta siamo consapevoli di poter ‘pescare’ dalla panchina. Borgna ha meritato il premio della stampa per la continuità espressa nei cinque set, ma a turno tutte le ragazze hanno fatto un gesto da campioni. Spiace perché possiamo fare ancora qualcosa in più nel lavoro d’attacco, ma nei momenti più difficili abbiamo la forza di riunirci e ripartire » .

Nicola Negro (Allenatore Delta Informatica Trentino)- « Rimane il rammarico per non aver saputo amministrare i due set di vantaggio – spiega a fine gara Nicola Negro, tecnico della Delta Informatica Trentino -. Nelle prime due frazioni abbiamo espresso un’ottima pallavolo, giocando con tanta pazienza e trovando ottime soluzioni in attacco. Dal terzo set in avanti Cuneo ha iniziato a difendere molto meglio e in quel frangente siamo mancati di lucidità, non abbiamo avuto più la pazienza necessaria per mettere palla a terra ed abbiamo subito il ritorno delle nostre avversarie. Rimane comunque un punto importante ottenuto sul campo della prima della classe ».

IL TABELLINO-

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO – DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-2 (19-25 17-25 25-14 25-20 15-11)

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO: Dalia 2, Segura 7, Bertone 4, Vanzurova 21, Borgna 21, Mastrodicasa 15, Bruno (L), Re 4, Aliberti 1, Bonifazi, Baiocco. All. Salvagni.

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Fiesoli 7, Moretto 12, Kiosi 18, Dekany 14, Fucka 8, Moncada 1, Zardo (L), Antonucci 1, Michieletto, Carraro. Non entrate: Moro. All. Negro.

ARBITRI: Santoro, Di Blasi.

NOTE – Durata set: 26′, 23′, 22′, 24′ , 17′ ; Tot: 112′.

GOLEM OLBIA – FENERA CHIERI-

La Golem Olbia non riesce ancora a interrompere la striscia negativa, e contro il Fenera Chieri accusa la decima sconfitta consecutiva nel campionato di Serie A2. Nella “prima” del 2018, le galluresi hanno lottato in maniera produttiva per i primi due set contro un avversario ben più quotato, mentre nel terzo non sono riuscite a opporsi efficacemente a un Fenera trascinato dall’ex Angelina (19 punti).

La gara. La Golem ritrova Soos e parte bene, costringendo le avversarie a giocare punto a punto fino al 16 pari. In questa fase però, grazie ai punti messi a terra da Manfredini e Perinelli, il Fenera riesce a guadagnare un vantaggio reso poi più ampio grazie alle iniziative vincenti di Lualdi. Spalle al muro sul -5 (18-23), l’Hermaea trova le forze per rimettere le cose in discussione (21-23), ma Chieri chiude i giochi sul 22-25 grazie ad Angelina.

Il secondo set pare, almeno inizialmente, un monologo delle ragazze di Secchi, capaci di portarsi fino al +7 (6-13). Le padrone di casa però non ci stanno e riescono a mettere in piedi un break che riporta le cose in equilibrio (11-14). Le ospiti continuano a mantenere il vantaggio nonostante gli sforzi di Muresan e compagne e si portano sul 2-0 nel conto set grazie a un altro attacco vincente di Angelina (20-25).

Meno equilibrata la terza frazione, nella quale la Golem non riesce a dar seguito a un buon avvio, e dopo esser stata ripresa a quota 10 scivola indietro sotto i colpi di Angelina fino ad arrendersi definitivamente sul 15-25.

Nuova battuta d’arresto, dunque, per la Golem, che accoglie il risultato senza drammi e pensa alla prossima sfida in casa della VolAlto Caserta. Una gara che, a questo punto, potrebbe davvero segnare l’inizio di un nuovo campionato.

IL TABELLINO-

GOLEM OLBIA – FENERA CHIERI 0-3 (22-25 20-25 15-25)

GOLEM OLBIA: Bartolini 4, Simoncini 1, Iannone 8, Barazza 3, Muresan 12, Uchiseto 4, Barbagallo (L), Soos 6, Murru 1, Caboni. Non entrate: Cecconello, Branca. All. Giangrossi.

FENERA CHIERI: Perinelli 7, Lualdi 6, De Lellis 1, Angelina 18, Akrari 5, Manfredini 17, Bresciani (L), Salvi 1, Mezzi. Non entrate: Sandrone, Colombano, Moretto. All. Secchi.

ARBITRI: Merli, Toni.

NOTE – Durata set: 26′, 26′, 22′; Tot: 74′.

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO – ZAMBELLI ORVIETO-

Diciassette punti nelle ultime sei gare sembrano dire che la strada è quella giusta. Sabato pomeriggio il pubblico fa la differenza nel match tra Battistelli e Orvieto: quello di San Giovanni funziona alla perfezione e, assieme ad un’ottima prestazione in ricezione e in difesa, permette a Saguatti e compagne di chiudere il match con una vittoria piena e convincente contro un’avversaria che, nonostante una strepitosa Ginnaneschi (17 punti) rimane in partita fino metà del secondo set.

Agli ordini degli arbitri Andrea Rossetti di Fabriano e Matteo Selmi di Modena le squadre scendono in campo con le seguenti formazioni: Battistelli: Battistoni in regia con Zanette opposto, Saguatti e Markovic laterali, Caneva e Casillo al centro e Gibertini libero. All. Saja, vice Zanchi. Orvieto: Valpiani al palleggio con Ginnaneschi opposto, Zonta e Santini laterali, Mio Bertolo e Montani al centro e Venturi libero. All. Solforati.

La cronaca. In un palazzetto che fa registrare anche oggi il “sold out” coach Saja parte con la formazione titolare mentre la compagine orvietana è orfana di Grigolo e Aricò. Partono bene le padrone di casa che si portano sul 5/2. Complici i soliti errori al servizio ed un paio di muri di Mio Bertolo le rupestri trovano il vantaggio 8/10. Ancora Mio Bertolo e Santini a punto costringono coach Saja a fermare il gioco sul 9/12. Con un buon apporto delle centrali Orvieto allunga e si porta sul 14/20. Saja riferma il gioco e sostituisce Markovic con Bordignon. Nulla cambia perché Ginnaneschi fa buona mostra della sua esperienza e con tre punti consecutivi chiude il set 18/25.

Set che parte in fotocopia del primo con le padrone di casa che allungano 5/2 ma si fanno raggiungere sul 9/9. Sul vantaggio di Orvieto Saja chiama time out: 11/12. E’ la Saguatti dei tempi migliori che suona la carica e porta avanti la Battistelli sul 18/15 con coach Solforati che ferma il gioco. Ancora un punto con bel muro di Casillo costringe Solforati al nuovo time out: 20/15. Due punti di Ginnaneschi riaccendono il set, ma prima Zanette poi Casillo ristabiliscono le distanze: 22/18. L’errore di Santini regala il set point alle padrone di casa che al secondo tentativo chiudono con palla corta di Caneva.

La Battistelli crea un mini break di 2 punti in avvio ed il set procede punto a punto fino al 14/12. Quando le marignanesi cercano l’allungo, coach Solforati chiama time out: 16/12. Il gioco riprende e Zanette crea il break decisivo: 20/15. Solforati richiama time out. Riprende il gioco e sul servizio di Saguatti Saja alza il muro con Nasari che va subito a segno: 23/16. Ancora Nasari ed è set point che, al secondo tentativo, Nasari chiude con il punteggio di 25/17.

Il quarto parziale sembra non avere padroni fino al 13/13 quando tre punti consecutivi di Zanette creano un mini break per le padrone di casa, costringendo coach Solforati a chiamare time out (16/13). La Zambelli si rifà sotto (20/19) ma prima Saguatti poi Markovic ristabiliscono il vantaggio e coach Solforati ferma ancora il gioco sul 22/19. Casillo fa 23 con un muro e Zanette con una pipe fa 24. Errore in battuta per Saguatti e punto di Montani fanno fermare il gioco a coach Saja: 24/22. Un ace di Mio Bertolo porta lo score sul 24/23. Ma è Elisa Zanette che fa scorrere i titoli di coda fissando il risultato finale sul 25/23.

IL TABELLINO-

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO – ZAMBELLI ORVIETO 3-1 (18-25 25-20 25-17 25-23)

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO: Markovic 8, Caneva 8, Zanette 22, Saguatti 12, Casillo 13, Battistoni, Gibertini (L), Nasari 2, Bordignon 1, Giordano. Non entrate: Gray, Sgarbossa. All. Saja.

ZAMBELLI ORVIETO: Ginanneschi 17, Mio Bertolo 15, Zonta 7, Santini 9, Montani 16, Valpiani, Venturi (L), Rocchi (L), Muzi, Ciarrocchi. Non entrate: Arico’, Grigolo. All. Solforati. ARBITRI: Rossetti, Selmi.

NOTE – Spettatori: 406,

Durata set: 21′, 24′, 23′, 26′ ; Tot: 94′.

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO-

Nonostante un avvio incerto, la Conad Olimpia Teodora la spunta per 3-2 al PalaCosta contro Montecchio. È l’apporto di tutto il gruppo a permettere la rimonta alle ragazze ravennati, che da sotto 1-2 e 15-18, trovano la forza di reagire, conquistarsi il tie break e vincerlo di forza con un netto 15-8.

Al fischio d’inizio Coach Angelini conferma il solito starting six con Bacchi, D’odorico, Scacchetti, Torcolacci, Menghi, Kajalina e Paris libero. Per Coach Bertolini in campo Bovo, Brutti, Marcolina, Kosareva, Gomiero e Giroldi, con Pericati libero. Il match si apre all’insegna dell’equilibrio, ma le padrone di casa riescono a trovare un primo allungo con il muro di Menghi per il 10-8. Il parziale si allunga grazie a un grande recupero di Bacchi e al muro di Kajalina che vale il 13-8, ma dal 14-9 parte la rimonta delle ospiti, capaci prima di accorciare sul 14-12, poi di pareggiare a quota 16. La Conad non riesce a invertire l’inerzia del match e si ritrova sotto 17-20, e non bastano due punti consecutivi della Capitana Bacchi per il 19-20 a ricucire, perché l’ace di Brutti vale il 19-22. Le ravennati con grande voglia riescono a trovare il pareggio sul 23-23, ma il finale sorride a Montecchio che porta a casa il primo set per 23-25.

Nel secondo parziale le ragazze di Coach Angelini cercano subito il riscatto e si portano 3-1 con due attacchi consecutivi di D’odorico e uno di Kajalina. La risposta ospite è però immediata e Montecchio sfrutta al meglio il passaggio a vuoto in ricezione dell’Olimpia Teodora, trovando prima il pareggio a quota 5, poi allungando fino al 5-9 grazie a due ace consecutivi di Marcolina. È la solita Bacchi a guidare la pronta riscossa delle padrone di casa che accorciano sul 9-10, poi la stessa Capitana e D’odorico firmano il sorpasso sul 14-13. Ravenna trova anche un mini allungo sul 15-13, ma viene ripresa e superata sul 16-17. Nel finale tiratissimo si accende D’odorico che prima con tre punti consecutivi griffa il 22-20 e il 23-21, poi chiude il set con la schiacciata del 25-23, impattando la partita sull’1-1.

In apertura di terzo parziale Montecchio sale subito 1-4 e prende un cospicuo vantaggio sul 4-10 grazie all’ace di Gomiero. Le ospiti doppiano il punteggio sul 7-14 e Coach Angelini prova a rimescolare le carte mandando in campo Aluigi, Vallicelli e Panetoni per Kajalina, Scacchetti e D’odorico. La solita Bacchi guida il tentativo di rimonta e firma il punto del 14-18, ma Montecchio è brava a mantenere il vantaggio nel finale nonostante il rientro di D’odorico, chiudendo il set per 20-25.

Parte con piede giusto il quarto set dell’Olimpia Teodora, che si porta subito sul 4-1 e poi sull’8-5 grazie al muro di Bacchi. Le ospiti reagiscono subito e con uno 0-5 di parziale sorpassano sull’8-10, ma Aluigi guida il contro-sorpasso ravennate sul 13-12.  Montecchio ancora una volta ribatte colpo su colpo e si riporta avanti, prima sul 14-16, poi sul 15-18, ma quando la partita sembra aver preso la strada dell’Emilia, le Leonesse trovano la reazione. Capitan Bacchi firma prima il 18-19, poi il sorpasso sul 22-21, e D’odorico con il pallonetto regala due set point alle padrone di casa sul 24-22. Il tie break si concretizza al secondo tentativo, quando ancora Bacchi chiude il parziale sul 25-23.

Il quinto e decisivo set è aperto dai gran muri di Torcolacci per il 3-1 e Aluigi per il 4-2, poi la schiacciata di D’odorico e due errori delle ospiti allungano il vantaggio della Conad fino a 7-3. Le squadre cambiano campo sull’8-3 e Ravenna scappa sul 13-4 dopo uno spettacolare salvataggio di Panetoni chiuso da Vallicelli, la solita palla messa a terra da Bacchi e un errore delle avversarie. C’è ancora da sudare per le ragazze di Coach Angelini, ma al quarto match point Aluigi firma la schiacciata del 3-2 finale.

I PROTAGONISTI-

Simone Angelini (Allenatore Conad Olimpia Teodora)- « Come troppo spesso ci succede in questo periodo abbiamo lasciato andare il primo set, partendo deconcentrati in ricezione e sul muro-difesa, ma soprattutto commettendo troppi errori in attacco. Queste disattenzioni ci condannano quindi a rincorse che non sempre sono possibili, infatti nel primo set siamo tornati a contatto, ma le troppe imprecisioni hanno regalato fiducia ai nostri avversari che ci hanno creduto portando a casa il parziale. Bisogna dire brave alle nostre avversarie che hanno offerto un’ottima prestazione in difesa non mollando mai e ci hanno messo molto in difficoltà. Ma soprattutto devo fare un applauso a tutte le ragazze e al gruppo al completo, perché nel momento del bisogno è stato il contributo di tutte a permetterci di gettare il cuore oltre l’ostacolo e conquistare due punti che a un certo punto sembravano insperati ».

IL TABELLINO-

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 3-2 (23-25 25-23 20-25 25-23 15-8)

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Bacchi 26, Menghi 7, Kajalina 15, D’Odorico 18, Torcolacci 5, Scacchetti, Paris (L), Aluigi 12, Vallicelli 1, Panetoni. Non entrate: Ceroni, Drapelli. All. Angelini.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Giroldi 1, Kosareva 8, Bovo 8, Marcolina 18, Gomiero 12, Brutti 16, Pericati (L), Pamio 11, Stocco 1, Lucchetti, Fiocco. Non entrate: Fontana. All. Bertolini.

ARBITRI: Brancati, Dell’Orso.

NOTE – Durata set: 26′, 28′, 25′, 29′ , 16′ ; Tot: 124′.

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA – P2P GIVOVA BARONISSI- 

La prima giornata del girone di ritorno (diciottesima in campionato) della Samsung Galaxy Volley Cup di serie A2 si chiude con una grande vittoria per la Savallese Brescia. Tra le mura amiche del PalaGeorge di Montichiari, le Leonesse superano 3-0 la P2P Givova Baronissi centrando l’ottava vittoria consecutiva ed il quinto posto in classifica (superato Trento). Sugli scudi Dailey e Villani, autrici di 19 punti a testa, mentre per le campane sono andate in doppia cifra Mendaro Levya e Kijakova con 17 e 10 palloni a messi a terra.

Coach Enrico Mazzola conferma la formazione titolare con Prandi e Decortes a formare la diagonale, Dailey e Villani in posto 4, centrali Veglia e Guidi e libero Parlangeli. Le campane, guidate da questa stagione da Ivan Castillo, rispondono con Avenia in regia opposta a Mendaro Leya, Kijakova e e Quarchioni schiacciatrici, Prestanti e Strobbe al centro, Maggipinto libero.

Non mancano le emozioni nel parziale d’apertura, chiuso ai vantaggi dalla Savallese (30-28). La squadra di casa innesta il turbo nei primi scambi: un muro di Guidi regala il 5-2, coach Castillo ferma il tempo nell’azione successiva: la sosta ricarica la formazione campana che impatta sul 6-6. Dailey riporta avanti la Savallese, all’americana risponde Mendaro Leya e la P2P allunga sino al 9-11 ma Veglia e Villani ricuciono lo strappo (11-11); bresciane e campane viaggiano a braccetto nel punteggio, tenendo con il fiato sospeso il pubblico sino al 17-17. La Savallese, sfrutta i punti di Dailey e Villani ed alcuni errori delle avversarie, portandosi sul 21-17. Baronissi dimezza lo svantaggio (21-19), costringendo Mazzola a chiamare il tempo, e poi allunga sul 21-22. Decortes pareggia i conti ma Mendaro piega le mani al muro bresciano 23-24 e regala il set point alla P2P. Dailey lo annulla, la scatenata cubana sigla il punto del 24-25, e Dailey impatta. Un’invasione campana da il primo set point alla Savallese ma Strobbe in fast sigla il 26-26. Alla lunga Brescia chiude un set infinito con un attacco di Villani.

Nel secondo parziale la Savallese Brescia conferma le sette del parziale precedente mentre Castillo inserisce Ferrara per Quarchioni. La formazioni di casa rompe l’equilibrio al nono scambio (5-4) ed allunga sul 10-7 con Villani. Mazzola getta nella mischia Biava in 2 per Decortes e Brescia allunga sul 18-12 con Veglia e Parlangeli protagoniste. Baronissi infila un break di zero a tre, costringendo Mazzola a chiamare time out; la P2P prosegue la rimonta (18-17) spezzata da un pallonetto di Dailey e da una diagonale stretta di Villani innescata da capitan Prandi (20-18). Le ospiti non mollano: dai nove metri Baruffi pareggia (20-20) e Mazzola correi ripari inserendo Norgini al posto di Villani per rinforzare la ricezione. Un mani out di Dailey e gli ace di Biava creano il break (24-21). Baronissi le annulla tutte tre ed il parziale vola ai vantaggi. Dailey sigla il 25-24 e Villani (rientrata per Norgini) di potenza segna il 26-24.

Nel terzo set la Savallese prende un margine di vantaggio di quattro lunghezze (12-8, Decortes), Baronissi accorcia ma ci pensa Dailey a segnare il 13-10. La squadra non perde colpi: Decortes segna il 15-10 dalla linea di battuta ed un muro di capitan Prandi fa segnare il 18-12 sul tabellone luminoso del PalaGeorge. Un bel pallonetto di Villani regala il 21-14 e che fa scorrere i titoli di coda sulla gara. Il match è griffato da Decortes (25-15).

I PROTAGONISTI-

Enrico Mazzola (Allenatore Savallese Brescia)- « Baronissi ci ha messo in difficoltà. Non siamo riusciti ad esprimere il nostro break point ma siamo riusciti a vincere una gara difficile. Tra vacanze ed acciacchi di stagione non è stato facile preparare la gara. Sono felicissimo. Ora andiamo a Soverato con entusiasmo e poi ci aspetta il giro del Piemonte ».

Ivan Castillo (Allenatore P2P Givova Baronissi)-  « Nei primi due set ci hanno condannato alcuni errori, specie nel finale. Il terzo è stato figli degli altri due, ci ha scaricati e non siamo più stati in partita. Complimenti alla Savallese per la vittoria e per lo splendido campionato che sta facendo ».

IL TABELLINO-

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA – P2P GIVOVA BARONISSI 3-0 (30-28 26-24 25-15)

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA: Villani 19, Veglia 8, Decortes 7, Dailey 19, Guidi 2, Prandi, Parlangeli (L), Biava 2, Norgini. Non entrate: Bortolot, Vilponen, Canton, Angelini. All. Mazzola.

P2P GIVOVA BARONISSI: Kijakova 10, Prestanti 2, Mendaro Leyva 17, Quarchioni 7, Strobbe 7, Avenia 1, Maggipinto (L), Baruffi 1, Ferrara, Vujko. Non entrate: Pedone, Moneta, Gagliardi. All. Castillo.

ARBITRI: Verrascina, Serafin.

NOTE – Durata set: 33′, 30′, 24′; Tot: 87′.

LPM BAM MONDOVI’ – SIGEL MARSALA-

In occasione del primo match del 2018, valevole quale prima giornata del girone di ritorno, l’Lpm Bam Mondovì ha ospitato la Sigel Marsala. In campo due squadre con posizioni in classifica speculari: prima del match le padrone di casa occupavano la seconda posizione, mentre le siciliane sono attualmente penultime. Risultato comunque non scontato, in quanto le siciliane arrivavano in Piemonte con meno pressione e con tanta voglia di uscire dalla zona “rossa”. Le padrone di casa, non sottovalutano però la partita, affrontandola al meglio delle proprie possibilità, cercando di mantenere i risultati ottenuti nel girone di andata. Al termine di 3 set è l’Lpm Bam Mondovì a portare a casa l’intera posta in palio, restando quindi nella zona altissima della classifica.

Le padrone di casa scendono in campo con il consueto sestetto: diagonale Demichelis-Bici, al centro Rebora e Tonello, schiacciatrici Biganzoli e Rivero, Agostino libero. La Sigel Marsala schiera in cabina di regia Agonistinetto, in attacco Ventura Ferreira, Rossini e Merteki, centrali Furlan e Facchinetti.

Il primo set inizia con le siciliane in vantaggio (6-12). Coach Delmati è costretto a fermare il gioco. Le monregalesi cercano di riacquistare sicurezza nel gioco e accorciano (10-14). Tonello e Rivero suonano la carica, trascinando le rossoblu sul 15-16. Il tecnico del team siciliano, Campisi, chiede time out per fermare la reazione delle padrone di casa. Una schiacciata di Furlan frena la rincorsa di Mondovì (15-17), ma l’attacco di Bici ed il muro dell’Lpm Bam regala la parità (17-17). Il parziale prosegue punto a punto, ma la Sigel Marsala stacca e va sul +2 (19-21). Le monregalesi non mollano e restano attaccate alle avversarie (20-21), con capitan Biganoli i conti si pareggiano (21-21). Biganzoli allunga (22-21) e l’ace di Rebora ribalta il finale di set (23-21). Per Marsala entra Mucciola in seconda linea. Una bellissima azione si chiude con il punto messo a segno di Tonello, che regala al Palamanera il set ball (24-21). Un errore delle ospiti chiude il parziale a favore dell’Lpm Bam Mondovì (25-21).

Al ritorno in campo il set inizia sulla falsa riga del precedente. Sono infatti le siciliane a portarsi in vantaggi (5-9), costringendo coach Delmati a fermare il gioco. Le pumine si ricompongono e raggiungono la parità (10-10). La Sigel non fa sconti e, approfittando degli errori delle monregelesi, avanza (10-13). L’Lpm Bam Mondovì stringe i denti e, con un buon turno in battuta di Rivero, si porta sul 18-14. Sul 21-16 cambio tra le fila di Marsala: entra Gabbiadini per Merteki. L’ace di Bici e l’attacco di Tonello trascinano il PalaManera sul 23-16. Lpm Bam Mondovì non si ferma e si porta 2-0 con la conta dei set (25-17).

Partenza diversa rispetto ai precedenti set, in questo delicato terzo parziale. Sono infatti le monregalesi ad ingranare da subito la marcia giusta (7-3). Dopo l’ace di Rivero (8-3), la panchina ospite ferma il gioco. Cambio tra le fila della Sigel: entra Gabbiadini (9-3). Il parziale prosegue con le pumine concentrate e determinate a chiudere “il capitolo” (21-17). Marsala annulla un match ball, ma Mondovì chiude e conquista 3 punti.

IL TABELLINO-

LPM BAM MONDOVI’ – SIGEL MARSALA 3-0 (25-21 25-17 25-20)

LPM BAM MONDOVI’: Biganzoli 7, Tonello 7, Demichelis 1, Rivero 13, Rebora 6, Bici 22, Agostino (L), Rolando, Costamagna. Non entrate: Sciolla, Camperi, Mazzotti. All. Delmati.

SIGEL MARSALA: Facchinetti 3, Agostinetto 3, Merteki 7, Furlan 5, Ventura Ferreira 12, Rossini 11, Marinelli (L), Gabbiadini, Murri, Mucciola. All. Campisi.

ARBITRI: Licchelli, Sabia. NOTE –

Durata set: 26′, 22′, 23′; Tot: 71′.

I RISULTATI-

Barricalla Collegno-Volley Soverato 3-1 (25-21, 21-25, 25-19, 25-19)

Ubi Banca San Bernardo Cuneo-Delta Informatica Trentino 3-2 (19-25, 17-25, 25-14, 25-20, 15-11)

Golem Olbia-Fenera Chieri 0-3 (22-25, 20-25, 15-25)

Battistelli S.G. Marignano-Zambelli Orvieto 3-1 (18-25, 25-20, 25-17, 25-23)

Conad Olimpia Teodora Ravenna-Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 3-2 (23-25, 25-23, 20-25, 25-23, 15-8)

Savallese Millenium Brescia-P2p Givova Baronissi 3-0 (30-28, 26-24, 25-15)

Club Italia Crai-Bartoccini Gioiellerie Perugia 0-0 Si gioca il 7/01/2017 Ore 17.00

Lpm Bam Mondovi’-Sigel Marsala 3-0 (25-21, 25-17, 25-20)

Ha riposato: Golden Tulip Volalto Caserta

LA CLASSIFICA-

Ubi Banca San Bernardo Cuneo 40; Lpm Bam Mondovi’ 40; Fenera Chieri 39; Battistelli S.G. Marignano 38; Savallese Millenium Brescia 36; Delta Informatica Trentino 35; Volley Soverato 32; Barricalla Collegno 29; Conad Olimpia Teodora Ravenna 27; Zambelli Orvieto 21; Club Italia Crai 21; P2p Givova Baronissi 19; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 17; Bartoccini Gioiellerie Perugia 13; Golem Olbia 9; Sigel Marsala 7; Golden Tulip Volalto Caserta 6.

IL PROSSIMO TURNO-14/01/2018 Ore:17.00

Delta Informatica Trentino – Lpm Bam Mondovi’ (13/01/2018 20.30)

Zambelli Orvieto – Ubi Banca San Bernardo Cuneo

Fenera Chieri – Conad Olimpia Teodora Ravenna (13/01/2018 20.30)

Bartoccini Gioiellerie Perugia – Barricalla Collegno

Golden Tulip Volalto Caserta – Golem Olbia

Volley Soverato – Savallese Millenium Brescia

Sigel Marsala – Battistelli S.G. Marignano

P2p Givova Baronissi – Club Italia Crai

Riposa: Sorelle Ramonda Ipag Montecchio

Articoli correlati

Commenti