A2 femminile

Vedi Tutte
A2 femminile

Volley: A2 Femminile, Mondovì e Chieri vincono gli anticipi

Volley: A2 Femminile, Mondovì e Chieri vincono gli anticipi
© Legavolley Femminile

Le due formazioni piemontesi vincono rispettivamente in trasferta sul campo della Delta Informatica Trentino e in casa contro la Conad Olimpia Ravenna

Sullo stesso argomento

 

sabato 13 gennaio 2018 21:38

ROMA- Negli anticipi della 19a giornata del campionato di A2 Femminile successi pesanti per le due piemontesi, LPM Mondovì e Fenera Chieri, rispettivamente in trasferta sul campo della Delta Informatica Trentino e in casa contro la Conad Olimpia Ravenna. In virtù di questi risultati le ragazze di Delmati si portano avanti di tre punti rispetto alla Ubi Banca San Bernardo Cuneo, con la quale condividevano il primato in classifica, mentre la squadra di Secchi mantiene inalterata la distanza di un punto dalla vetta. Naturalmente Cuneo potrà rispondere alle due correggionali nella sfida che affronterà domani ad Orvieto.

LE DUE SFIDE-

DELTA INFORMATICA TRENTINO – LPM BAM MONDOVI’-

Grazie ad un’ottima seconda parte di gara la capolista Lpm Bam Mondovì non concede sconti alla Delta Informatica Trentino, espugnando in quattro set un Sanbàpolis quanto mai affollato e confermandosi in vetta alla graduatoria. Resta un pizzico di rammarico nella metà campo gialloblù per l’epilogo del primo set: avanti 22-19 le trentine hanno infatti sprecato il vantaggio commettendo alcune ingenuità che sono costate a caro prezzo e che hanno di fatto agevolato la rimonta del sestetto ospite. Sugli scudi nella metà campo piemontese un’ottima Rivero (18 punti con il 45% a rete) mentre in casa trentina non sono state sufficienti le prestazioni convincenti di Kiosi (20 punti con il 35% a rete) e Moretto (41% in attacco e 4 muri).

Negro si affida allo starting six annunciato alla vigilia, con Moncada al palleggio, Kiosi opposto, Dekany e Fiesoli in posto-4, Fondriest e Moretto al centro della rete e Zardo libero. Il tecnico della compagine cuneese Davide Delmati risponde con Demichelis al palleggio, Bici opposto, Biganzoli e Rivero laterali, Rebora e Tonello in posto-3 e Agostino libero. L’avvio di gara è tutt’altro che esaltante con le due squadre contratte che incappano in numerosi errori (4-4). Due errori consecutivi in attacco di Fiesoli valgono il primo break dell’incontro (5-7), immediatamente annullato dallo smash di Moretto su ricezione lunga piemontese (7-7). La Delta Informatica cresce, Fondriest mura Rebora e Dekany firma l’ace del +2 (15-13) obbligando Delmati a ricorrere al time out discrezionale. Biganzoli riporta in carreggiata Mondovì (16-16) ma Moncada va a segno dalla linea dei nove metri riportando avanti Trento (19-16). Le ragazze di Negro rimangono saldamente padrone del campo fino al 22-19 quando incappano in un clamoroso black out commettendo due gravi leggerezze che favoriscono la rimonta ospite (23-23 con il muro di Rivero su Fondriest). Si va ai vantaggi, Trento spreca un set point sul 24-23 mentre la Lpm non si fa pregare e chiude i conti con il muro di Biganzoli e l’errore di Kiosi (24-26).

Anzichè accusare il colpo, Trento fa invece tesoro degli errori commessi e in avvio di secondo set scava immediatamente il solco tra sé e la Lpm, con Moretto grande protagonista al centro della rete (6-3). La centrale ex Marignano va a segno anche con la battuta (10-4), al resto ci pensano Kiosi e soprattutto Fiesoli, determinanti nel mettere a segno un altro importantissimo break in favore delle gialloblù, concretizzando al meglio il positivo turno al servizio di Fondriest (17-7). Delmati getta nella mischia anche Rolando, Camperi e Mazzotti ma il parziale è ormai segnato: Fiesoli firma anche l’ace del 20-10, a ristabilire la parità dei set ci pensa Kiosi con i due attacchi che sanciscono il 25-14 in favore di Trento.

La Lpm riorganizza in fretta e furia le idee e aggrappandosi alla ritrovata Rivero mette alla corde Trento costringendo Negro ad interrompere il gioco (1-7). Vanno a segno anche Bici e Rebora, Negro si gioca la carta Michieletto (per Dekany) e la Delta Informatica torna in carreggiata, giungendo fino al 9-11 grazie ad una positiva Kiosi. Un fallo di posizione costa caro a Trento con Mondovì che prende nuovamente il largo (9-13), le gialloblù le provano tutte per rimanere aggrappate alle piemontesi (12-14) ma qualche errore di troppo nella metà campo di casa e la verve di Tonello (attacco ed ace) consentono alla Lpm di portarsi a distanza di sicurezza (13-18). Finale in discesa per Mondovì che chiude 16-25 con il muro di Bici.

La Lpm parte con il piglio giusto anche in avvio di quarta frazione: il muro di Tonello, l’attacco di secondo tocco di Demichelis e l’ace di Biganzoli valgono il 6-10 con Negro obbligato a ricorrere al time out. La Lpm si spinge con Rivero fino al 7-13 quando i muri di Kiosi e Moretto rianimano Trento (11-14). La Delta si avvicina ulteriormente grazie a due errori consecutivi di Bici (14-16) ma sul più bello la rimonta gialloblù si interrompe: l’ace di Rebora e il muro di Bici riportano la Lpm distante (14-19) con Negro costretto a chiamare time out (dentro Michieletto per Dekany). L’ace con l’aiuto del nastro di Costamagna chiude di fatto la gara (16-23) con Mondovì che si avvia in surplace verso il successo.

IL TABELLINO-

DELTA INFORMATICA TRENTINO – LPM BAM MONDOVI’ 1-3 (24-26 25-14 16-25 17-25)

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Fondriest 9, Moncada 1, Fiesoli 8, Moretto 12, Kiosi 20, Dekany 8, Zardo (L), Michieletto 1, Moro, Carraro. Non entrate: Fucka, Antonucci. All. Negro

LPM BAM MONDOVI’: Rebora 8, Bici 15, Biganzoli 8, Tonello 13, Demichelis 2, Rivero 18, Agostino (L), Costamagna 1, Rolando, Camperi, Mazzotti. Non entrate: Ambrosio, Sciolla. All. Delmati

ARBITRI: Piubelli, Cecconato

NOTE – Durata set: 29′, 24′, 26′, 26′ ; Tot: 105′.

FENERA CHIERI – CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA-

Tre punti e un grosso sospiro di sollievo. Al debutto nel nuovo anno al PalaFenera il Fenera Chieri ’76 ha ragione di un’indomita Conad Olimpia Teodora Ravenna per 3-1, vittoria che permette di conservare il secondo posto in classifica dietro Mondovì.
Dopo un primo set quasi a senso unico a favore delle chieresi, la partita diventa un intenso punto a punto. La squadra di Luca Secchi riesce ad aggiudicarsi il secondo set in rimonta, perde il terzo sul filo di lana, infine più con cuore che con lucidità chiude i conti nel quarto set. Alla fine, meritatissimi applausi per entrambe le squadre.
La miglior realizzatrice è Angelina che mette a terra 23 punti. Da parte romagnola la top scorer è Bacchi con 14 punti. MVP Bresciani, autrice di spettacolari recuperi in tutta la partita.

Messo a terra il primo pallone con Angelina che trova il mani out, il Fenera Chieri ’76 guadagna subito un leggero margine che incrementa rapidamente toccando già il +5 sull’8-3 (pipe di Angelina). Con un ritmo molto regolare le biancoblù mantengono un buon margine senza farsi più avvicinare, mostrando una gran tenuta nella difesa splendidamente guidata da Bresciani, un eccellente cambio palla e tante efficaci soluzioni in attacco. Ravenna, con Bacchi sugli scudi, realizza qualche punto break risalendo da 13-6 a 13-9, per il resto il set resta sempre saldamente in mano alle biancoblù che chiudono 25-19 con un primo tempo di Akrari.

Coach Angelini conferma in diagonale Scacchetti e Kajalina, subentrate a Vallicelli e Aluigi nel finale del set precedente. Dopo un intenso punto a punto, sul 12-12 l’inerzia sembra girare a favore del Fenera Chieri ’76 che sale a 15-12, ma le romagnole piazzano un parziale di 1-8 che capovolge il punteggio in 16-20. Coach Secchi fa rientrare Manfredini (sostituita da Moretto sull’11-11 e fin lì in ombra) ed è la mossa vincente: le biancoblù tornano subito a contatto (19-20), pareggiano a 22 e si aggiudicano la frazione 25-33. Tutti gli ultimi 4 punti chieresi portano la firma di Manfredini.

Partenza chierese a razzo (4-1), coach Angelini ferma il gioco e al rientro in campo le romagnole passano a condurre 4-6. Di lì in avanti Ravenna alterna momenti di gran pallavolo a diversi errori gratuiti che facilitano il compito al Fenera. Dopo una lunga rincorsa Chieri torna a mettere il naso avanti 19-18, quindi da 20-19 la Conad Olimpia torna avanti 20-22. Sul 22-24 Lualdi annulla una palla set, nello scambio successivo Kajalina fa 23-25 portando la partita sul 2-1.

Come nel terzo set il Fenera parte benissimo (8-4), per poi subire il rientro delle ospiti che passano avanti 10-11. Con grande fatica le biancoblù restano aggrappate alla partita, salgono da 15-15 a 19-16, subiscono il rientro romagnolo a 20-19, di nuovo allungano a 24-20, infine si aggiudicano set e partita grazie al tap-in di Akrari che vale il 25-21.

I TABELLINO-

FENERA CHIERI – CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA 3-1 (25-19 25-23 23-25 25-21)

FENERA CHIERI: De Lellis 2, Angelina 23, Akrari 14, Manfredini 11, Perinelli 10, Lualdi 11, Bresciani (L), Moretto. Non entrate: Dell’Amico, Sandrone, Colombano, Salvi, Mezzi. All. Secchi

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Vallicelli, Bacchi 14, Menghi 12, Aluigi 3, D’Odorico 7, Torcolacci 9, Paris (L), Kajalina 13, Scacchetti 1, Panetoni. Non entrate: Ceroni, Drapelli, Bendoni. All. Angelini

ARBITRI: Cavicchi, Rossi

NOTE – Durata set: 24′, 28′, 27′, 28′ ; Tot: 107′.

I RISULTATI-

Fenera Chieri – Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-1 (25-19, 25-23, 23-25, 25-21)
Delta Informatica Trentino – LPM Bam Mondovì 1-3 (24-26, 25-14, 16-25, 17-25)

LA CLASSIFICA

Lpm Bam Mondovi’** 43; Fenera Chieri** 42; Ubi Banca San Bernardo Cuneo 40; Battistelli S.G. Marignano 38; Savallese Millenium Brescia 36; Delta Informatica Trentino** 35; Volley Soverato 32; Barricalla Collegno 29; Conad Olimpia Teodora Ravenna** 27; Club Italia Crai 23; Zambelli Orvieto 21; P2p Givova Baronissi 19; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 17; Bartoccini Gioiellerie Perugia 14; Golem Olbia 9; Sigel Marsala 7; Golden Tulip Volalto Caserta* 6.
* una partita in meno
** una partita in più

Articoli correlati

Commenti