Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

A2 femminile

Vedi Tutte
A2 femminile

Volley: A2 Femminile, Mondovì verso l'A1, espugnata S.G. Marignano

Volley: A2 Femminile, Mondovì verso l'A1, espugnata S.G. Marignano
© Legavolley Femminile

Le piemontesi vincono il big match della 10a di ritorno, vendicano la sconfitta in Coppa Italia, e si lanciano verso la promozione in A1, forti dei cinque punti di vantaggio che ora separano le due protagoniste

Sullo stesso argomento

 

domenica 4 marzo 2018 18:33

ROMA- La decima giornata di ritorno sarà certamente ricordata come fondamentale nell’economia del campionato di A2 Femminile. Dopo un intero torneo giocato sul filo dell’incertezza con le capolista che cambiavano di domenica in domenica, per la prima volta stasera in vetta alla classifica c’è una squadra con un largo vantaggio, cinque punti, sulla seconda. La fuga l’ha inscenata la LPM Mondovì che, vendicando la sconfitta nella finale di Coppa Italia, è andata vincere sul campo della Battistelli S.G. Marignano per 1-3 ed ha fatto un passo importante verso la promozione diretta.

Alle spalle del tandem di testa, ferma la Ubi Banca San Bernardo Cuneo che ha osservato un turno di riposo, perde colpi anche la Millenium Brescia, battuta sul campo della Delta Informatica Trentino. Continua a scivolare indietro la Fenera Chieri che si è fatta superare nettamente fra le mura amiche da una sorprendente e ritrovata P2p Givova Baronissi.

Corroborante vittoria della Zambelli Orvieto su Soverato che si spegne dopo un set.

In coda il duello fra le ultime VolAlto Caserta e Sigel Marsala è delle siciliane che tengono viva la fiammella della salvezza.

TUTTE LE SFIDE-

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO – LPM BAM MONDOVI’-

Battistelli e Mondovì danno vita a un match spettacolare senza esclusione di colpi, fatto di fiammate e break alternati a fasi punto a punto giocate con tenacia e tanta tensione agonistica. Mondovì si esprime al meglio con Demichelis a imbeccare le compagne distribuendo perfettamente il gioco. Top scorer  Rivero con 17 punti. Dall’altra parte non basta la buona verve di Saguatti e Markovic a spostare l’ago della bilancia a proprio favore.
Coach Saja schiera la formazione tipo con Battistoni in regia, Zanette opposto, Saguatti e Markovic laterali, Casillo e Caneva al centro e Gibertini libero. Coach Delmatì risponde con De Michelis al palleggio, Bici opposto, Rivero e Biganzoli bande, Tonello e Rebora le centrali ed Agostino libero.

Partono subito forte le padrone di casa che mettono a dura prova la ricezione della Lpm e Delmati ferma il gioco 9/5.E’ una Battistelli strepitosa quella del primo set che attacca l’avversaria con tutte le armi a disposizione ed ancora Delmati ferma il gioco 20/12.Delmati sostituisce capitan Biganzoli con Rolando ma sull’errore di Tonello al servizio sono 11 i set point per le padrone di casa che chiudono al secondo tentativo con Caneva. 25/15. Top scorer del set Tonello per Lpm con 4 punti

Secondo parziale che inizia subito con un lunghissimo scambio chiuso da Caneva che bissa subito con un muro e coach Delmati chiama time out 2/0. De Michelis si aggrappa a Rivero per il sorpasso Lpm ma viene subito imitata da Saguatti 4/4. Sul break Mondovì che allunga con una svista arbitrale e un bell’attacco di Bici Saja ferma il gioco.5/8 Non è certamente l’LPM vista nel primo set quella che ora mette in difficoltà la difesa battistelli con il servizio di Bici  ed un ottima combinazione muro difesa. 7/14. Saja manda in campo Nasari al posto di Zanette e si fa subito trovare pronta con un bel lugolinea. Il set si chiude questa volta a favore di Mondovì 13/25. Top scorer Rivero con 6 punti.

Nel terzo set che parte con un giallo a coach Delmat, le note di Markovic portano avanti la Battistelli 5/2. De Michelis a muro e Bici regalano il pareggio 6/6. Due punti consecutivi dell’austriaca creano nuovamente un piccolo break per le marignanesi e Delmati ferma il gioco. 10/7. Il servizio di Saguatti mette in difficoltà le avversarie e Delmati sostituisce Biganzoli con Camperi.14/7. Le squadre se le danno di santa ragione regalando uno spettacolo entusiasmante per i 650 spettatori presenti. L’LPM accorcia e Saja ferma il gioco 15/12. La rimonta si conclude con una scivolata di Zanette e su ace di Rebora Saja chiama time out.18/19.Entra Costamagna e va subito a segno con un ace ed un errore in battuta . L’ace di Battistoni e la schiacciata di Markovic regalano il set point alla Battistelli che però viene chiusa a muro. 24/24.Ora il set point è a favore delle piemontesi, ma Markovic pareggia. 25/25. Bici fa 26 e Rivero 27. 25/27. Top scorer Bici con 9 punti.

Il set inizia 1/1 con due punti dell’arbitro che da 2 cartellini rossi ad entrambe le panchine.Le squadre camminano a braccetto fino al 7 pari e sul muro di Caneva coach Delmati stoppa il gioco. 8/7.Si prosegue col cambio palla e questa volta è Saja a fermare il gioco sul punteggio di 11/12. La difesa Monregalese funziona alla perfezione mettendo in seria difficoltà le bocche da fuoco della Battistelli e sull’ennesimo muro Saja chiama il suo secondo time out. 15/19.C’è solo una squadra in campo ed è Mondovì. Saja effettua il doppio cambio con Giordano e Nasari al posto di Battistoni e Zanette., ma Rivero mette a segno il punto 24 e subito dopo il 25 chiudendo set e match 18/25.

IL TABELLINO-

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO – LPM BAM MONDOVI’ 1-3 (25-15 13-25 25-27 18-25)

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO: Markovic 14, Caneva 7, Zanette 7, Saguatti 13, Casillo 6, Battistoni 1, Gibertini (L), Nasari 1, Giordano. Non entrate: Gray, Bordignon, Sgarbossa. All. Saja.

LPM BAM MONDOVI’: Rivero 17, Rebora 12, Bici 14, Biganzoli 5, Tonello 13, Demichelis 4, Agostino (L), Camperi 1, Costamagna, Rolando. Non entrate: Sciolla, Mazzotti, Ambrosio. All. Delmati.

ARBITRI: Sessolo, Jacobacci.

NOTE – Durata set: 21′, 22′, 34′, 27′ ; Tot: 104′.

ZAMBELLI ORVIETO – VOLLEY SOVERATO-

Getta il cuore oltre l’ostacolo la Zambelli Orvieto che riesce a conquistare tre punti pasantissimi per continuare ad inseguire il sogno dei play-off. Le tigri gialloverdi combattono ad armi pari con la fortissima Volley Soverato, una delle compagini di maggior classe dell’intera serie A2 femminile, e alla fine incassano una bella vittoria. Quando mancano sette giornate al termine della stagione regolare le rupestri operano il sorpasso tanto agognato scavalcando Ravenna e Collegno ed agganciando per la prima volta la nona posizione in classifica.

Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di raccoglimento in ricordo di Davide Astori, calciatore prematuramente scomparso nelle scorse ore a cui anche l’intero mondo della pallavolo ha tributato il suo cordoglio. Nel primo parziale sono gli errori locali (saranno ben unidici in totale a fine set) a mandare avanti le ioniche (4-8). Ristabilito l’ordine è l’attacco di Grigolo (sei colpi vincenti) a riportare a contatto (12-14). Un turno efficace al servizio di Gray, che piazza tre ace, crea la spaccatura (13-19). Sul finale entrano Taborelli e Gajewska ma l’inerzia non cambia e l’ace di Donà vale l’uno a zero.

Invertiti i campi è Ginanneschi a trovare i varchi migliori regalando il primo vantaggio alle padrone di casa (7-4). Le calabresi non disperano e con Mc Mahon tornano a mettere pressione, ma Montani fa buona guardia a rete e spinge di nuovo lontano le sue (18-14). Non ci sono sbavature stavolta nel gioco orvietano e il pareggio arriva comodo.

Nella terza frazione si combatte ad armi pari, il dualismo tra Grigolo e Gray domina, con qualche buona giocata di Montani (sei volte vincente) il punteggio si sblocca, ma i muri calabresi ribaltano prontamente (13-14). A muro risponde muro, quello di Mio Bertolo impatta e quello di Santini vale il 18-16. Lotta serrata con difese chiamate agli straordinari, l’ace sporco di Montani conquista tre palle-set, e Ginanneschi conquista il due ad uno.

Il quarto periodo vede ancora una battaglia accesa con le meridionali che insistono su Gray e con la libero Rocchi strepitosa nei salvataggi difensivi (6-6). Le locali provano lo strappo andando avanti di tre ma la reazione avversaria è immediata e con cinque punti consecutivi si ribalta la situazione sul tabellone (11-13). Serve di attendere ancora qualche scambio per vedere Montani riconquistare un piccolo margine (22-19). Allo sprint Soverato tira fuori le unghie ed annulla una palla-match ma la seconda Ginanneschi non la sbaglia e fa esplodere il Pala-Papini.

I PROTAGONISTI-

Matteo Solforati (Allentatore Zambelli Orvieto)- « Abbiamo fermato Soverato con una Gray mostruosa e questo è merito di una squadra che non ha mai mollato e che dopo un primo set perso ha avuto una reazione importante. Credo che le avversarie già da un po’ di tempo sanno che siamo in un buon trend, la differenza la farà anche la condizione atletica perché restano da giocare diverse partite in poco tempo. Andiamo avanti e vediamo giornata per giornata cosa succede».

Leonardo Barbieri (Allenatore Soverato)- « Devo dire che abbiamo fatto un primo set quasi perfetto, in seguito abbiamo commesso troppi errori in battuta, anche dopo i time-out dove avevamo detto di non sbagliare. C’è un grande livellamento di valoi in questa categoria e la differenza è fatta da chi trova maggiore continuità. Per l’accesso ai play-off nulla è scontato ».

IL TABELLINO-

ZAMBELLI ORVIETO – VOLLEY SOVERATO 3-1 (18-25 25-17 25-22 25-23)

ZAMBELLI ORVIETO: Ginanneschi 9, Mio Bertolo 12, Santini 5, Grigolo 23, Montani 14, Valpiani, Rocchi (L), Muzi. Non entrate: Ciarrocchi, Arico’, Venturi (L), Zonta. All. Solforati.

VOLLEY SOVERATO: Dona’ 13, Frigo 3, Pizzasegola, Gray 32, Bertone 8, Mc Mahon 8, Cecchetto (L), Taborelli 3, Gajewska, Formenti. Non entrate: Millesimo, Valli. All. Barbieri.

ARBITRI: Pecoraro, Caretti.

NOTE – Durata set: 23′, 21′, 25′, 29′ ; Tot: 98′.

DELTA INFORMATICA TRENTINO – SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA-

Una splendida Delta Informatica Trentino ha superato con un netto 3 a 0 la Savallese Millenium Brescia. La corazzata ospite è arrivata a Trento con un bottino impressionante di 3 punti conquistati per ben 13 volte su 14 partite disputate. La squadra trentina è scesa in campo con la stessa determinazione e ordine tattico che prima di Natale le aveva permesso di giocare alla pari con le formazioni più quotate del campionato.

Il mister di casa Nicola Negro ha schierato Moncada al palleggio, Kiosi opposto, Fiesoli e Dekany laterali, Fondriest e Moretto centrali, Zardo libero. Il tecnico ospite Enrico Mazzola ha risposto con Prandi in regia, Decortes opposto, Dailey e Villani in posto-4, Gioli e Veglia al centro, Parlangeli libero. L’inizio del match è stato molto equilibrato e le due formazioni sono rimaste spalla a spalla fino al 10 pari. Il primo break è arrivato grazie ad un attacco di Dailey che ha portato le bresciane sul 10-12. Brescia ci crede e spinge sull’acceleratore e grazie a una giocata di Villani e a un attacco fuori misura di Kiosi vola sul 11-15. La Delta cerca di reagire, ma la formazione ospite trascinata da Decortes, Veglia e Villani arriva a girare la boa del ventesimo punto con un vantaggio di +6 (14-20). L’entrata in campo della coppia Carraro-Michieletto e successivamente di Moro (al posto del duo Moncada-Kiosi e di Fondriest) non cambia gli equilibri del set. Sul 17-21 mister Negro rimanda nella mischia sia Moncada che Kiosi. É proprio il turno alla battuta della regista trentina a dare il via alla rimonta delle gialloblù: un attacco di Fiesoli e una splendida azione corale finalizzata ancora dalla stessa Fiesoli portano la Delta sul 20-21. Il meritato pareggio arriva grazie ad un errore di Veglia e apre le porte ad un finale di parziale incandescente. Il servizio di Moncada funziona a meraviglia e il doppio muro, prima di Moretto e poi di Fiesoli, fanno volare le gialloblù sul 23-21. Ancora un muro, questa volta di Kiosi, firma il 24-22 per Trento che, grazie ad un errore di Dailey al servizio, conquista il set con il punteggio di 25-23.

Nella seconda frazione la Delta parte subito con grande carattere e, approfittando del turno al servizio di Dekany, lascia Brescia al palo e conquista agevolmente il +5 (7-2). Le trentine giocano con grande concretezza su tutti i fondamentali e con due attacchi di Kiosi e Dekany si portano sul 10-3. Brescia non riesce ad arginare le scatenate gialloblù che, trascinate da una straripante Fiesoli, si portano sul +11 (18-7). Un errore di Villani al servizio vale il 20-10 per Trento. Poi un muro di Fiesoli, un attacco di Kiosi, una giocata di Fondriest e un errore ospite chiudono il set sul 25-14.

Nel terzo parziale la compagine ospite ritorna in campo con uno spirito diverso che porta al medesimo equilibrio che aveva caratterizzato l’inizio partita. Il primo break è di Brescia, ma Trento risponde subito con il muro di Moretto (9-9). Due attacchi di Villani rompono ancora il testa a testa e spingono le ospiti sul +2 (14-16). La Delta ribatte con Fondriest e Kiosi per il 16 pari.Le gialloblù riescono ad allungare, ma le bresciane si rifanno sotto sul 20 pari. Una super Zardo e il braccio pesante di Kiosi firmano il ventunesimo punto di Trento. Un attacco di Moretto, un diagonale di Kiosi, una giocata di Dekany e la schiacciata di capitan Fondriest chiudono il combattuto set sul 25-23 che vale il 3 a 0 finale.

I PROTAGONISTI-

Nicola Negro (Allenatore Delta Informatica Trentino)- « Un tre a zero meritato e non casuale perché già da un paio di settimane avevamo la sensazione di aver cambiato registro. Già a San Marignano, nonostante un po’ di sfortuna nei finali di set, avevamo giocato un’ottima partita. Questa settimana abbiamo lavorato bene e questi risultati non arrivano per caso. Io spero che questa prestazione ci convinca a dimenticare i mesi di gennaio e parte di febbraio. Se giochiamo così, per i play off potremmo esserci e dire la nostra. Il finale di primo set e il punto del 19-20 hanno cambiato la partita. La pallavolo è questa, si vive di episodi e in quell’azione, dove abbiamo fatto due o tre difese più con il cuore che con la tecnica, siamo state capaci di girare la partita. Da quel momento in poi siamo state delle belve, in campo molto aggressive e con il desiderio di conquistare questa vittoria. Sono molto contento per le ragazze perché si meritano questo risultato conquistato contro un’ottima squadra che sta facendo vedere una bella pallavolo ».

Carolina Zardo (Delta Informatica Trentino)- « Abbiamo fatto una rimonta strepitosa nel primo set. Siamo state brave ad attaccare e a non mollare su nessun pallone. Abbiamo lottato e battuto una gran squadra e l’aggressività è stata la chiave per vincere questa partita. La palla del 19-20 ha cambiato l’inerzia del match, ma anche in altre occasioni abbiamo difeso molto bene. Concordo comunque sul fatto che da quel momento in poi abbiamo cominciato a crederci e loro non sono più riuscite a contrastarci come prima ».

IL TABELLINO-

DELTA INFORMATICA TRENTINO – SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA 3-0 (25-23 25-14 25-23)

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Dekany 9, Fondriest 9, Moncada 1, Fiesoli 13, Moretto 7, Kiosi 16, Zardo (L), Michieletto 1, Moro, Carraro. Non entrate: Antonucci, Fucka. All. Negro.

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA: Villani 9, Veglia 4, Decortes 10, Dailey 8, Gioli 5, Prandi, Parlangeli (L), Bortolot, Norgini, Gabbiadini. Non entrate: Canton, Angelini. All. Mazzola.

ARBITRI: Giorgianni, Traversa.

NOTE – Durata set: 30′, 22′, 26′; Tot: 78′.

FENERA CHIERI – P2P GIVOVA BARONISSI-

Dopo un avvio contratto (1-3, 2-5) il Fenera Chieri ’76 raggiunge la parità a 5 con una pipe di Angelina. Il set di fatto termina qui: la P2P Givova Baronissi strappa a 6-11 su turno di servizio di Mendaro, nel prosieguo non si fa più avvicinare anzi allunga ulteriormente, aggiudicandosi la frazione in scioltezza 14-25.

Lungo e avvincente punto a punto in avvio della seconda frazione, con le squadre sempre a contatto. Da 23-22 le biancoblù vengono sorpassate a 23-24, poi annullano la prima palla set. Ai vantaggi il Fenera non concretizza cinque palle set, mentre Baronissi sfrutta al meglio la terza occasione.

Nel terzo e decisivo set, il punteggio è rimasto in bilico fino al 7-7, poi di nuovo non c’è più partita. Le campane scappano via e chiudono 17-25.

I PROTAGONISTI-

Luca Secchi (Allenatore Fenera Chieri)- « In questo momento siamo una squadra con troppe paure, non appena si va sotto nel punteggio siamo scarsi nel presentare una reazione alle difficoltà. Nel muro-difesa siamo stati decisamente poco brillanti, vanificando qualche percentuale carina in attacco ».

IL TABELLINO-

FENERA CHIERI – P2P GIVOVA BARONISSI 0-3 (14-25 31-33 17-25)

FENERA CHIERI: Batte 6, De Lellis 1, Angelina 16, Akrari 6, Manfredini 9, Perinelli 5, Bresciani (L), Mezzi 4, Moretto 2. Non entrate: Colombano, Salvi, Lualdi, Sandrone. All. Secchi.

P2P GIVOVA BARONISSI: Strobbe 9, Avenia 4, Victoria Lopez 19, Travaglini 3, Mendaro Leyva 21, Moneta 9, Maggipinto (L). Non entrate: Pedone (L), Prestanti, Quarchioni, Ferrara, Gagliardi, Baruffi. All. Castillo.

ARBITRI: Santoro, Pozzi.

NOTE – Durata set: 25′, 34′, 23′; Tot: 82′.

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA – SIGEL MARSALA-

Grande equilibrio in avvio set. E’ Mabilo a firmare i tre punti che concedono a Caserta il primo allungo sul 7-5 ma le ospiti si ritrovano con la precisione di Perry in battuta mettendo la freccia (7-11). La reazione porta il nome di Cvetnic che dà respiro alle dragonesse (10-14) ma gli attacchi delle siciliane mettono in difficoltà la ricezione delle padrone di casa restando in break. Gli attacchi di Perry continuano a scavare il solco in una fase difensiva tallone d’Achille delle rosanero (11-18). Time out di coach Madonna ma è ancora la doppia fase attacco-difesa poco precisa di Caserta a fare la differenza (15-23). E’ Merteki a chiudere il parziale a favore delle sue con un attacco mortifero dalla sinistra.

Inizia forte Marsala che allunga subito (2-5) puntando su forza e precisione negli attacchi. Caserta si ritrova con i punti di Cvetnic e Mabilo. Il problema delle rosanero è però la continuità (7-12). Coach Madonna chiama il time out e la Volalto si sveglia: break griffato Cvetnic in battuta (10-13). Ancora la ricezione non precisa delle dragonesse regala a Marsala un altro allungo, ma le padrone di casa sfruttano al meglio ogni disattenzione delle avversarie ed accorciano ancora (16-17). E’ di Tajè il punto del 17 pari: il servizio di Caserta mette in difficoltà la ricezione di Marsala e la rimonta è servita (20-18).  Il set però è tutt’altro che chiuso: controbreak di Marsala che neutralizza gli attacchi di Tajè e Denysova e si riporta in vantaggio (20-23). Anche il muro rosanero non è più efficace ed è la solita Perry a chiudere a favore delle sue la contesa.

Avvio parziale che porta sempre la firma di Marsala ma due infrazioni delle siciliane consentono a Caserta di restare in scia (3-5). Merteki in attacco semina il panico tra le fila della difesa rosanera, regalando il primo vero allungo alle siciliane (6-10). La Golden si ritrova e con maggior sinergia tra muro ed attacco, accorcia il gap (10-12). Però è un attimo, la Sigel alza le sue percentuali realizzative ed ancora con Perry fugge (10-19). Caserta è irriconoscibile, in completo black out, con errori anche in battuta (11-23).  Marsala chiude set ed incontro, con le dragonesse bocciate all’esame salvezza.

IL TABELLINO-

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA – SIGEL MARSALA 0-3 (17-25 21-25 11-25)

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA: Manig 3, Cvetnic 9, Taje’ 5, Denysova 10, Silotto 7, Mabilo 5, Barone (L), Marangon. Non entrate: Forte, Emendato, Abbate, Savinelli. All. Monfreda.

SIGEL MARSALA: Rossini 8, Facchinetti 12, Agostinetto 2, Merteki 11, Furlan 2, Perry 18, Marinelli (L), Murri 1. Non entrate: Cazzetta (L), Ventura Ferreira, Mucciola, Biccheri. All. Campisi.

ARBITRI: Bassan, Autuori.

NOTE – Durata set: 20′, 24′, 17′; Tot: 61′.

I RISULTATI-

Zambelli Orvieto-Volley Soverato 3-1 (18-25, 25-17, 25-22, 25-23)

Delta Informatica Trentino-Savallese Millenium Brescia 3-0 (25-23, 25-14, 25-23)

Fenera Chieri-P2p Givova Baronissi 0-3 (14-25, 31-33, 17-25)

Bartoccini Gioiellerie Perugia-Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 2-3 (22-25, 25-14, 25-13, 21-25, 13-15) Giocata ieri

Club Italia Crai-Barricalla Collegno 3-0 (25-18, 25-16, 25-22) Giocata ieri

Golem Olbia-Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-1 (25-19, 21-25, 25-17, 25-20) Giocata giovedì 28/02

Battistelli S.G. Marignano-Lpm Bam Mondovi’ 1-3 (25-15, 13-25, 25-27, 18-25)

Golden Tulip Volalto Caserta-Sigel Marsala 0-3 (17-25, 21-25, 11-25)

Ha riposato: Ubi Banca S.Bernardo Cuneo

LA CLASSIFICA-

Lpm Bam Mondovi’ 61; Battistelli S.G. Marignano 56; Ubi Banca San Bernardo Cuneo 55; Savallese Millenium Brescia 54; Fenera Chieri 50; Delta Informatica Trentino 50; Volley Soverato 45; Club Italia Crai 43; Zambelli Orvieto 41; Conad Olimpia Teodora Ravenna 39; Barricalla Collegno 39; P2p Givova Baronissi 28; Golem Olbia 23; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 22; Bartoccini Gioiellerie Perugia 19; Sigel Marsala 15; Golden Tulip Volalto Caserta 8.

IL PROSSIMO TURNO- 07-03-2018 20.30

Savallese Millenium Brescia – Battistelli S.G. Marignano

Volley Soverato – Golem Olbia

Ubi Banca San Bernardo Cuneo – Golden Tulip Volalto Caserta

Delta Informatica Trentino – Zambelli Orvieto

Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – Barricalla Collegno

P2p Givova Baronissi – Sigel Marsala

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Lpm Bam Mondovi’

Fenera Chieri – Bartoccini Gioiellerie Perugia

Articoli correlati

Commenti