Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

A2 femminile

Vedi Tutte
A2 femminile

Volley: A2 Femminile, domenica si gioca la 29a giornata

Volley: A2 Femminile, domenica si gioca la 29a giornata

La capolista Mondovì ospita Montecchio. Per Cuneo l'insidia Club Italia, la Fenera sul campo di Caserta

Sullo stesso argomento

 

venerdì 9 marzo 2018 19:58

ROMA-Dimostrare che il ko esterno a Ravenna è stato solo un calo passeggero e riprendere la corsa in vetta alla classifica della Samsung Galaxy Volley Cup di Serie A2 Femminile: la LPM Bam Mondovì, capolista del torneo, può ancora amministrare un certo vantaggio sulle inseguitrici a sei giornate dalla conclusione di Regular Season, pur ricordando che sia Ubi Banca S.Bernardo Cuneo che Savallese Millenium Brescia hanno già osservato il turno di riposo nel girone di ritorno, a differenza delle pumine. Le ragazze di Davide Delmati attendono la visita della Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, per la quale ogni gara è preziosa per guadagnare punti salvezza. Anche quella di domenica, nonostante di fronte ci sia la più forte – numeri alla mano -, diventa un’occasione da sfruttare, tentando ancora il colpaccio. Proprio nella gara di andata, in un match durato più di due ore le castellane riuscirono ad ottenere lo scalpo più prestigioso fino a questo punto della stagione, confermando di meritare la categoria:

« Domenica sarà una partita quasi impossibile – ammette Marcello Bertolini, coach delle vicentine -, contro un avversario che meritatamente si trova in testa al campionato. Oltre ad avere un collettivo molto forte hanno a disposizione quello che considero il miglior opposto del campionato: Erblira Bici che nella gara di andata sfiorò i 30 punti. Importante sarà la concentrazione e la continuità durante il match, pensando più a noi che alle avversarie perché in questo periodo le ragazze hanno bisogno di riprendere un po’ di fiducia in loro stesse. In poche parole è necessaria la gara perfetta .

Dopo la vittoria nel turno infrasettimanale con Caserta, che le ha permesso di ridurre la distanza dalla vetta, la Ubi Banca S.Bernardo Cuneo è pronta per una sfida delicata contro il Club Italia Crai. Le temibili ragazze di coach Bellano, forti del riposo nell’ultimo turno di campionato, vengono da una serie di ben 10 vittorie nelle ultime 11 gare della Samsung Galaxy Volley Cup A2. « Tornare in campo – dichiara Eleonora Bruno, libero di Cuneo – è stato bello ed emozionante. Ringrazio le mie compagne per essermi sempre state vicino, e ho apprezzato molto l’’applauso che il pubblico mi ha riservato mercoledì, quando sono entrata: era emotivamente importante per me ritrovare le sensazioni che soltanto il campo sa dare. Ora siamo entrate nella fase decisiva della stagione, la classifica è molto corta e ogni domenica può cambiare: ogni punto è fondamentale. Club Italia arriva da una serie di ottime partite, sono giovani e in fiducia, quindi dovremo essere brave ad affrontarle con la giusta concentrazione senza sottovalutarle ».

Rispetto alle avversarie, il Club Italia ha avuto a disposizione un’intera settimana per preparare il match e per recuperare le giocatrici acciaccate: anche Sarah Fahr, risolto il fastidio alla schiena, si sta ora allenando a pieno ritmo con le compagne. Quella di domenica sarà anche una sfida tra grandi attaccanti: entrambe le squadre vantano due giocatrici nella top 20 delle migliori realizzatrici, Elena Pietrini e Sylvia Nwakalor da una parte, Tereza Vanzurova e Maria Segura dall’altra.

« La classifica adesso è cortissima – spiega Rachele Morello – e quindi bisogna stare molto attente a non perdere terreno per rimanere tra le 8 squadre che disputeranno i playoff. All’andata la nostra prestazione non è stata molto positiva, quindi la partita di domenica sarà anche un modo per vedere quanto siamo cresciute rispetto ad allora e a che punto siamo arrivate. Noi siamo in un buon momento e speriamo di continuare a fare bene ».

In terza posizione a -5 dalla capofila c’è la Savallese Millenium Brescia, che in pochi giorni è passata dal netto ko a Trento all’affermazione limpida su San Giovanni in Marignano, confermandosi tra le più serie candidate alla promozione diretta. Le lombarde di Enrico Mazzola si apprestano ad affrontare una trasferta piuttosto complicata, in casa della Sigel Marsala: non solo per la lunghezza del viaggio, ma anche e soprattutto per lo stato di forma delle siciliane di Francesco Campisi, rivitalizzate nelle ultime settimane e pienamente in corsa per tagliare il traguardo della salvezza. Digerito perfettamente l’innesto di Rebecca Perry, le lilibetane ha ottenuto 9 punti in 4 partite, approfittando al meglio di un calendario che l’ha posta di fronte a una serie di scontri diretti. Al cospetto delle leonesse, però, il tasso di difficoltà sarà notevolmente più alto: Simona Gioli e compagne non intendono fare sconti.

Il Fenera Chieri ha messo fine alla serie negativa con il successo interno su Perugia e si appresta a sfidare in trasferta la Golden Tulip Volalto Caserta per mettere ulteriormente al riparo la sua posizione da Play Off e, perché no, riavvicinarsi alla vetta. L’approccio alla Serie A2 di Samantha Middleborn, centrale appena ingaggiata per far fronte agli infortuni di Lualdi e Salvi, è stato positivo (7 punti, conditi da due muri) e le tre attaccanti di palla alta – Angelina, Manfredini e Perinelli – sono andate tutte in doppia cifra. Le ragazze di coach Secchi si misureranno con le rosanero di Arcangelo Madonna, che occupano l’ultima posizione e vedono allontanarsi sempre più la quota salvezza. Al successo interno su Montecchio sono seguite quattro sconfitte per 3-0, tra cui quella più pesante contro Marsala: eppure Denysova e compagne non si arrendono e promettono battaglia. 

« Non ci aspettiamo assolutamente una rivale sottotono – afferma il coach campano, Arcangelo Madonna -. Chieri è squadra dall’elevato potenziale, completa in ogni reparto e con una panchina decisamente profonda. Noi abbiamo studiato soluzioni difensive per migliorare la nostra ricezione e conto di vedere un gioco più fluido e tranquillo in fase offensiva. Come loro del resto, anche noi abbiamo avuto pochi giorni per preparare la sfida. Faranno fede i feedback del match di andata. Giocammo una sfida di grande sostanza e grinta, mi auguro di vedere la stessa determinazione anche stavolta. Noi abbiamo il dovere, ma anche la voglia di onorare tutte le sfide”.

Al PalaCosta, dopo Cuneo e Mondovì, è il Volley Soverato a far visita alla Conad Olimpia Teodora Ravenna. All’andata le leonesse inflisse la prima sconfitta interna alle calabresi che in quel momento erano in testa alla classifica. Forti della vittoria ottenuta contro la capolista Mondovì, grazie anche all’innesto della centrale statunitense Haleigh Washington, capitan Bacchi e compagne daranno l’assalto al fortino calabrese per cercare di fare bottino pieno e movimentare la classifica che ora le vede undicesime a soli due punti da Orvieto e Club Italia, prossime avversarie delle ravennati e dirette competitor per l’ingresso nella zona playoff.

« Soverato ha un roster di giocatori molto esperti e bravi – analizza Simone Angelini, coach della Conad- È un’ottima squadra, con i suoi naturali alti e bassi. Dispone di due ottimi centrali, rapidi e veloci, e di due forti attaccanti, con un braccio notevole e altezze ragguardevoli. All’andata abbiamo vinto a casa loro, al termine di una partita molto combattuta. Sono certo che anche domenica sarà dura, come del resto ogni partita di questo campionato che riserva sorprese ogni settimana ».

Le cavallucce marine guidate da coach Barbieri devono blindare i playoff per evitare il ritorno delle compagini che stanno subito dietro alle biancorosse. Il successo contro Olbia ha dato all’ambiente le risposte che ci si aspettava, giocando due set molto bene ed impedendo alle sarde di rientrare in corsa dopo aver perso il terzo parziale.

Domenica la Delta Informatica Trentino farà visita alla Bartoccini Gioiellerie Perugia con l’obiettivo di ritrovare l’appuntamento con il successo e bissare la vittoria ottenuta nella gara d’andata. Moncada e compagne, nonostante il passo falso compiuto con Orvieto, sono rimaste al sesto posto in classifica ma il margine di vantaggio su Soverato (che ha giocato una gara in meno rispetto a Trento) è sceso a due soli punti. Le gialloblù troveranno sulla propria strada una Bartoccini quanto mai affamata di punti salvezza, occupando attualmente la terz’ultima piazza con due sole lunghezze di margine sulla rinata Marsala.

« Ci attende una trasferta molto insidiosa – spiega Nicola Negro, tecnico della Delta Informatica – perché faremo visita ad una squadra che ha assolutamente bisogno di far risultato per mantenersi al di fuori della zona retrocessione. Nonostante ciò affronteremo la gara con l’obiettivo di ritrovare il successo, consapevoli delle qualità della nostra rosa. Siamo reduci da una prestazione dai due volti offerta con Orvieto, molto positiva nella prima parte di gara, meno nella seconda fase, quando la Zambelli ha saputo renderci la vita molto complicata giocando un’ottima pallavolo. Perugia è una squadra ricca di giocatrici di grande esperienza ».

Spareggio Play Off tra Barricalla Collegno e Zambelli Orvieto, divise da appena un punto ed entrambe in lotta per essere tra le prime nove entro la fine della Regular Season. Due squadre che strada facendo hanno modificato le proprie ambizioni: se le torinesi si sono sempre mantenute saldamente nei pressi delle prime posizioni, le tigri gialloverdi hanno costruito la propria classifica soprattutto da metà dicembre in poi.

« In questi giorni ho sentito ripetere da molti la parola Play Off, ma posso affermare con certezza che nessuno, nello spogliatoio o all’interno della società, lo consideri un obiettivo – evidenzia Michele Marchiaro, coach del Barricalla -. Al momento lavoriamo guardando la singola partita e non il lungo periodo, concentrandoci sull’avversaria che al momento ci precede in classifica. Se siamo decimi puntiamo alla nona, se siamo noni puntiamo all’ottava, e così via. Da inizio stagione stiamo lavorando duramente per costruire e migliorare questo tipo di mentalità, senza coltivare o prefissarci obiettivi che non sono obiettivi. Se non giocheremo i Play Off significherà semplicemente che altre squadre avranno meritato di più, ma ciò non rovinerà assolutamente la nostra stagione, a mio avviso eccellente. Orvieto? A differenza nostra l’avversario ha fatto un mercato di spessore e il suo organico implica come legittima ambizione il raggiungimento dei playoff, che data la rosa a disposizione potrebbe effettivamente vincere ».

Al PalaScoppa di Soverato la Golem Olbia ha incassato la seconda battuta d’arresto consecutiva lontano dalla Sardegna. Le olbiesi, allora, cercheranno di rifarsi domenica pomeriggio, quando al PalAltoGusto riceveranno la visita della P2P Givova Baronissi, squadra che in classifica la precede di 6 lunghezze.

« A Soverato abbiamo affrontato una squadra dagli elevati valori tecnici, che non siamo riusciti a mettere in difficoltà come avremmo voluto – afferma lo scoutman dell’Hermaea Antonio D’Ambrosio -. La gara era stata preparata con l’intento di forzare il servizio, ma nel primo e nel secondo set abbiamo sbagliato troppo. Con Baronissi mi aspetto una partita simile a quella vinta due mercoledì fa contro Ravenna: è una squadra interessante, che può contare su varie soluzioni in posto 4. Hanno delle individualità di tutto rispetto come la schiacciatrice portoricana Lopez, senza dimenticare Mendaro, opposto di grande efficacia, e Travaglini, centrale abituato a lottare per obiettivi importanti. La loro arma principale è l’intensità difensiva, dunque servirà una prova paziente: non dovremo aver troppa fretta nel chiudere l’attacco con la prima palla”.

« Affronteremo un’altra trasferta insidiosa – racconta Teodoro Cicatelli, coach della P2P Givova -, contro una formazione che proverà a difendere a denti stretti la serie A2. Baronissi, però, dovrà essere brava a rimediare allo scivolone casalingo contro Marsala, senza somatizzare il ko. Testa libera e massimo impegno da parte delle ragazze, che dovranno liberare il braccio ed essere più ciniche. Contro Marsala è mancato l’affondo nel momento decisivo: abbiamo sprecato giocate semplici, quelle spacca-partita. Punto su punto, rialziamo la testa e prepariamoci a vender cara la pelle in Sardegna ».

IL PROGRAMMA  E ARBITRI  DELLA 29a GIORNATA-
 

Domenica 11 marzo, ore 16.00

Sigel Marsala – Savallese Millenium Brescia (Pozzi-Moratti)

Domenica 11 marzo, ore 17.00

Ubi Banca S.Bernardo Cuneo – Club Italia Crai (Jacobacci-Santoro)

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Volley Soverato (Sabia-Mesiano)

Bartoccini Gioiellerie Perugia – Delta Informatica Trentino (Di Bari-Di Blasi)

Golden Tulip Volalto Caserta – Fenera Chieri (Rossetti-Toni)

Barricalla Collegno – Zambelli Orvieto (Armandola-Giorgianni)

LPM Bam Mondovì – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio (Verrascina-Guarneri)

Golem Olbia – P2P Givova Baronissi (Laghi-Cavalieri)

Riposa: Battistelli S.G. Marignano

LA CLASSIFICA-

LPM Bam Mondovì 62; Ubi Banca San Bernardo Cuneo* 58; Savallese Millenium Brescia* 57; Battistelli S.G. Marignano 56; Fenera Chieri 53; Delta Informatica Trentino 51; Volley Soverato* 48; Zambelli Orvieto* 43; Club Italia Crai* 43; Barricalla Collegno* 42; Conad Olimpia Teodora Ravenna* 41; P2P Givova Baronissi 29; Golem Olbia 23; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio* 22; Bartoccini Gioiellerie Perugia* 19; Sigel Marsala* 17; Golden Tulip Volalto Caserta* 8.
*una partita in meno

Articoli correlati

Commenti