Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley A1 femminile

Vedi Tutte
Volley A1 femminile

Volley: A1 Femminile, a Bolzano arriva Christina Bauer

Volley: A1 Femminile, a Bolzano arriva Christina Bauer
© Legavolleyfemminile

Grande colpo di mercato per il Neruda Volley che ingaggia la centrale francese protagonista a Piacenza la scorsa stagione.

Sullo stesso argomento

 

domenica 26 giugno 2016 12:41

BOLZANO- Il primo tassello del Neruda Volley Bolzano 2016/2017 è la centrale francese Christina Bauer. Sulle rive del Talvera nella prossima stagione arriva la 28enne capitano della nazionale transalpina, fresca di secondo posto nella scorsa serie A1 con la maglia della Nordmeccanica Piacenza. Bauer è una delle migliori interpreti mondiali nel ruolo di centrale, atleta capace di unire importanti mezzi fisici (è alta infatti ben 196 centimetri) ad una ottima tecnica, tanto da chiudere lo scorso campionato di serie A1 come quinta miglior centrale dell’intera stagione. In 34 incontri disputati fra serie A1 e Coppa Italia, infatti, Bauer ha messo a segno la bellezza di 319 punti dei quali 15 direttamente in battuta, 101 a muro (che ne hanno fatto la terza miglior muratrice assoluta della A1 nella speciale classifica di questo fondamentale fra le centrali) ed una media in attacco del 46,5% con 536 palloni messi a terra. Risultando così, fra le centrali, la seconda in assoluto dell’intera A1 in quanto a punti realizzati in attacco. Nata in Norvegia ma da sempre praticamente residente in Francia, Christina Bauer è figlia di Jean-Luc Bauer ex atleta della nazionale di pallavolo francese e di Tone Bauer, ex giocatrice della nazionale norvegese di pallamano. Dopo gli inizi nel Pfastatt Volley l’esplosione arriva con la maglia del Vb Club Kingersheim, con la quale si fa notare ad alto livello, tanto da essere poi votata quale Mvp del campionato transalpino militando nelle fila del Mulhouse. La prima esperienza oltre i confini nazionali la fa proprio in Italia, a Busto Arsizio, protagonista di quella Yamamay che vinse tutto (scudetto, Coppa Italia e Coppa Cev) nel 2012, prima di trasferirsi l’anno seguente al Fenerbahce, in Turchia, dove ha raccolto altri successi importanti. Il ritorno in Italia è avvenuto nella stagione scorsa con la maglia della Nordmeccanica Piacenza (dove era capitano) ed ora sarà Bolzano la terza città nel Belpaese di questa ragazza classe 1988, particolarmente amante dello sport e dell’apprendimento delle lingue, tanto da parlare fluentemente francese, italiano, inglese, norvegese, turco ed aver studiato anche un po’ di russo.

Articoli correlati

Commenti