Gasperini: «In Supercoppa si vedrà un'altra Inter»

Il tecnico dopo il brutto ko con il Manchester City: «Avevamo in campo tanti giovani, per loro è stata un'esperienza importante che servirà in futuro. E comunque meritavamo almeno un gol»

MILANO, 31 luglio - "A Pechino sarà un'altra Inter": parola di Gian Piero Gasperini che fa questa promessa dopo la sconfitta dell'Inter contro il Manchester City nella Dublin Super Cup. Secondo Gasperini, all'Inter è mancata la concretezza offensiva e comunque la squadra avrebbe meritato almeno un gol. In ogni caso, la squadra messa questo pomeriggio in campo aveva un carattere sperimentale con l'obiettivo di risparmiare i giocatori in vista della Supercoppa contro il Milan in programma il 6 agosto a Pechino. Insomma, una sconfitta sulla quale non bisogna fare drammi, nonostante l'Inter abbia incassato tre gol.

L'ANALISI - "Non bisogna dimenticare - sottolinea Gasperini - che il City ha proposto quasi la formazione al completo che ieri ha affrontato un avversario molto debole mentre noi abbiamo vinto una vera battaglia con il Celtic. Avevamo in campo tanti giovani, per loro è stata un'esperienza importante che servirà in futuro. Non abbiamo perso altri calciatori per infortunio e, comunque, quelli traumatici che abbiamo avuto, ovvero Viviano e Nagatomo, possono capitare nell'arco di una preparazione".

ZANETTI - Gasperini conferma che Zanetti si unirà al gruppo a Pechino, in seguito all'infortunio di Nagatomo: "Con Zanetti, proprio ieri, c'eravamo sentiti in mattinata per altre cose. Quindi sapevo che era già passato da Milano e che era già in Europa. Anche a livello fisico-strutturale, avendo da poco concluso la Coppa America, nella ha disputato tutte le gare con l'Argentina, può essere subito pronto".

IL DERBY - La Supercoppa contro il Milan "sarà una gara importante per quello che è, ovvero una finale, non fondamentale per il proseguo della nostra stagione, che ripartirà con l'inizio del campionato". "Alla partita ci teniamo - ha aggiunto Gasperini - c'è in gioco il primo trofeo della stagione, vogliamo vincerlo, ma la data del 6 agosto è davvero strana, a metà strada tra l'inizio della preparazione e il via ufficiale della stagione. Comunque, questa è la realtà e ci adattiamo". "Ho già in mente la formazione con la quale affrontare il Milan - ha proseguito - però è un'idea teorica, il calcio cambia nei particolari ogni giorno, quindi sfrutteremo ogni giorno per adattarci alle situazioni che troveremo a Pechino e per preparare al meglio questo derby. Ripeto: importante, non decisivo per la stagione dell'Inter".

5
  1. pferde Scrive:
    01/08/2011 18:24:20

    Con la Roma faremo i conti in Champions,con il Milan prima

  2. smeazza Scrive:
    01/08/2011 17:08:02

    un romanista che tifa milan…molto ogm…

  3. Scrive:
    01/08/2011 15:32:19

  4. soloromaromaebas Scrive:
    01/08/2011 13:29:27

    il milan vi straccia

  5. goinforthekill Scrive:
    01/08/2011 11:49:44

    ma quale altra inter, se i giocatori li hai, invece di lasciarli in vacanza li richiami x una finale come ha fatto il milan! Ma certo, loro hanno un allenatore, questo invece richiede palacio...

    Scrivi un commento
    Per poter inserire un commento/articolo devi eseguire il login


     


     
    Se non sei ancora registrato clicca quì: REGISTRATI
     

    Adv