Cassano, prima diagnosi: è ictus ischemico

Per l'Ansa è questo il motivo del malore che ha colpito il giocatore sabato sera al ritorno dalla trasferta di Roma. Il Milan non conferma e spiega: «Antonio è in fase di netto miglioramento e nei prossimi giorni sosterrà ulteriori esami medici»

lunedì 31 ottobre 2011

MILANO- Ictus ischemico: il Milan non commenta, ma a quanto apprende l'ANSA è questa la prima diagnosi del malore che ha colpito Antonio Cassano sabato sera al ritorno dalla trasferta di Roma. Resta ancora da valutare l'entità dell'ictus. Il giocatore rossonero è ricoverato al Policlinico di Milano dove resterà per ulteriori accertamenti almeno fino a giovedì. Il Milan per parte sua "non commenta diagnosi e voci provenienti da fonti che non siano la società o il Policlinico, in attesa di ulteriori accertamenti ed esami medici che stabiliranno l'effettiva diagnosi".

NETTO MIGLIORAMENTO - Al di là della prima diagnosi le condizioni di salute di Antonio Cassano sarebbero comunque in netto miglioramento: secondo quanto si è potuto apprendere, i sintomi che aveva accusato prima del ricovero sono regrediti del tutto anche grazie alle terapie praticate. L'ospedale e il personale sanitario mantengono il più stretto riserbo ma c'è ottimismo sulla ripresa del giocatore che potrebbe addirittura lasciare il policlinico di Milano in tempi brevi, magari continuando le cure in altra struttura.

PARLA L'AGENTE - "Bisogna credere a quello che dicono i medici, e a me i medici non hanno detto nulla". Dopo aver passato quasi quattro ore nel reparto di Neurologia del Policlinico di Milano dove è ricoverato Antonio Cassano, il suo agente Beppe Bozzo, ha commentato così le condizioni dell'attaccante del Milan. "L'ho visto bene, sta bene", ha spiegato ancora il procuratore.

IL COMUNICATO DEL MILAN - «A.C. Milan comunica che le notizie in circolazione contenenti ipotetiche diagnosi sullo stato di salute di Antonio Cassano non possono considerarsi verificate poichè non provenienti da fonti mediche accertate come lo staff sanitario di A.C. Milan o i medici del Policlinico di Milano che hanno in cura il calciatore. A.C. Milan sottolinea che Antonio Cassano è in fase di netto miglioramento e che nei prossimi giorni sosterrà ulteriori esami medici».

IL PARERE - La regressione dei sintomi e il miglioramento delle condizioni di salute generali che si registrerebbero al momento per il giocatore Antonio Cassano, dopo una prima diagnosi di ictus ischemico, possono rappresentare "un elemento fondamentale che può permette di essere ottimisti e prevedere un decorso positivo e di piena ripresa". È il parere del neurologo dell'Università Cattolica e direttore della Stroke Unit del Policlinico Gemelli di Roma Vincenzo Di Lazzaro. "L'ictus ischemico - spiega Di Lazzaro - si verifica quando il sangue non arriva più a una parte del cervello. Per questa ragione, le funzioni afferenti a quella determinata zona cerebrale si possono perdere, come ad esempio la parola o il movimento. Ma la perdita di tali funzioni - precisa l'esperto - può essere transitoria e dunque limitata nel tempo, oppure può perdurare. La causa dell'ictus può essere un trombo oppure un embolo che parte dal cuore e blocca, appunto, l'afflusso del sangue al cervello". Fondamentale, sottolinea Di Lazzaro, è anche la "tempestività dell'intervento terapeutico, oggi esistono infatti terapie grazie alle quali è possibile sciogliere il coagulo che si viene a formare e ripristinare così il flusso sanguigno". Nel caso del giocatore Cassano, afferma il neurologo, "potrebbe essersi trattato di una forma transitoria, dato il regredire dei sintomi in un arco di tempo breve". In questo caso, sottolinea lo specialista, "il recupero, anche vista la giovane età, può essere totale, con una piena ripresa, nel caso specifico di Cassano, dell'attività sportiva". È comunque molto importante, conclude Di Lazzaro, "capire la causa dell'evento ischemico, per poter programmare adeguate terapie preventive".

Scrivi un commento
Per poter inserire un commento/articolo devi eseguire il login


 


 
Se non sei ancora registrato clicca quì: REGISTRATI
 

Adv