Pescara, cda si dimette per contestazione tifosi

De Cecco: «Lasciamo una società sana: ma la restituiamo nella sua sede, nella giusta sede e non in Tribunale»

    PESCARA 31 maggio - All'indomani delle contestazioni dei tifosi del Pescara - che milita in serie B - verso la politica societaria, in particolare per l'operato del ds Daniele Delli Carri, questa sera l'intero Cda della società biancazzurra, capitanata dal presidente Giuseppe De Cecco, ha rassegnato le dimissioni: nel comunicato diramato dalla dirigenza, si parla di scelta dolorosa, ma inevitabile, alla luce degli ultimi eventi. "Lasciamo - ha detto il patron De Cecco - una società sana: ma la restituiamo nella sua sede, nella giusta sede e non in Tribunale". Il gruppo dirigenziale in carica fino a qualche ora fa, come noto, aveva rilevato la società, dopo il fallimento di due anni fa. Probabilmente domani si terrà una conferenza stampa in cui verranno resi noti i motivi della clamorosa decisione che ha lasciato attonito l'intero staff tecnico biancazzurro convocato proprio domani pomeriggio per il rompete le righe.

    Scrivi un commento
    Per poter inserire un commento/articolo devi eseguire il login


     


     
    Se non sei ancora registrato clicca quì: REGISTRATI
     

    Adv