Corriere Dello Sport.it

Volley

Cerca in Corriere dello sport.it:
© GALBIATI/ZANI
  • Si 
  • No 
 

lunedì 20 ottobre 2014

Modena s'accende, Latina si preoccupa

Modena-Perugia uno spot spettacolare per la nuova SuperLega. La Top Volley Latina vince sul campo (con Monza) ma dinanzi a soli 820 spettatori. Il presidente Falivene è preoccupato per il futuro della sua squadra

di Leandro De Sanctis

Per una volta la parola spettacolo è stata ben spesa. Il primo set giocato al PalaPanini da Modena e Perugia, e mostrato in diretta Tv su RaiSport1, è stato realmente uno spot efficace della nascente SuperLega. Una partita che si è rivelata un promo...promettente che ha subito rassicurato la calda tifoseria emiliana sulla qualtà del materiale a disposizione del tecnico Lorenzetti. Era una partita importante e ricca di spunti: dai centrali scambiati (Piano da Perugia a Modena, Beretta da Modena a Perugia), alla peculiarità dei due presidenti, tra gli ultimi saliti sulla ribalta del volley (la signora Pedrini nel club emiliano, Gino Sirci patron degli umbri).Ma soprattutto le reciproche ambizioni. La Sir Safety, finalista nella scorsa stagione, ha rinnovato e sostituito in panchina Kovac  con il debuttante Nikola Grbic, che fino a pochi mesi fa ancora incantava giocando. Due dei migliori palleggiatori del campionato per inseguire il traguardo della finale scudetto: l’argentino De Cecco sbarcato a Perugia, il brasiliano Bruninho per il quale Modena è una seconda casa. Ha vinto Modena perchè ha avuto la possibilità di calare l’asso N’Gapeth a partita in corso. Già un bel Modena, destinato a crescere con il lavoro e con le sollecitazioni...brasiliane di Bruninho, che chiede un gioco modello Selecao. Perugia ha già capito che il lavoro che l’attende è ancora duro e Grbic sa in quali direzioni operare per assemblare al meglio la sua squadra. 

Se il folto pubblico di Modena ha avuto modo di divertirsi, gli 820 spettatori paganti al PalaBianchini di Latina, confermano gli evidenti e prolungati problemi di una piazza che nonostante gli sforzi del presidente Falivene, non dimostra la considerazione che la società pontina si aspetta.  Con questi presupposti e gli obiettivi di pubblico da raggiungere, questa potrebbe essere l’ultima stagione, come ha fatto capire lo stesso Falivene alla vigilia della stagione, dopo aver contato l'esiguo numero di abbonamenti. Per trovare il PalaBianchini Pieno si deve andare alle semifinali scudetto con Trento e alle finali di Coppa in Europa. E' ormai chiaro che i pochi appassionati che seguono la squadra lo fanno con continuità ed entusiasmo (in passato a volte anche particolarmente esuberante). Ma, appunto, sono pochi. Un numero inadeguato ai nuovi standard che si è data la SuperLega. O la società pontina non riesce a lavorare al meglio calamitando spettatori, o la piazza più di questo continua a non offrire ed è allora giusto che il presidente Falivene prenda le sue decisioni.

Tutte le altre news di opinioni →

Ti potrebbe interessare!

Inserisci Commento

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti