Corriere Dello Sport.it

Volley

Cerca in Corriere dello sport.it:
© GALBIATI
  • Si 
  • No 
 

giovedì 23 ottobre 2014

A1 donne, il 70° campionato tinto d'azzurro

Presentata la Tim Volley Cup, la Serie A1 sponsorizzata dalla Tim si aprirà nel segno delle azzurre reduci dal Mondiale e delle statunitensi campionesse iridate, con la mvp Kimberly Hill

di Leandro De Sanctis

ROMA - L’Italia ha riscoperto il fascino della pallavolo con la meravigliosa avventura dei Mondiali ospitati per tre settimane. Ora il testimone di questa ideale staffetta passa dalla Nazionale ai club, che hanno presentato ieri a Milano la stagione ed il campionato numero 70 (che scatterà l’1 e 2 novembre). La Lega Pallavolo Femminile ha radunato qualcuna delle grandi protagoniste in maglia azzurra ed ha affidato loro il ruolo di testimonial nella giornata milanese, aperta con la Mostra celebrativa ospitata all’interno della Galleria del Corso, poi a Palazzo Visconti.
        A testimoniare il cordone ombelicale tra Nazionale e club c’erano Cristina Chirichella, Valentina Diouf, Raphaela Folie, Francesca Piccinini, Noemi Signorile.
         E soprattutto la stella dei Mondiali, la statunitense iridata Kimberly Hill, che ai Mondiali ha ricevuto il trofeo destinato alla miglior giocatrice del torneo e che indosserà la maglia del Novara. Un campionato che avrà anche il miglior libero del torneo Mondiale, Monica De Gennaro e la miglior palleggiatrice: Alisha Glass del Conegliano. E poi ancora le ex azzurre Jenny Barazza e Cristina Barcellini.

Un ponte dal passato, per ricordare chi ha scritto la storia del volley femminile italiano in epoche che paiono ora lontanissime. Sergio Guerra e Manuela Benelli, simboli della Teodora Ravenna invincibile armata degli anni 80, Mangifesta e Marasi legate all’epopea di Matera, Manuela Leggeri che vinse il titolo mondiale 2002 e che ha conquistato con Piacenza gli ultimi due scudetti.  A raccontare Italy 2014 il ct della Nazionale, Marco Bonitta: «Il ricordo più bello? Avere avuto a disposizione un gruppo vero, che ha lavorato, ha affrontato i momenti difficili e ha sempre reagito. Avevamo scritto su un grande foglio la frase ‘Mai mollare’ e posso dire con certezza che l’abbiamo onorata fino in fondo».

La definizione di campionato più bello del mondo per il pubblico che segue le pallavoliste in fondo conta poco. Tante campionesse sono andate a giocare altrove, èd è indubbiamente vero che la qualità generale si è abbassata. Ma il rovescio della medaglia è che un torneo di minor qualità assoluta, potrà dare l’opportunità ad atlete italiani e magari giovani, di trovare spazi altrimenti proibiti. Di questi tempi bisogna sapersi accontentare e la miccia dell’entusiasmo accesa dalle azzurre, basterà per godersi un campionato che vivrà di campanile e di affetto. Con la speranza che non ci siano altri casi di club che ad un certo punto della stagione smettono di pagare. L’esclusione di Ornavasso dimostra che il volley femminile ha cambiato passo e che la strada del rigore è l’unica praticabile.
        «Sentiamo ancora vivo l’entusiasmo che il Mondiale italiano ha portato in tutto il Paese e intendiamo tenere accesa la fiammella per tutta la stagione e oltre - ha detto il presidente della Lega, Mauro Fabris - Il futuro è qui. Grazie ai nostri club e agli sponsor che investono nel nostro movimento. Lavoreremo per migliorare ancora e diffondere sempre più i valori positivi della pallavolo femminile».

 «Adesso tutti in giro ci conoscono di più, siamo riuscite a portare il sorriso del nostro gruppo al di fuori, tra la gente - dice Francesca Piccinini, capitano della Nazionale e della Liu Jo Modena -. Facciamo tanti sacrifici, è bello godersi queste soddisfazioni». «Il campionato sarà molto competitivo, tante squadre hanno fatto acquisti importanti e quindi mi aspetto un livello molto alto» è ciò che pensa Valentina Diouf, opposto della Unendo Busto Arsizio. E Cristina Chirichella, neo acquisto di Novara: «Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura

Tutte le altre news di Volley →

Ti potrebbe interessare!

Inserisci Commento

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti