Corriere dello Sport

Altre Notizie

Vedi Tutte
Altre Notizie

Le spoglie di Padre Pio partite verso Roma

Le spoglie di Padre Pio partite verso Roma
© ANSA

Il Santo in viaggio verso la Capitale per la celebrazione del Giubileo. Tanti i devoti anche nel mondo dello sport

 

mercoledì 3 febbraio 2016 12:30

ROMA - Le spoglie di san Pio da Pietrelcina hanno lasciato, a bordo di un furgone, la chiesa superiore a lui dedicata a San Giovanni Rotondo per essere traslate temporaneamente a Roma, per volontà di Papa Francesco, nella chiesa di San Lorenzo fuori le Mura, dove arriveranno nel primo pomeriggio. L'uscita dalla chiesa è stata preceduta da un lungo applauso della folla presente, visibilmente commossa. La celebrazione eucaristica è stata officiata da frate Francesco Langi, guardiano del convento.

 

IL VIAGGIO - Ieri sera, nella chiesa superiore, a conclusione dell'Anno della vita consacrata, c'era stata una celebrazione eucaristica presieduta dall'arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, mons. Michele Castoro. Prima di lasciare la cittadina foggiana, il furgone con le spoglie di san Pio è transitato dinanzi alla Casa Sollievo della Sofferenza, la struttura sanitaria fatta realizzare dal frate con le stimmate attraverso donazioni. Molti fedeli, tra cui numerose suore e bambini, hanno sventolato fazzoletti bianchi in segno di saluto. Applausi e commozione lungo tutte le strade che il mezzo con a bordo le spoglie del santo sta percorrendo per giungere a Roma. All'arrivo a San Lorenzo fuori le Mura ci sarà, verso le 15, la liturgia dell'accoglienza delle spoglie di san Pio e di quelle di san Leopoldo, presieduta da frate Gianfranco Palmisani, ministro provinciale dei Frati minori Cappuccini della Provincia romana. In serata, alle 18, ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Agostino Vallini, vicario generale del Papa per la diocesi di Roma, e a seguire, dalle 20.30, una veglia di preghiera presieduta da frate Mauro Johri, ministro generale dei Frati minori Cappuccini. A Roma le spoglie di san Pio resteranno fino all'11 febbraio, quando ripartiranno per raggiungere Piana Romana, frazione rurale di Pietrelcina, paese natio di san Pio, dove poi verranno esposte le reliquie del santo. Il ritorno delle spoglie a San Giovanni Rotondo è previsto per il 14 febbraio prossimo, passando prima per Benevento e Foggia.

 

 

LO SPORT - Prima Gino Bartali e Fausto Coppi, poi i fratelli Abbagnale e Beppe Signori. Tanti nel mondo dello sport hanno ascoltato la parola di Padre Pio e confessato di avere con lui un rapporto intenso. L'ex attaccante di Foggia, Lazio e Bologna si è sempre ritenuto un miracolato: nel 1991 riuscì a salvarsi dopo un incidente stradale nei pressi del foggiano e, durante la sua carriera, ha sempre indossato la maglietta che lui stesso portò sulla tomba di Padre Pio.

SICUREZZA - Nove aree di sicurezza,metal detector, bonifiche anche del sottosuolo e uomini delle forze dell'ordine e delle forze armate. Questo il dispositivo varato dalla Questura per l'arrivo delle spoglie di San Pio da Pietrelcina e di San Leopoldo da Padova. Il piano, maturato in sinergia con la Prefettura, prevede l'impiego, nell'arco delle 24 ore, di uomini della Polizia e dei Carabinieri con il concorso di Guardia di Finanza e Polizia di Roma Capitale. Le misure, precisa la Questura, "saranno uguali a quelle assicurate a Capi di Stato di alto rango". Verranno create nove aree di sicurezza che garantiranno ai fedeli la condivisione delle reliquie. In azione Unità Cinofile, Squadre Antiterrorismo e squadre di verifica del sottosuolo per bonificare le aree interessate all'evento. In ogni occasione in cui i fedeli renderanno omaggio alle reliquie sono previsti controlli con metal detector. La Questura raccomanda a tutti i fedeli di arrivare per tempo e limitare al massimo bagagli o borse voluminose.

Articoli correlati

Commenti