Dalla Scuola Allo Stadio: tutto pronto per il 2 dicembre
Altre Notizie
0

Dalla Scuola Allo Stadio: tutto pronto per il 2 dicembre

Proseguono con successo le iniziative dell'Associazione no profit "Dalla Scuola allo stadio" che domenica 2 dicembre allo Stadio Olimpico Grande Torino porterà circa 200 alunni delle Scuole elementari e medie ad assistere alla partita Torino-Genoa.

L’Associazione “Dalla Scuola allo stadio” nasce dall’idea di quattro giovani studenti universitari di Roma, amanti dello Sport, con l’intento di collaborare con la Scuola per avvicinare i bambini e gli adolescenti al mondo del calcio e alla sua visione dal vivo al fine di comprenderne meglio le regole e i valori sportivi.

La volontà infatti è quella di voler far apprendere ai partecipanti con questa esperienza oltre alle regole del gioco soprattutto i valori del Fair Play, il tifo corretto e il rispetto per l’arbitro.

Il progetto consiste nel dare la possibilità ai bambini delle Scuole Elementari e Medie accompagnati da insegnanti/rappresentanti di classe (circa 200/250 per ogni singolo evento) di assistere allo Stadio ad una partita della squadra della loro città potendo contare sulla completa organizzazione dell'evento da parte dell’Associazione e nella massima sicurezza con un servizio navetta adibito ad hoc, un accesso privilegiato all’interno dello Stadio, un pasto completo da consumare all’interno dello Stadio e moltissimi gadget. Ai partecipanti l’Associazione consegnerà anche una brochure che spiega l'evento, le curiosità e gli aneddoti dello stesso con all’interno pagine dedicate a temi educativi come il Fair Play, il bullismo, la sana alimentazione e soprattutto l’integrazione dei bambini con disabilità.

Il vero obiettivo dell’iniziativa infatti è quello di far avvicinare i bambini allo Sport e in particolare al calcio in un contesto di unione, divertimento e rispetto per l’avversario.

 

L’iniziativa ha riscosso sin da subito grande interesse sia a livello istituzionale che sportivo tanto da ottenere l’appoggio del MIUR, il patrocinio della FIGC, della QUARTA CATEGORIA e dell’AISM- Associazione Italiana Sclerosi Multipla, oltre alla collaborazione con l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive del Ministero dell’Interno.

Numerose società di calcio di Serie A e Serie B hanno apprezzato e aderito al progetto dando la completa disponibilità per lo svolgimento dell’evento, mettendo a disposizione piccoli settori all’interno del loro stadio e contribuendo anche al livello organizzativo alla realizzazione dello stesso.

Il primo evento si è tenuto il 29 Aprile 2018 in occasione della partita Sampdoria-Cagliari presso lo stadio Luigi Ferraris di Genova.

Il secondo invece si è svolto a Roma in occasione della partita Lazio-Atalanta lo scorso Maggio.

In entrambi i casi si è trattato di un vero e proprio successo.

Anche i bambini delle Scuole torinesi porteranno allo Stadio dei cartelloni che esprimano il significato dello Sport e i migliori verranno premiati dall’Associazione al termine della giornata.

L’Associazione Dalla Scuola allo Stadio ringrazia il Torino FC per l’opportunità e la fiducia immediatamente concessa e per aver fornito gratuitamente uno spazio nel settore Distinti dedicato ai bambini delle Scuole Elementari e Medie. L’iniziativa sposata dal Torino FC ha riscosso fin dal primo momento un grande successo in Città e presso le istituzioni scolastiche e cittadine.

Le paroel di Angela Martino: Presidente nazionale AISM 

“A questa bella iniziativa partecipiamo anche noi di AISM, insieme ai nostri volontari. Perché noi, un’associazione che ha appena compiuto cinquant’anni, essere accanto a un’associazione neo nata, che parla di valori sociali ai più giovani e alle famiglie, è importantissimo.

Noi, l’associazione delle persone con sclerosi multipla, da sempre siamo vicino ai più giovani, ai valori che legano e fanno crescere, a quelli che non escludono. 

Lo sport è da sempre un valore di inclusione, e va vissuto come tale da tutti; anche da chi convive con la sclerosi multipla e si sente più fragile, anche da chi non riesce a fare goal perché non corre veloce, ma ha voglia di giocare e di essere parte di una squadra. A noi di AISM piace essere parte anche di cose come queste”, Angela Martino, presidente nazionale di AISM.

Vedi tutte le news di Altre Notizie

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti