"Distanziamento non a Natale", parte l'iniziativa della Boreale Don Orione e di So.Spe

La società sportiva romana, con la collaborazione dell'associazione di Suor Paola, promuove un progetto di aiuti alle famiglie in difficoltà per la pandemia
"Distanziamento non a Natale", parte l'iniziativa della Boreale Don Orione e di So.Spe

ROMA - La società Boreale DonOrione ASD, in collaborazione con la Associazione So.Spe. progetto Solidarietà e Speranza diretto da Suor Paola, dall’8 al 22 dicembre, sarà impegnata nel progetto “Distanziamento non a Natale” finalizzato a raccogliere giocattoli e prodotti alimentari natalizi, da regalare alle famiglie meno fortunate. “In questo periodo, in cui il Covid ha limitato e condizionato la nostra vita e l’attività sportiva dei nostri ragazzi, siamo entusiasti di proporre l’iniziativa Distanziamento non a Natale, hanno dichiarato Leandro Leonardi, Alberto Loy e Luca Piattoli della società Boreale DonOrione ASD.

Obiettivi: aiutare le famiglie e ridurre il "distanziamento morale"

"L’obiettivo dell’iniziativa non è solo quello di aiutare le famiglie meno fortunate, ma di ridurre il distanziamento morale che la pandemia sta imponendo", concludono gli organizzatori. "Non dobbiamo perdere la speranza e, per un futuro migliore, dobbiamo aiutare chi sta meno bene di noi”, ha dichiarato Suor Paola. Tutte le famiglie, lo staff ed i simpatizzanti della società di calcio Boreale DonOrione, sono stati invitati a donare giocattoli (nuovi o in buone condizioni) e generi alimentari natalizi (panettoni, pandori e torroni) che verranno consegnati alle case famiglia sostenute dalla Associazione So.Spe.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti