Grosseto, grande festa del calcio per la presentazione del libro di Renaioli

È stata una giornata intensa e ricca di emozioni quella che si è svolta il 30 giugno al centro Polisportivo di Roselle
Grosseto, grande festa del calcio per la presentazione del libro di Renaioli

È stata una giornata intensa e ricca di emozioni quella che si è svolta il 30 giugno al centro Polisportivo di Roselle, in occasione della presentazione del libro di Alessandro Renaioli, “Il mio calcio nei dettagli”, edito da Idea. L’ evento ha visto la partecipazione entusiasta del pubblico e l’intervento di molte personalità del calcio, che attraverso ricordi e aneddoti anche divertenti hanno arricchito la riflessione su uno degli sport più amati e seguiti dagli italiani. Nel pomeriggio si è tenuta una partita pre-evento a cui hanno partecipato gli ex giocatori e amici di Alessandro Renaioli, che hanno condiviso con lui la passione per il calcio. Ha trovato uno spazio importante anche la solidarietà con la partecipazione dell’associazione ALT per la lotta alla trombosi e alle malattie cardiovascolari, alla quale sarà devoluta da Alessandro Renaioli una parte del ricavato dalla vendita del volume.

Presenti il sindaco di Grosseto Antonfranscesco Vivarelli Colonna e l’assessore Fausto Turbanti e il sindaco di Manciano Mirco Morini, che ha consegnato una targa al suo concittadino mister Renaioli. In platea diversi volti noti del calcio, tra i quali il dirigente sportivo Piero Camilli, l’ex calciatore della Lazio Franco Nanni, il presidente dell’Unione sportiva Grosseto, Mario Ceri e il vicepresidente Simone Ceri. Sul palco il giornalista Paolo Mastracca, che ha condotto anche un’avvicente telecronaca della partita insieme al giornalista Vittorio Patanè, Renzo Ulivieri, presidente dell'associazione italiana allenatori calcio e direttore scuola calcio di Coverciano, Paolo Alberto Faccini e Stefano Di Chiara ex calciatori professionisti. E poi Guido D’Ubaldo, caposervizio del Corriere dello Sport e segretario nazionale uscente dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Paris, ex direttore di Rai sport, corrispondente Rai a Gerusalemme, Marco Lollobrigida, giornalista, telecronista sportivo, conduttore e inviato Rai Sport, che hanno intervistato l’autore.

“Presentare ‘Il mio calcio nei dettagli’ in questo splendido contesto con grandi professionisti che ammiro e stimo e che hanno fatto la storia del calcio è stata un’indimenticabile esperienza – commenta Alessandro Renaioli – ringrazio tutti gli amici, i conoscenti, le istituzioni di Grosseto e Manciano che mi hanno dedicato il loro tempo prendendo parte a questo evento che è stato pensato prima di tutto come un omaggio al calcio, ovvero alla grande passione della mia vita.”

Alessandro Renaioli, oltre ad essere un affermato imprenditore maremmano, titolare dell’azienda Renaioli Macchine agricole di Manciano, ha da sempre frequentato il campo da calcio, prima come giocatore e poi come allenatore. Cresciuto nelle file del Manciano, è stato giocatore professionista in C2 con il Grosseto. La sua esperienza da allenatore è iniziata giovanissimo con i pulcini del Porto Ercole per poi tornare alla sua amata Manciano, in cui ha allenato quasi tutti i ragazzi del paese, dai pulcini fino alle giovanili e agli allievi provinciali. La stagione d’oro come allenatore l’ha vissuta alla finale di Coppa Toscana, vinta nel 2013 e alla finale di Coppa Toscana del 2019, persa ai rigori.

Edito da Idea, il libro “Il mio calcio nei dettagli” tocca principi tecnici tattici come l’intensità agonistica, la gestione del duello individuale, le palle inattive, l’equilibrio tattico e mentale, il passaggio finalizzato alla conclusione a rete, ma anche principi morali, come lo spirito di squadra, la cultura del lavoro, il rispetto, la motivazione e la consapevolezza, per chiudere con un sguardo ai mutamenti che sicuramente avverranno nel calcio del futuro.

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti