Padbol, Angilletta e Vender vincono il secondo campionato nazionale

La coppia romana di Padbol Roma ha conquistato il titolo italiano vincendo in finale contro i sardi della Ferrini Cagliari
Padbol, Angilletta e Vender vincono il secondo campionato nazionale
2 min

ROMA - Simone Angilletta e Alessandro Vender vincono il secondo campionato nazionale di Padbol. Sui campi del circolo sportivo Stella Azzurra a Roma, la coppia romana di Padbol Roma ha conquistato il titolo italiano vincendo in finale contro i sardi della Ferrini Cagliari Fabio Argiolas e Alessandro Bonu con il punteggio di 2-1 (6-7, 6-3, 6-4). Al terzo posto troviamo altri romani Crisci e Miami mentre appena fuori dal podio il duo sardo, ma di Oristano, Michael Cois e Mauro Picciau. “L’anno scorso avevamo perso in finale contro di loro, ora ci godiamo il successo. È stata una partita difficilissima, abbiamo raccolto i frutti del lavoro fatto nei mesi scorsi. Siamo contenti di tutto l’evento, è stato un weekend fantastico all’insegna dell’amicizia, del fair play e dello sport. Ora ci prepariamo per difendere il titolo. Siamo felici che il livello si sia alzato in maniera esponenziale”, dicono i vincitori, Angilletta e Vender, quest’ultimo premiato anche come miglior giocatore del torneo. La competizione, che si è disputata sabato 18 e domenica 19 giugno con il patrocinio dell’AICS, ha visto coinvolte 16 coppie provenienti da tutta Italia ed è stata un successo. Per lo spirito e l’atteggiamento con cui i giocatori si sono affrontati, sempre con massimo rispetto e con il sorriso, per i gesti tecnici visti sul campo e anche per il pubblico presente a bordocampo. Nei due giorni, un paio di centinaia di persone - tra appassionati e curiosi - sono arrivate al circolo Stella Azzurra per seguire le partite, raccontate in diretta anche su TMW Radio, media partner dell’evento. “Abbiamo seguito con grande attenzione e passione questo torneo di padbol. Come ente di promozione sportivo siamo alla ricerca sempre di discipline emergenti e crediamo che il padbol abbia tutte le carte in regola per affermarsi in un pubblico ancora più ampio. È stato bello vedere ragazzi di tutta Italia giocare e sfidarsi con rispetto, diventando amici una volta finita la partita. Inclusione, amicizia e fair play sono i nostri valori e siamo felici di averli ritrovati in una disciplina con un grande potenziale di crescita”, il commento di Andrea Lobina, delegato nazionale di disciplina AICS Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal Coni.

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti