“Sportintegra”, domenica 3 dicembre la festa dello sport integrato e inclusivo

Appuntamento al CIP di via Tre Fontane per la manifestazione promossa da Roma Capitale. Assessorato alle Politiche Sociali e alla Salute. Tra le attività: calcio, tennis, basket, nuoto artistico, rugby, baseball, atletica leggera
“Sportintegra”, domenica 3 dicembre la festa dello sport integrato e inclusivo
6 min

Una domenica di festa, in occasione della giornata internazionale delle persone con disabilità, per far conoscere alle famiglie l’opportunità di svolgere attività sportive importanti per il benessere e lo sviluppo dei ragazzi con disabilità. La pratica dello sport integrato e inclusivo, infatti, può aiutare le famiglie a capire meglio le capacità e le passioni dei loro figli, favorire la comunicazione e creare un ambiente di supporto. Questa la mission di “Sportintegra”, Festa dello sport integrato e inclusivo, in programma a Roma domenica 3 dicembre, dalle ore 9 alle 15, presso il “CIP – Comitato Italiano Paralimpico” (via delle Tre Fontane, 27), manifestazione promossa da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Sociali e alla Salute, e organizzata da DreamCom (per ulteriori informazioni: www.sportintegra.org).

Lo sport integrato vuole ribadire l’importanza dell’inclusione di persone con disabilità in tutte le attività sportive. Una mission che mira a superare tutte le barriere, promuovendo l’accessibilità, la parità di opportunità e la partecipazione attiva di tutti, indipendentemente dalla loro abilità o disabilità. Lo sport integrato offre un’occasione unica per favorire l’interazione sociale, l’autostima, la salute e il benessere di tutti i partecipanti. 

L’importanza dello sport integrato è multipla: promuove l’inclusione sociale, permettendo a persone con disabilità di partecipare attivamente alle stesse attività sportive delle persone senza disabilità; contribuisce a combattere l’isolamento e a creare una società più equa e accogliente; favorisce l’interazione tra individui con diverse abilità, promuovendo la tolleranza e la diversità; aiuta a migliorare la salute fisica e mentale e a sviluppare autonomia e nuove competenze. Alle persone normodotate offre un’opportunità di crescita personale, aumentando la consapevolezza delle sfide che affrontano le persone con disabilità e creando empatia. Promuove la cooperazione, il rispetto reciproco e la leadership tra i partecipanti.

Il messaggio

A raccontare la mission e la road map che hanno portato all’organizzazione di “Sportintegra” è l’ideatore della manifestzione, Federico Rocca, Consigliere di Roma Capitale: “Nel corso degli anni – afferma al Corriere dello Sport - ho avuto la fortuna di scoprire uno straordinario mondo sportivo fatto di associazioni, preparatori, atleti, volontari e familiari che con grande fatica, spesso nell’anonimato e con poca attenziona da parte delle istituzioni organizzavano e organizzano attività sportive per persone con disabilità o meglio con diverse abilità. Ho visto gli sforzi che hanno compiuto nel corso degli ultimi anni, in un settore sicuramente non facile anche dal punto di vista della formazione e preparazione ma sono stati in grado di fare grandi passi in avanti; quindi, ho pensato che fosse giusto organizzare una giornata dedicata a loro per dare merito alle attività che svolgono, ai progetti che hanno realizzati e per farli conoscere alla città, in particolare a chi vorrebbe fare o far fare sport a persone con disabilità”. “Io auspico che sia una prima edizione di un appuntamento che deve rappresentare una finestra su questo mondo, per farlo conoscere e per dargli risalto, una sorta di open days per le associazioni e domenica ne vedremo solo una piccola parte, poiché fortunatamente nel corso degli anni sono aumentate sempre di più. Domenica 3 dicembre da Roma – sottolinea ancora Rocca - lanceremo nuovamente il messaggio “Che tutti possono fare sport, che lo sport è per tutti e di tutti” e l’impegno a continuare a lavorare affinché tutto ciò si realizzi ovunque concretamente”.

Il programma

La manifestazione si terrà domenica 3 dicembre, dalle ore 9:00 alle ore 15:00. Sarà allestito un villaggio di stand delle associazioni aderenti con un fitto programma di attività sportive. Di seguito alcuni degli sport integrati che verranno effettuati: calcio, tennis, basket, nuoto artistico, atletica leggera, rugby, hockey, baseball. Le attività sportive fungeranno sia da dimostrazione dello sport, tramite esibizione di atleti, sia come prova pratica che verrà consentita ai visitatori interessati. 

Alle 11.30 ci saranno il saluto delle autorità, dei presidenti e la consegna della targa in ricordo dell'iniziativa a tutte le associazioni aderenti. Tra i presenti: Andrea Abodi, Ministro dello Sport e i Giovani; Massimiliano Maselli, Assessore Servizi sociali, Disabilità, Terzo Settore, Servizi alla Persona della Regione Lazio; Marco Mezzaroma, Presidente Sport e Salute; Barbara Funari, Assessora alle Politiche Sociali e alla Salute Roma Capitale; Roberto Valori, Vicepresidente Vicario CIP - Comitato Italiano Paralimpico; Federico Rocca, Consigliere Roma Capitale. 

Parteciperanno anche diversi campioni olimpionici medagliati con l’Associazione Miti dello Sport - Alessia Filippi (nuoto), Valerio Vermiglio (volley), Bruno Miguel Mascarenhas (canottaggio), Maria Centracchio (judo) – ed Emanuele Blandamura (pugilato), due volte campione europeo. Presente anche Matteo Cavagnini, atleta della Nazionale paralimpica di basket.

A presentare l’evento sarà Marco Lollobrigida, giornalista, telecronista sportivo e conduttore televisivo Rai Sport.

Le Associazioni

Le associazioni partecipanti all’iniziativa sono: Roma All Blinds ASD, Fispes, Unica Lega calcio a8, Blu Aliké, S.S. Lazio hockey, Primavera rugby, Baskin Lazio, Progetto Filippide, I3 ass. culturale, La lepre e la tartaruga, Unione capitolina rugby, ASD Roma amputati, A.S.D.D. Roma 2000, AS Roma Academy, Uisp calcio a7 a9, Associazione Miti dello Sport, Accademia Nazionale di Cultura Sportiva, OPES ITALIA, SkyMano Italia, ACSI, Federazione Italiana Giuoco Handball.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti