Noi di Cremona al ballo delle grandi

Per noi adolescenti lo “Zini” è un mito e immaginarlo finalmente in festa, dopo gli anni duri della C è davvero un bagno di felicità
Noi di Cremona al ballo delle grandi© LAPRESSE
France (Radioimmaginaria)

Ogni settimana racconti e storie, continua la nostra collaborazione con gli speaker di Radioimmaginaria, la radio degli adolescenti e il network in Europa fatto, diretto e condotto da ragazzi tra gli 11 e i 17 anni.

Venerdì 6 maggio 2022 la Cremonese ha vinto contro il Como allo stadio Sinigaglia e dopo 26 anni è tornata ufficialmente in Serie A! Io sono di Cremona, a Cremona c’è una delle redazioni più numerose di Radioimmaginaria e non potevo assolutamente non parlarne, perdonatemi… Lo stadio di Cremona si chiama Giovanni Zini e da quando sono nato vedo le curve dalla finestra di camera mia. Della serie, se durante il weekend non chiudo la finestra e la Cremo segna, mi entrano i fumogeni in casa! Cremona per i ragazzi della mia età è sempre stata una città un po’ monotona. La ami perché ci sei nato e quindi non puoi odiarla, ma per gli adolescenti non c’è mai stato niente da fare e parlando con i miei amici ho sempre sentito come la necessità di scappare. Sicuramente vivere due anni di pandemia in un posto del genere per molti è stato difficile, forse per questo la Cremonese è stata così speciale, perché quest’anno non era solo una squadra di calcio ma un simbolo di rinascita! Le vittorie della Cremo in fondo erano un po’ anche nostre, mie, dei miei amici, compresi quelli che lo Zini l’avevano sempre visto da fuori. Lo Zini è stato per tutto l’anno un punto di ritrovo per noi adolescenti e tutti, maschi e femmine, hanno iniziato a seguire i risultati della squadra e a cantare anche a ricreazione i cori della curva.


 
Venerdì sera è stato bellissimo perché a Cremona c’eravamo tutti! Tutti volevano essere lì e per una sera è diventata la città meno monotona della Lombardia, piena di colori, bandiere e rumore… Quando ho iniziato a seguire la Cremonese era addirittura in Serie C e scene del genere non le avevo mai viste, ma è in momenti come questi che mi rendo conto di quanto cavolo sia bello tifare una piccola, perché, anche quando perde, ti fa provare delle emozioni che non potete neanche immaginare! A volte la Cremo fa miracoli… 

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti