Corriere dello Sport

Tuffi

Vedi Tutte
Tuffi

Cagnotto: «Squalificare Kostner sarebbe ingiusto»

© REUTERS

La tuffatrice azzurra: «Spiace per Carlina, ma ha agito da persona normale»

 

lunedì 22 settembre 2014 20:02

ROMA -"Mi spiace per Carolina. Penso che abbia agito come avrebbe agito ogni persona. Il tuo ragazzo ha fatto uno sbaglio ma non per questo lo devi abbandonare. Mi auguro solo che le diano un po' di tregua". Sono le parole di Tania Cagnotto in riferimento al caso che ha coinvolto la pattinatrice Carolina Kostner, accusata dalla Procura Antidoping del Coni di non aver denunciato il doping del suo allora fidanzato, Alex Schwazer. "Squalificare Carolina? Sarebbe sbagliato - aggiunge la tuffatrice azzurra, a margine della cerimonia d'inaugurazione dell'anno scolastico al Quirinale - perché, primo, non si è dopata. Secondo, avrà sicuramente cercato di non farglielo fare a Schwazer, ma una volta che lo ha fatto cosa fai? Lo mandi all'antidoping? È una situazione particolare". Insomma, tutto il contrario del pensiero della collega nuotatrice Federica Pellegrini. "Lei ha risposto in maniera brusca, ma bisognerebbe trovarsi nella situazione per capire quale sarebbe la reazione - ha concluso la Cagnotto -. Non voglio difendere Schwazer. Non stava più bene ed ha preso una decisione sbagliata".

Per Approfondire