Corriere dello Sport

Altri Sport

Vedi Tutte
Altri Sport

Sci, valanga in Tirolo su un gruppo di scialpinisti: almeno 5 morti

Sci, valanga in Tirolo su un gruppo di scialpinisti: almeno 5 morti
© EPA

La slavina, staccatasi intorno alle 12 sulla forcella Junsjoch, ha travolto due gruppi di scialpinisti sul Wattener Lizum, in Austria. Coinvolte complessivamente 17 persone. Le vittime sono tutti scialpinisti della Repubblica Ceca

Sullo stesso argomento

 

sabato 6 febbraio 2016 18:35

BOLZANO - Sono almeno 5 i morti sotto la valanga che sul Wattener Lizum, in Austria, ha travolto due gruppi di scialpinisti. Lo riferisce la tv austriaca Orf. L'enorme slavina si è staccata verso le ore 12 sulla forcella Junsjoch e ha travolto due comitive di scialpinisti, complessivamente 17 persone. Proseguono le ricerche. I soccorritori hanno localizzato sotto la neve segnali della possibile presenza di persone, ma devono spalare per alcuni metri in profondità. Due turisti della Repubblica ceca sono sopravvissuti e tratti in salvo.

VITTIME DELLA REPUBBLICA CECA - Sono tutti scialpinisti della Repubblica ceca le vittime della valanga sul Wattener Lizum, in Austria. Lo riferisce l'agenzia Apa. I turisti stavano salendo in due gruppi lungo un pendio verso il rifugio Lizumer Hütte, quando si è improvvisamente staccata la slavina, investendo complessivamente 17 persone. È subito scattata la macchina dei soccorsi. Alcuni scialpinisti sono rimasti illesi oppure feriti, ma cinque sono stati recuperati morti. Il pericolo valanghe in Tirolo attualmente è marcato, grado 3 di 5. In giornata un notevole aumento della temperatura ha causato numerosi interventi per valanghe, il più grave sul Wattener Lizum.

PRIMI SOCCORSI - L'elisoccorso altoatesino Aiut Alpin Dolomites è intervenuto, su richiesta delle autorità austriache, per la valanga con cinque morti in Tirolo. "La nostra squadra si soccorso ha recuperato le salme di due uomini e di un cane, un labrador, che faceva parte della comitiva", dice all'ANSA il verricellista Gino Comelli. "Con la slavina è venuto giù praticamente tutto il pendio", racconta. La mega-valanga aveva infatti un fronte di quasi due chilometri e una lunghezza di un chilometro. "La prima vittima - aggiunge - è stata localizzata dal nostro cane di ricerca, la seconda con l'Arva", ovvero l'apparecchio elettronico per la localizzazione di persone sotto la neve. Tutti gli scialpinisti della Repubblica ceca erano ben equipaggiati con Arva e zaino-airbag.

 

Articoli correlati

Commenti