Ecco Italian Fighting Championship

E' nata la nuova promotion italiana di Mixed Martial Arts, arti marziali miste, che intende scoprire e valorizzare gli atleti italiani di nuova generazione. Il suo ideatore è Alex Dandi.

Andrea Ramazzotti

MILANO - Martedi? è nato ufficialmente Italian Fighting Championship, la nuova promotion italiana di Mixed Martial Arts (arti marziali miste) che intende scoprire e valorizzare gli atleti italiani di nuova generazione dello sport che si sta diffondendo piu? velocemente nel mondo (fonte ESPN). Italian Fighting Championship e? ideata e strutturata per esaudire le richieste e le aspettative della crescente comunita? italiana di atleti, addetti ai lavori e appassionati che ruota intorno alle Arti Marziali Miste. E? proprio raccogliendo ed analizzando dati nel corso degli ultimi otto anni all'interno della comunita? italiana delle MMA che il suo ideatore Alex Dandi - gia? consulente per l'Italia per Ultimate Fighting Championship, la piu? importante promotion al mondo di MMA, e telecronista UFC dal 2010 (prima su Sky Sport e poi su FOX Sports) - ha deciso di varare il progetto Italian Fighting Championship. Dandi ricoprira? inizialmente il ruolo di presidente e matchmaker inaugurale di IFC, ma l'organigramma di IFC sara? tutt'altro che verticistico. Al contrario si sviluppera? nel modo piu? orizzontale possibile, andando a cogliere gli input della variegata comunita? formata da atleti, allenatori, organizzatori di eventi, preparatori atletici, nutrizionisti, mental coach, giornalisti, blogger e semplici appassionati.

OBIETTIVI - Il lavoro di IFC si concentrera? sulla scoperta dei piu? giovani ed esaltanti talenti nazionali sia in ambito dilettanti che professionisti ed agevolera?, per quanto in suo potere, il passaggio dal dilettantismo al professionismo per gli atleti piu? promettenti, lavorando a doppio filo con Italian Top Fighters Management, agenzia che rappresenta attualmente oltre 20 dei migliori professionisti di MMA in Italia.
Sara? inoltre prerogativa di IFC ospitare anche atleti di eccellenza provenienti da tutto il mondo per favorire il confronto sportivo con i migliori italiani. Italian Fighting Championship si differenziera? da tutte le altre promotion di MMA presenti sul territorio italiano introducendo l'inedito concetto di promotion di MMA "open source", letteralmente "a codice aperto": cio? significa che vi sara? una struttura organizzativa totalmente trasparente, sostenibile, condivisibile, modificabile dagli stessi atleti e dagli appassionati di questo sport. Italian Fighting Championship si sosterra? economicamente con un modello di business condiviso con i suoi stessi atleti ed appassionati. Infatti, oltre alla consueta vendita di biglietti e merchandising degli eventi gli appassionati (ma anche gli atleti stessi) potranno diventare "soci sostenitori" attraverso la sottoscrizione alla Italian Fighting Card, una tessera che dara? numerosi vantaggi tra cui sconti fino al 30% per l'acquisto di biglietti e merchandising e di altri servizi (ad esempio la ristorazione agli eventi o l'acquisto di materiale tecnico per la pratica dello sport). I "soci sostenitori", oltre ai suddetti vantaggi economici, riceveranno periodicamente contenuti esclusivi, compresi i bilanci economici dell'organizzazione, i quali saranno totalmente consultabili e trasparenti, cosi? da essere replicabili da altri organizzatori nella costruzione di altri eventi di MMA sul territorio nazionale. A questo proposito, i soci sostenitori piu? intraprendenti potranno anche decidere di organizzare eventi sul territorio in cui risiedono usufruendo gratuitamente del completo "know-how" dello staff dell'organizzazione.

7 EVENTI L’ANNO - Ponendo particolare attenzione alla sicurezza ed alla tutela degli atleti, tutti gli eventi Italian Fighting Championship saranno patrocinati da FIGMMA (Federazione Italiana Grappling e Mixed Martial Arts) al fine di ottenere rigorosi controlli antidoping amministrati da NADO (Organizzazione nazionale antidoping), la quale opera in modo concertato con il Ministero della Salute ed il CONI, mentre lo staff medico sara? composto da medici specializzati tesserati alla Federazione Medici Sportivi Italiani(FMSI). L'obiettivo realistico di Italian Fighting Championship e? di organizzare un minimo di 7 eventi annui per un totale di oltre 50 match professionisti e oltre 80 match dilettanti, permettendo cosi? a diverse centinaia di atleti professionisti e dilettanti provenienti da ogni angolo della penisola di gareggiare con protocolli di sicurezza e sportivita? molto alti. In questa prima fase gli eventi saranno organizzati per comodita? nel Nord Italia ma c'e? l'intenzione di visitare anche il Centro ed il Sud con l'aiuto di promoter locali.

CALENDARIO - Il calendario dei primi tre eventi in programma e? il seguente:
18 Febbraio - Italian Fighting Championship - la notte degli emergenti - Teatro Principe - Milano
10 Marzo - Italian Fighting Championship 2 - la notte degli imbattuti - PalaSport Dolo (Venezia)
5 Maggio - Italian Fighting Championship 3 - la notte dei campioni - Teatro Principe - Milano
A questi primi eventi gia? fissati si aggiungeranno presto nuove date per completare il calendario annuale. Con questi solidi presupposti organizzativi Italian Fighting Championship ambisce a diventare velocemente la casa naturale dei migliori talenti italiani di arti marziali miste e dei piu? genuini appassionati di questo sport.

Commenti