Universiadi al San Paolo di Napoli, tutto pronto per la cerimonia d'apertura
© FOTO MOSCA
Altri Sport
0

Universiadi al San Paolo di Napoli, tutto pronto per la cerimonia d'apertura

Aprirà i Giochi il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Saranno presenti anche Andrea Bocelli, Malika Ayane e Anastasio

NAPOLI - Quaranta migranti a portare i cartelli col nome dei Paesi partecipanti, una grande U simbolo delle Universiadi ma anche del Golfo di Napoli. E poi la sirena Partenope. Sono alcuni degli ingredienti della cerimonia inaugurale delle Universiadi Napoli 2019, al via domani. "Sarà uno spettacolo con Napoli e le Universiadi al centro. Unite dalla U, che è la lettera dei giochi universitari ma che nel nostro concept raffigura anche il Golfo di Napoli che abbraccia gli atleti". Così Marco Balich racconta la cerimonia di inaugurazione delle Universiadi che andrà in scena in un San Paolo rinnovato domani sera dalle 21, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del premier Giuseppe Conte.

Universiadi, quante stelle alla cerimonia d'apertura

Una festa di luci e colori, come nella migliore tradizione di Balich, autore delle cerimonie inaugurali di diverse edizioni delle Olimpiadi e che già fece capolino a Napoli peer l'America's Cup 2013, allestendo uno show al Plebiscito "che si fece sotto il diluvio ma ci lasciò delle emozioni incredibili", ricorda. Tanta musica napoletana, soprattutto della scena contemporanea, dal dub alla trap, ma anche tante stelle come Malika Ayane e Andrea Bocelli, oltre ad Anastasio, vincitore di X Factor e pronto a reinterpretare i Pink Floyd in versione rap. Impressionanti i numeri: 800 performers a cui si aggiungono 550 volontari. Centrale sarà la figura della sirena Partenope, mascotte delle Universiadi ma anche una ballerina in carne ed ossa che volerà nel cielo di Napoli. E centrali saranno anche le squadre di atleti pronti a sfilare al via del sindaco Luigi de Magistris che darà loro il benvenuto di Napoli prima dei discorsi ufficiali del governatore De Luca e del presidente Fisu Matytsin e della dichiarazione di apertura dei Giochi da parte del presidente Mattarella. A portare i cartelli con i nomi dei Paesi nella sfilata anche 40 migranti che si stanno inserendo a Napoli grazie alla cooperativa Less: "Per ricordarci che siamo tutti migranti e parte dello stesso mondo", ricorda Balich.

Tutte le notizie di Altri Sport

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...