Sport Integra, un grande evento di sport nella Giornata Internazionale delle persone con disabilità

Grande successo per l'evento andato in scena al Tre Fontane
Sport Integra, un grande evento di sport nella Giornata Internazionale delle persone con disabilità
4 min

In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità l’evento Sport Integra ha visto la partecipazione di centinaia di atleti con abilità speciali che si sono dati appuntamento al Centro di Preparazione Olimpica del CIP in Via delle Tre Fontane. Hanno preso parte alla festa dello sport integrato ed inclusivo 21 associazioni sportive che hanno svolto diverse attività: calcio, tennis, basket, nuoto artistico, atletica leggera, rugby, basket, hockey, baseball e palla a mano.

Una domenica di festa per far conoscere alla città le opportunità di poter far svolgere attività sportive anche a persone con disabilità. La pratica dello sport integrato e inclusivo, infatti, può aiutare anche le famiglie a capire meglio le capacità e le passioni dei loro figli, favorire la comunicazione e creare un ambiente di supporto.

Questa la mission di “Sportintegra” che vuole ribadire l’importanza dell’inclusione di persone con disabilità in tutte le attività sportive. Una mission che mira a superare tutte le barriere, promuovendo l’accessibilità, le pari opportunità e la partecipazione attiva di tutti, indipendentemente dalla loro abilità o abilità speciali. Lo sport integrato offre un’occasione unica per favorire l’interazione sociale, l’autostima, la salute e il benessere di tutti i partecipanti.

Le parole di Federico Rocca

Tante le istituzioni che hanno partecipato all’iniziativa dal Ministro per lo sport e i giovani Andrea Abodi che è anche sceso in campo per giocare a palla a mano, all’Assessore alle Politiche Sociali di Roma Capitale Barbara Funari, al Presidente di Sport e Salute Marco Mezzaroma e all’Assessore al Sociale della Regione Lazio Massimiliano Maselli. “Per l’intera mattinata nel centro sportivo si è respirata un’area di gioia e di festa ma ciò che ci porteremo via da questo evento oltre al valore sportivo e sociale sono i sorrisi degli atleti e delle loro famiglie – dichiara Federico Rocca consigliere di Roma Capitale e ideatore dell’evento -. E’ la prima volta che si riuniscono tutte insieme così tante realtà sportive che praticano discipline con persone con disabilità ed era giusto aprire una finestra su questo mondo sia dare merito al loro grande lavoro sia per far conoscere il grande patrimonio che abbiamo e che possiamo mettere a disposizione di tutti. Le istituzioni hanno il dovere di fare la propria parte abbattendo ogni tipo di barriera da quelle mentali e culturali a quelle fisiche, investendo innanzittutto sull’impiantistica sportiva e dobbiamo pensare anche a delle forme di aiuto per le associazioni affinché ci sia sempre più personale preparato e formato per poter operare in questo settore. Abbiamo voluto lanciare un messaggio e la prima di tante altri edizioni – conclude Rocca – ma le cose più importanti saranno quelle che faremo negli altri 364 giorni per sostenere sempre di più lo sport integrato e inclusivo, affinché lo sport sia di tutti e per tutti".

Le associazioni partecipanti all’iniziativa sono: Roma All Blinds ASD, Fispes, Unica Lega calcio a8, Blu Aliké, S.S. Lazio hockey, Primavera rugby, Baskin Lazio, Progetto Filippide, I3 ass. culturale, La lepre e la tartaruga, Unione capitolina rugby, ASD Roma amputati, A.S.D.D. Roma 2000, AS Roma Academy, Uisp calcio a7 a9, Associazione Miti dello Sport, Accademia Nazionale di Cultura Sportiva, OPES ITALIA, SkyMano Italia, ACSI, Federazione Italiana Giuoco Handball. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti