Circolo Antico Tiro a Volo, che successo per il Galà dello Sport

E’ stato consegnato un premio alla carriera alla schermitrice Elisa Di Francisca, al ginnasta Igor Cassina e al lanciatore Oney Tapia
Circolo Antico Tiro a Volo, che successo per il Galà dello Sport
5 min

ROMA - Il Circolo Antico Tiro a Volo ha ospitato il Galà dello Sport. In occasione della 14ª edizione dell’ATV Tennis Open il prestigioso club ha organizzato la tradizionale serata dedicata ad istituzioni, celebrità, campioni di varie discipline e giocatrici impegnate nel torneo. Durante l’evento, presentato sul palco dal campione olimpico di Sydney 2000 Massimiliano Rosolino, è stato consegnato un premio alla carriera alla schermitrice Elisa Di Francisca (2 ori olimpici nel fioretto a Londra 2012 e argento a Rio de Janeiro 2016), al ginnasta Igor Cassina (oro olimpico ad Atene 2004) e al lanciatore Oney Tapia (3 medaglia ai Giochi paralimpici). Tra i tanti ospiti, più di 500, che hanno partecipato al galà anche Giancarlo Abete, presidente della Lega Nazionale Dilettanti; l'attrice Nancy Brilli, il direttore degli Internazionali BNL d’Italia Paolo Lorenzi e il numero 48 del mondo Flavio Cobolli, reduce dall'avventura a Wimbledon. Ha fatto gli onori di casa Giorgio Averni, presidente del Circolo Antico Tiro a Volo. “Questa è la settimana più importante per il circolo, contraddistinta dal torneo internazionale di tennis: la punta di diamante delle nostre manifestazioni sportive”, ha detto il numero uno del circolo, che ha poi ringraziato le tantissime figure coinvolte nell’organizzazione della rassegna tennistica, tra queste il consigliere allo sport e membro del comitato organizzatore, Giuseppe Centro.

Circolo Antico Tiro a Volo, i premi ai campioni 

"La scherma mi ha salvato e mi ha dato una strada. Non solo vincere, ma anche soffrire, faticare e sacrificarsi. I risultati poi possono anche non arrivare, ma si impara anche dalla sconfitta ed è questo importante. Da mamma sottolineo l'importanza formativa dello sport per i ragazzi", le parole di Elisa Di Francisca. La schermitrice di Jesi, vincitrice di 2 ori Olimpici, 7 ori Mondiali e 13 ori Europei, arricchisce l’elenco dei campioni olimpici onorati dal club, ai quali si aggiungono anche Igor Cassina e Oney Tapia. “Ricevere un premio è sempre bello, specialmente quest’anno che l’Italia vivrà un momento importante all’Olimpiade di Parigi. Di questo ringrazio il Circolo Antico Tiro a Volo - le parole del ginnasta Igor Cassina -. Dal mio oro sono passati 20 anni, ma ricordo bene quelle emozioni, le stesse che vivranno i nostri atleti tra poche settimane. Siamo trepidanti e speriamo che la ginnastica italiana possa portare a casa risultati preziosi”.

Per il sociale  

In qualità di charity partner della 14ª edizione dell'ATV Tennis Open, Smile House Fondazione ETS è presente con un proprio spazio all'interno del Circolo Antico Tiro a Volo per tutta la durata della prestigiosa competizione. L'obiettivo è quello di illustrare il Progetto Smile House, un modello virtuoso di collaborazione tra una Fondazione del Terzo Settore ed il Servizio Sanitario Nazionale, avviato sin dal 2008. Come sottolinea il Presidente della Smile House Fondazione ETS, dott. Stefano Zapponini: "Attraverso la realizzazione di Centri di eccellenza Smile House (hub e spoke), ci poniamo l'obiettivo di fornire prestazioni specialistiche multidisciplinari di elevata qualità inerenti alle malformazioni cranio-maxillo-facciali, nel pieno rispetto delle tempistiche necessarie ai pazienti affetti dalle patologie e, al contempo, forniamo servizi distribuiti su tutto il territorio nazionale in modo da contrastare, ed in parte risolvere, il fenomeno della migrazione sanitaria tra le varie regioni. Il Modello Smile House rappresenta un esempio di collaborazione efficace tra pubblico e privato. Quindi siamo particolarmente lieti di poter raccontare il nostro progetto in un'occasione come l'ATV Tennis Open, creando così un ulteriore connubio, quello tra sport professionistico ed impegno sociale". La presenza di Smile House Fondazione ETS all'ATV Tennis Open rappresenta un'importante opportunità per sensibilizzare il pubblico su un tema di grande importanza come quello delle malformazioni cranio-maxillo-facciali e per far conoscere un progetto che sta contribuendo a migliorare la qualità della vita di tanti pazienti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA