Corriere dello Sport

Atletica

Vedi Tutte
Atletica

L'atletica si fa bella: valori, vita sana e tv

© GMT/FIDAL

La Fidal ha presentato le sue molteplici iniziative per fotografare il suo mondo, capirlo e avvicinarsi alle esigenze delle persone che corrono. L'accordo con Rai Com

 Leandro De Sanctis

lunedì 16 febbraio 2015 00:21

ROMA - L’atletica si riunisce per presentare la stagione 2015 ma anche e soprattutto per far sapere al pubblico quanto è ricca di novità la sua stagione e quanti progetti siano stati avviati per lo sviluppo di una Federazione al passo con i tempi. Con l’obiettivo avvicinarsi sempre più al suo sconfinato esercito di appassionati e praticanti.
    Il presidente Alfio Giomi ha illustrato il programma, sottolineando l’importanza di un 2015 che è l’anticamera dell’anno olimpico. Accanto a lui la marciatrice Eleonora Giorgi e il triplista azzurro Fabrizio Donato, che programmando un anno alla volta, si ritrova di nuovo proiettato nell’ottica dell’Olimpiade.
    «La nostra atletica è di tutti e per tutti - ha detto Giomi - si declina in tante attività ed è rivolta ad ogni tipo di pubblico, dalla promozione ai meno giovani che sono una risorsa, dal benessere ai massimi livelli agonistici. Ma soprattutto, siamo un movimento che ha l’ambizione di lasciare un segno nel sociale e nel territorio, promuovendo valori e stili di vita sani». A proposito di grandi nomi, il Pantheon dell’atletica 2014 è stato conferito a Eugeno Montale, Roger Bannister, Ottavio Missoni, Margherita Hack, Renato Funiciello.
Una novità che piacerà a chi ama l’atletica da una vita è il protocollo d’intesa firmato ieri mattina con Rai Com, che permetterà di aprire il ricchissimo archivio Rai per la creazione di una web tv e di prodotti home video, come ha illustrato l’ad Luigi De Siervo: «La Rai è vicina da sempre allo sport italiano ma riteniamo si possa fare di più: vogliamo aiutare a sviluppare tutta la parte media». E poi le iniziative in atto, come le Run Card, e future, come la Run Fest, che animerà a Roma la settimana del Golden Gala Pietro Mennea (4 giugno). Annunciato anche il progetto Casa Italiana, luogo promozionale dell’eccellenza italiana che vivrà nel corso dei mondiali pechinesi di agosto.
    Il nuovo piano strategico della Fidal è stato illustrato da Roberto Ghiretti: «La Federatletica vuole riposizionarsi, creando le giuste condizioni per far nascere nuove sinergie con nuovi interlocutori. Fra gli obiettivi ci sono la crescita del movimento, dei servizi offerti e la valorizzazione delle eccellenze. Con particolare attenzione al mondo del benessere e delle nuove tecnologie».
    La ricerca di mercato Repucom ha aiutato a capire, come ha spiegato il segretario Fabio Pagliara, la percezione che si ha in Italia dell’atletica, insieme col ciclismo tra le attività più praticate: «Oltre al 10,4% della popolazione che fa attività agonistica, c’è anche un 34,6% che corre senza ambizioni competitive, interpretando l’atletica come eccellente strumento dello star bene».
    Presentato anche il Bilancio Sociale, un progetto curato dalla professoressa Cristiana Buscarini: approfondimento delle attività federali e del loro impatto sui 188.608 tesserati del 2013, attraverso un’offerta di servizi riguardante anche assistenza sanitaria, assicurativa, logistica, tecnica.

LA STAGIONE 2015  Il Golden Gala del 4 giugno all’Olimpico di Roma e i Mondiali di Pechino (22-30 agosto) saranno i momenti clou della stagione che si apre con gli Assoluti Indoor del 21 e 22 febbraio nel nuovo impianto di Padova. Europei Indoor (Praga, 6-8 marzo),  Campionati Italiani di cross (Fiuggi, 14-15 marzo). Coppa Europa 10000 metri su pista (Chia, 6 giugno), Europei a squadre (Cheboksary, Russia, 20-21 giugno), Campionati Italiani Assoluti (Torino, 24-26 luglio), Campionati di Società-Finale Oro (Marcon, 26-27 settembre) Europei di cross (Toulon-Hyères, Francia, 13 dicembre).

Per Approfondire