Corriere dello Sport

Atletica

Vedi Tutte
Atletica

Roma-Ostia, kenioti favoriti, speranza El Mazoury

Presentati gli Elite Runners. Africani attesi protagonisti, l’Italia spera in Amhed El Mazoury. Al via della 5 chilometri ci sarà Annalisa Minetti

 

sabato 28 febbraio 2015 20:21

ROMA - In una Casa RomaOstia brulicante di maratoneti in festa, sono stati presentati oggi pomeriggio gli Elite Runners che domani saranno protagonisti della 41ª edizione della RomaOstia.
Accompagnati dal manager Gianni Demadonna sono saliti sul palco il gruppo degli atleti favoriti. Su tutti i due keniani Robert Chemosin (1989) e Simon Cheprot (1990)  che per il terzo anno consecutivo tornano alla RomaOstia e che furono rispettivamente secondo e terzo nel 2013 e quinto e quarto nel 2014. A contendere loro il successo l’altro keniano John Kiprotich (1989) e l’ ugandese Geoffrey Kusuro.
Per l’Italia riflettori puntati su  Ahmed El Mazoury, Domenico Ricatti e Danilo Goffi, alfiere degli over 40.
El Mazoury, che sta preparando la Maratona di Milano del prossimo aprile.
«Sono qua dopo un periodo non fortunato dal punto di vista fisico -ha detto Hamed- ma ora sto bene e punto al personale (1h 03’37”). Vorrei essere inoltre il primo fra i... bianchi».
Danilo Goffi sottolinea la voglia di essere protagonista e di rappresentare simbolicamente tutti gli atleti Master. «In bocca al lupo a tutti i partecipanti. Vorrei essere il leader di una categoria che in questa manifestazione partecipa sempre in un numero rilevante».
In ambito femminile la lotta per la vittoria fra la favorita Sharon Cherop che dovrà vedersela con altre due keniane di grande esperienza: Sylvia Kibet e Peninah Arusei.
Per l’Italia l’atleta dell’Esercito Fatna Maroui, accompagnata dal Presidente della Fidal Lazio, Colonnello Fabio Martelli. «Sono qua per preparare una Maratona -ha dichiarato Fatna- la RomaOstia è un passaggio importante per la mia stagione agonistica, darò il massimo per fare un gran tempo».
 
APPLAUSI ALLA MINETTI - Una carica speciale per i maratoneti è arrivata da Annalisa Minetti. La cantante e mezzofondista non vedente al suo arrivo sul palco ha strappato applausi a non finire da parte dell’affollata platea. «Lo sport -ha dichiarato con enfasi Annalisa- è metafora della vita. Fatica, sacrificio, impegno sono le armi che ognuno di noi ha per dimostrare a se stessi e agli altri che tutto è possibile».
La Minetti, accompagnata dalla sua guida Stefano Ciallella, sarà al via della gara di cinque chilometri non competitiva Euroma2Run. Dopo il via che sarà “sparato” alle 09:40 l’onda degli oltre 2300 runners al via si sposterà lungo i primi cinque chilometri del percorso della RomaOstia per poi dirigersi dentro il Centro Commerciale Euroma2 dove ad attendere tutti ci sarà un grande ristoro, tanta animazione e una splendida medaglia di partecipazione.
 
LA PARTENZA - Alle ore 9:15 di domani il via alla quarantunesima edizione della RomaOstia. Sarà un momento emozionante e assolutamente coinvolgente: al rumore delle migliaia di scarpette che pesteranno l’asfalto della Cristoforo Colombo si unirà il battito di quasi 16.000 cuori che pulseranno pronti a liberare tutta la loro passione e la loro energia sui ventuno chilometri e novantasette metri più amati dell’atletica italiana e sui cinque chilometri della Euroma2Run.
 Il Comitato Organizzatore, presieduto dal patron ed ideatore della manifestazione Luciano Duchi, sta ultimando in queste ore gli ultimissimi preparativi prima della gara per garantire la perfetta riuscita dell’evento e la massima resa tecnica della manifestazione. Il Comune di Roma ha confermato che via Cristoforo Colombo sarà chiusa alle ore 8 per consentire, garantendo la massima sicurezza alle persone, l’allestimento dei ristori, il posizionamento delle vele chilometriche e lo sgombero totale della carreggiata interessata dalla manifestazione.
 Sarà una mattinata generalmente soleggiata con la possibile presenza di diversi transiti di nubi senza pioggia in movimento da nord est verso sud a causa di una moderata tramontana. La temperatura sarà gradevole e compresa tra i 6 e i 15 gradi. 
Grazie alle Forze Armate, alle Forze di Polizia ed all’Accademica Militare di Modena – dietro la RomaOstia c’è una grande macchina organizzativa che basa la sua operatività sul supporto impagabile delle Forze Armate e delle Forze di Polizia. Le prime disponibili ad offrire un supporto costante a tutte le varie articolazioni dell’evento, le seconde pronte ed operative per garantire la sicurezza e l’incolumità degli atleti in gara.
Un ringraziamento, prima ancora del via, va sicuramente al corpo della Polizia Locale di Roma Capitale, che lavorerà al meglio per la gestione della viabilità cittadina, ed ai 350 Cadetti dell’Accademia Militare di Modena, che supporteranno tutti i podisti nell’ingresso nelle varie griglie di partenza per poi unirsi alla corsa e correre da Roma al mare di Ostia.
 
IN TV – il palinsesto della RAI ha confermato la trasmissione della differita della gara alle ore 15:20 di domenica primo marzo. La differita potrà essere seguita su RAI Sport 1, sul sito internet RAI e dall’APP RaiTV su smartphone e tablet. Sono poi previste altre due repliche che andranno in onda su RAI Sport 2: la prima alle 00:30 di lunedì due marzo e la seconda alle ore 23 sempre di lunedì 2 marzo.  Invece in diretta su Ostia TV  gli arrivi e le premiazioni. Ostia Tv trasmetterà (a partire dalle 9) in diretta streaming direttamente dalla Rotonda di Ostia sul sito internet www.ostiatv.it.
 
PETTORALI OBBLIGATORI – Tutti i podisti in gara devono indossare il pettorale ufficiale dell’edizione 2015 della RomaOstia. Non sarà consentito a nessuno correre senza pettorale o con pettorali falsificati.  Il Comitato Organizzatore si impegnerà, con l’utilizzo di video e foto riprese, a perseguire tutti quei runners che scorrettamente si improvviseranno atleti senza essere iscritti alla gara, mettendo così a rischio l’incolumità propria ed altrui unitamente alla qualità ed efficienza dei servizi offerti dalla RomaOstia. Si invitano tutti gli atleti in gara a segnalare tutte le scorrettezze riscontrate sia in partenza che lungo il percorso.

Per Approfondire