Corriere dello Sport

Atletica

Vedi Tutte
Atletica

Show a Doha: Gatlin 9"74, Pichardo oltre il "muro"

© EPA

L'americano si migliora sui 100 a 33 anni! Il cubano è il quarto uomo oltre i 18 metri nel triplo. Male la Grenot

 

venerdì 15 maggio 2015 20:55

Grandi risultati nella prima tappa della Diamond League inaugurata stasera ai 41 gradi di Doha. All'esordio stagionale sui 100, lo statunitense Justin Gatlin migliora addirittura il personale correndo in 9”74, quinta prestazione mondiale di sempre. L'ex campione iridato del 2005 e oro olimpico ad Atene 2004, prima di essere fermato per doping per quattro anni (2006-2010), riparte da dove aveva chiuso la passata stagione. Quando alla finale della Diamond League di Bruxelles aveva stampato un 9”77, confermandosi leader mondiale dell'anno su 100 e 200. Il 9"74 di oggi è inferiore anche al 9”77 che nove anni fa, sulla stessa pista di Doha, fu per qualche settimana record del mondo (condiviso con Asafa Powell), prima di essere depennato per la positività di Gatlin agli steroidi.
In attesa del grande scontro ai Mondiali di Pechino del prossimo agosto, lo statunitense si avvicina al record di Bolt, quel 9”58 vecchio ormai di sei anni. E con questo risultato porta a 36 i tempi ottenuti sotto i 10”, solo cinque meno del giamaicano. Ma sono in totale 47 le prestazioni (sub 10”), considerando anche quelle poi cancellata per doping.

"E' stata una notte magica, ho corso e vinto come tante altre volte qui a Doha, ma stavolta sono stato ancora più veloce: sono pronto per sfidare chiunque", ha dichiarato la freccia statunitense, che il 4 giugno sarà al Golden Gala di Roma, dove tenterà di cancellare il record della pista detenuto dal rivale Bolt. L'ultimo a correre i 100 più veloce di Gatlin fu, tre anni fa, Yohan Blake (9”69 a Losanna). Nella sua scia è sceso sotto i 10” anche il connazionale Rodgers (9”96).

STORICO PICHARDO - Risultato addirittura storico nel triplo con l'astro nascente, il cubano Pedro Paolo Pichardo, atterrato a 18,06 (+0.8). Era dal 1996 che nessuno otteneva questa misura. Ora è il quarto uomo nel club dei 18 metri, dove spicca il record del britannico Edward (18,29, vecchio di vent'anni). Oltre i 18 oggi anche Taylor (Usa), con 18,04 ottenuto al quarto e ultimo salto, sempre con vento regolare. In due oltre il muro, mai successo prima.

Fisico normale (187 cm per 70 kg), ma caviglie di ferro, il cubano venerdì scorso aveva già stupito saltando 17,94 sulla pedana di casa. Con Pichardo l'antico record di Edwards sembra avere le ore contate. Forse lo vedremo in azione al Golden Gala. "Se caleranno le sue pretese", ha detto il direttore tecnico del meeting romano, Gigi D'Onofrio.

Risultato da finale mondiale anche quello sui 200 di Allyson Felix: 21”98 (+1.6) a 10 centesimi dal tempo che a Londra 2012 le regalò l'oro olimpico. Impressionanti anche i progressi sui 100 ostacoli della new entry statunitense, Jasmin Stowers che, dopo essere scesa una settimana fa a Kingston a 12”39, si è migliorata con 12”35, umiliando la reginetta Pearson. Deludente invece Libania Grenot nei 400 (ottava in 52"50).
In totale siglate 11 migliori prestazioni dell'anno.

COSI' A DOHA – UOMINI – 100 (+0.9) 1. Gatlin (Usa) 9.74, 2. Rodgers (Usa) 9.96, 3. Bledman (Tri) 10.01, 4. Collins (Skn) 10.03, 5. Ogunode (Qat) 10.04, 6. Carter (Jam) 10.07, 7. Batson (Usa) 10.10, 8. Dasaolu (Gbr) 10.14.
800: 1. Souleiman (Gib) 1:43.78, 2. Cheruiyot (Ken) 1:44.53, 3. Kipketer (Ken) 1:44.59.
3000: 1. Gebrhiwet (Eti) 7:38.08, 2. Farah (Gbr) 7:38.22.
400 hs: 1. Jackson (Usa) 48.08, 2. Culson (Pur) 48.96, 3. Barr (Irl) 48.99.
Triplo: 1. Pichardo (Cub) 18.06 (+0.8), 2. Taylor (Usa) 18.04 (+0.8), 3. Tamgho (Fra) 17.24, 4. Copello (Cub) 17.18, 5. Evora (Por) 17.12.
Asta: 1. Filippidis (Gre) 5.75, 2. Paech (Ger) 5.60.
Peso:1. Storl (Ger) 21.51, 2. Hoffa (Usa) 21.30.
Giavellotto:
1. Pitkamaki (Fin) 88.62, 2. Ruuskanen (Fin) 86.61.

DONNE – 200 (+1.6) 1. Felix (Usa) 21.98, 2. Ahoure (Civ) 22.29, 3. Strachan (Bah) 22.69.
400: 1. McCorory (Usa) 50.21, 2. Richards (Usa) 50.79, 3. McPherson (Jam) 50.93, 4. Williams-Mills (Jam) 51.28... 8. GRENOT 52.50.
1500: 1. Seyaum (Eti) 4:00.96, 2. Hassan (Ola) 4:01.40, 7. Aregawi (Sve) 4:04.42.
100 hs (+0.9) 1. Stowers (Usa) 12.35, 2. Nelvis (Usa) 12.54, 3. Porter (Gbr) 12.65, 4. Pearson (Aus) 12.69.
3000 siepi: 1. Nyambura (Ken) 9:21.51, 2. Ayalew (Eti) 9:21.54.
Alto: 1. Palsyte (Lit) 1.94, 2. Gordoyeva (Rus) 1.94, 3. Pooley (Gbr) 1.91.
Lungo: 1. Bartoletta (Usa) 6.99 (+0.6), 2. Proctor (Gbr) 6.95 (+0.7) n.r., 3. Nettey (Can) 6.93 (+0.5), 4. Ugen (Gbr) 6.92 (+0.3).
Disco: 1. Perkovic (Cro) 68.10.

Per Approfondire