Atletica, Tortu vola a Rieti: 9.97 ventoso nei 100 metri
© Bartoletti
Atletica
0

Atletica, Tortu vola a Rieti: 9.97 ventoso nei 100 metri

Senza il vento sarebbe stato il nuovo record italiano. Il velocista azzurro continua a stupire: «Una delle giornate più belle della mia vita»

RIETI - Senza una bava di vento di troppo sarebbe stato il record italiano dei 100 metri. Filippo Tortu (Fiamme Gialle) ha corso a Rieti in 9.97, spinto da una brezza di +2.4, di poco superiore al consentito. L’esordio del ventenne recordman nazionale è comunque da urlo: è il cento metri più veloce mai corso in ogni condizione di vento da uno sprinter italiano. Tortu, che nel 2018 era stato il primo a infrangere la barriera dei dieci secondi (9.99), lancia la stagione individuale con una performance strepitosa, preceduta da un altro tempo ventoso in batteria 10.08 (+2.2), ottanta minuti prima di sfrecciare a 9.97 in finale. Secondo posto in 10.00 per il canadese Aaron Brown, terza piazza in 10.11 per il francese Amaury Golitin.

«FANTASTICO» - «È qualcosa di fantastico, non potevo chiedere esordio migliore - le parole di Tortu - Una delle giornate più belle della mia vita, in una cornice stupenda, ed è questo quello che amo dell’atletica, del mio sport. C’è stato il vento purtroppo, ma qui correvo contro uno dei velocisti più forti al mondo, dopo i primi 50 metri ho pensato solo a correre rilassato e il tempo è arrivato. Voglio far diventare l’atletica più grande possibile e questa gara la dedico a mio fratello Giacomo, che mi ha aiutato molto negli allenamenti e in tutto il resto».

Tutte le notizie di Atletica

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti