Corriere dello Sport

Elia Viviani oro agli Europei nella prova in linea individuale
© EPA
Ciclismo
0

Elia Viviani oro agli Europei nella prova in linea individuale

Il ciclista del team Deceuninck-Quick Step ha chiuso in sprint davanti al belga Yves Lampaert e al tedesco Pascal Ackermann. Dedica speciale a Bjorg Lambrecht, giovane collega scomparso nel Giro di Polonia

ALKMAAR (OLANDA) - Elia Viviani conquista l'oro nella prova in linea individuale agli Europei di Alkmaar. La medaglia più prestigiosa rimane dunque in Italia, con il ciclista veneto che succede nell'albo d'oro continentale a Matteo Trentin. Una vittoria di testa, di gambe e di tattica, quella di Viviani, che in sprint ha avuto la meglio sul belga Yves Lampaert, argento, e tedesco Pascal Ackermann. Momento straordinario per lui e la fidanzata, Elena Cecchini, argento nella prova femminile. Il pensiero del ciclista italiano, dopo aver tagliato il traguardo, è subito andato al giovane collega Bjorg Lambrecht, scomparso lunedì, a soli 22 anni, dopo un incidente nel corso del Giro di Polonia e a cui Viviani ha voluto dedicare la vittoria. Grande soddisfazione nelle parole del ciclista azzurro: "Credo che oggi abbiate conosciuto un Elia nuovo, un Viviani che non ha paura di fare una gara dura e che corre anche qualche rischio. Quando ci sono le gambe, però, è giusto farlo. Stamattina non avevamo di certo pianificato la corsa per come poi è venuta, ma con Trentin ci siamo parlati e sapevamo di poter fare una gara dura. È stata bella l'azione ai 65 chilometri dalla fine - continua Viviani - poi siamo andati via con un bel terzetto e a quel punto sono cominciati i giochi tattici".

Tour, la volata imperiale di Viviani

Tutte le notizie di Ciclismo

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...