Giro d'Italia, Ciccone dall'Inferno al Paradiso: è trionfo a Cogne

Splendida prestazione dell'azzurro, che dopo la sofferenza sul Blockhaus, si impone in solitaria, sciogliendosi tra le lacrime al traguardo. Carapaz resta in maglia rosa
Giro d'Italia, Ciccone dall'Inferno al Paradiso: è trionfo a Cogne© ANSA
2 min
TagsCicconeGiroCarapaz

COGNE - Splendida impresa di Giulio Ciccone, che trionfa nella quindicesima tappa del Giro d'Italia 2022, la Rivarolo Canavese-Cogne, di 178 chilometri. L'azzurro della Trek-Segafredo attacca a circa 20km dall'arrivo e stacca il colombiano Santiago Buitrago Sanchez, poi secondo al traguardo, e il britannico Hugh Carthy, poi risucchiato dal gruppo. A completare il podio lo spagnolo Antonio Pedrero. Maglia Rosa che resta sulle spalle di Carapaz.

Ciccone in lacrime al traguardo

E' un trionfo in solitaria per Ciccone, di quelli da ricordare. L'abruzzese nel finale si concede ai festeggiamenti, incitando i tifosi, poi si lascia andare alle lacrime di gioia e di liberazione dopo le sofferenze e la delusione sul Blockhaus. E' la sua terza vittoria nella Corsa Rosa, ottenuta a distanza di tre anni dall'ultimo successo.

"Ho fatto solo quello che so fare"

Dopo le lacrime all'arrivo e la premiazione, Giulio Ciccone ritrova la lucidità per raccontare l'impresa odierna: "Oggi è stata una di quelle giornate in cui mi sentivo me stesso. Ho avuto tanti problemi in questo periodo, E' stata dura soprattutto mentalmente. Però dentro di me sapevo come stavano le cose: ho fatto semplicemente quello che so fare".

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti