Corriere dello Sport

Gran Fondo

Vedi Tutte
Gran Fondo

Roma, “invasione” delle bici: in 5.000 per la Gran Fondo Campagnolo

Roma, “invasione” delle bici: in 5.000 per la Gran Fondo Campagnolo

Presentata in Campidoglio la quinta edizione di una delle gare su strada più suggestive del mondo. Domenica 9 ottobre il via dai Fori Imperiali, poi passerella a Piazza di Spagna e quattro salite verso i Castelli. A Caracalla, in programma un week-end di “festa a due ruote”. Con un occhio alla… solidarietà

 

Sullo stesso argomento

di Federico Porrozzi

martedì 4 ottobre 2016 19:14

In bici nella storia per fare la storia. Questo potrebbe essere il “claim” giusto per la Gran Fondo Campagnolo Roma, che domenica 9 ottobre arriverà alla sua quinta edizione. Il settore bici, negli ultimi anni, sta vivendo una seconda giovinezza: fenomeno in grande crescita grazie ad una maggiore attenzione allo stile di vita “sano” e sportivo, alle esigenze di una mobilità difficile (le due ruote arrivano ovunque) e al senso di libertà che solo la bici può darti. I dati di vendita dei mezzi da corsa e delle mountain bike non lasciano spazio ai dubbi e il rapporto è presto fatto: più bici in circolazione significano anche più persone (soprattutto ragazzi) che si avvicinano all’agonismo. E la Gran Fondo capitolina ne è la dimostrazione. Fa parte dell’associazione mondiale di eventi ciclistici insieme alle manifestazioni di Città del Capo, New York e Londra e quest’anno farà segnare il record di iscritti, con oltre 5.000 presenze assicurate.

PALCOSCENICO INVIDIABILE - “Abbiamo già superato quota 5.000 iscritti - ha spiegato oggi in occasione della conferenza stampa organizzata in Campidoglio (alla presenza del Vice-Sindaco e Assessore allo Sport, Daniele Frongia, dal presidente della Gran Fondo, Gianluca Santilli - desidero ringraziare tutti i Comuni coinvolti, la Polizia Stradale, i Vigili e gli oltre 1000 volontari che ci consentiranno di pedalare pensando solo a divertirci.” Il segreto di questo successo, infatti, è anche un’organizzazione di livello “mondiale”, un grande supporto delle Istituzioni e, aspetto non trascurabile, il palcoscenico dei 120 km in programma: non c’è nulla di più suggestivo di partire dai Fori Imperiali (appuntamento per domenica mattina alle ore 7:15), con il Colosseo sullo sfondo, passare in alcuni tra i posti più belli di Roma (tra gli altri, Lungotevere, Piazza del Popolo e Piazza di Spagna) e lanciarsi poi verso il lago di Albano e i Castelli Romani, affrontando via Appia, quattro cronoscalate e la lunga discesa verso Roma, prima di alzare le braccia al cielo sotto lo striscione che segna l’arrivo posto a Caracalla. Perché, in questi casi, l’importante è soprattutto partecipare. E provare a finire la gara.

CINQUE PERCORSI: IL PIU’ DURO E’ DI 120 KM - Cinque saranno i percorsi disponibili: quello per gli agonisti è la “Granfondo Campagnolo Roma”, una vera gara per ciclisti allenati di oltre 120 km e 2.025 m di dislivello, con 4 salite cronometrate al lago di Albano, Rocca di Papa, Montecompatri (pendenza massima del 18%, da “professionisti”) e Rocca Priora (quest’ultima intitolata Trofeo Corriere dello Sport). Ma c’è anche la ciclopedalata non agonistica “In bici ai Castelli”: 60 km (da Roma a Albano e ritorno) di passeggiata aperta a tutti anche ai non tesserati e a chi vuole affrontarla con bici a pedalata assistita. E poi c’è “L’Imperiale – The Appian Way”, una bellissima suggestione per tutti gli appassionati di ciclismo eroico. La pedalata è riservata alle biciclette ante 1987 e ai ciclisti con abbigliamento d’epoca e si svolge sullo stesso percorso di “In bici ai Castelli”, quindi da Roma ad Albano e ritorno, ma con conclusione di fascino assoluto: la via Appia Antica. La “Mini Fondo”, invece, è pensata per i bambini nello splendido scenario delle Terme di Caracalla. Puro divertimento in bicicletta per i più piccini, accompagnati dai volontari che si prestano ad assistere alle loro evoluzioni ludiche. E quest’anno c’è anche una new entry, la pedalata “Roma adotta Amatrice”. un meraviglioso giro per famiglie, bambini e turisti per le vie del centro, per ammirare le bellezze romane come mai si sono viste. Chi parteciperà alla pedalata Roma adotta Amatrice, mostrando copia di una donazione di 5 euro (o di più) sul conto corrente intestato a Roma Capitale con IBAN IT 94 F 02008 05117 000104430239 con causale 'Pedalo per Amatrice', riceverà un braccialetto in omaggio. Le iscrizioni della Granfondo Campagnolo Roma, si chiudono il 4 ottobre a mezzanotte ma rimarranno aperte sino a sabato 8 ottobre alle ore 20.00 quelle di In Bici ai Castelli e dell’Imperiale- Appian Way.

VILLAGGIO IN FESTA A CARACALLA - L’evento, però, non sarà solo bici e strada. Da venerdì 7 a domenica 9, lo stadio delle Terme di Caracalla ospiterà il Villaggio: è l’ormai classico punto di ritrovo e incontro, di spettacolo e di festa dove sarà possibile girare per gli stand degli sponsor, seguire le interviste sul palco ai protagonisti e ai campioni del settore, mangiare nell’area dedicata allo street food e provare gli ultimi modelli di bici. Anche i più piccoli avranno il loro spazio “Kids”. Non mancherà la musica, con vari dj set e, sabato sera alle 21, il concerto degli Zero Assoluto e di Coez, organizzato dal Centro Nazionale Trapianti, presente all’evento insieme all’Associazione Italiana contro le Leucemie. 

CORRE ANCHE IL CORRIERE DELLO SPORT - Alla Gran Fondo Campagnolo Roma parteciperà anche il nostro giornale, con una squadra formata da nove ciclisti (divisi tra agonisti e amatori) pronti ad affrontare due dei percorsi in programma (quello da 120 e quello da 60 km) sia con bici da strada che in sella a mountain bike. Vi racconteremo in questi giorni sul sito, attraverso articoli, foto e video, il loro percorso di avvicinamento al via della gran fondo e la loro esperienza di gara.  

Articoli correlati

Commenti