Pratoni 2022, cerimonia d’inaugurazione a Rocca di Papa

I Fei World Championships 2022 si svolgeranno ai Pratoni del Vivaro dal 14 al 25 settembre. Le parole di Richard Waygood e Marco Di Paola
Pratoni 2022, cerimonia d’inaugurazione a Rocca di Papa
3 min

Si è da poco conclusa, in Piazza della Repubblica a Rocca di Papa, la cerimonia d’inaugurazione dei Fei World Championships 2022 che si svolgeranno ai Pratoni del Vivaro dal 14 al 25 settembre. Presenti anche i rappresentanti delle nazioni partecipanti. Tra questi, Richard Waygood, chief d'equipe della nazionale britannica che si avvicina a questi mondiali di Pratoni del Vivaro con uno stato d'animo particolare, vista la recente scomparsa della regione Elisabetta. Dopo l’addio a Balmoral, il feretro di Sua Maestà e stato esposto a Edimburgo prima di raggiungere Londra, stringendo i sudditi britannici in un lungo momento di commozione. La fine di un’era che ha toccato i cuori del popolo oltremanica. Una sensazione che ha valicato i confini ed è arrivata anche a Rocca di Papa: «Ovviamente noi tutti adoravamo la Regina – racconta Richard Waygood - È stata la più straordinaria sovrana della Gran Bretagna e del Commonwealth. Abbiamo il privilegio di rappresentare la Gran Bretagna e cercheremo di competere al meglio indossando il lutto al braccio, per testimoniare il nostro grande rispetto nei confronti della Regina». Lo chef d’equipe britannico conclude poi: «Sappiamo che Sua Maestra avrebbe molto amato essere qui, vista la sua enorme passione per l’equitazione – le sue parole - Rientreremo lunedì in patria per il funerale di Stato». Un omaggio dovuto e un addio sentito anche da parte dei cavalieri di Sua Maestà.

Marco Di Paola (presidente Fise): «Un punto di partenza per le Olimpiadi»

«In questa situazione vengo assalito da emozioni incredibili». Il presidente della Fise, Marco Di Paola, è intervenuto così alla cerimonia d’inaugurazione dei Fei World Championships 2022 che si svolgeranno ai Pratoni del Vivaro dal 14 al 25 settembre: «Questa è una storia incredibile che è nata forse da alcune persone folli. Mi ricordo quando sono stato avvicinato dal sindaco Emanuele Crestini (tragicamente scomparso, ndr), siamo subito andati d’accordo a pelle e mi ha invitato in questo incredibile comune e promettendomi qualcosa di eccezionale per riprendersi questo impianto di Rocca di Papa e presentare la candidatura ai mondiali in un luogo in cui sono andate in scena le Olimpiadi». «Ho dei ricordi incredibili di quelle giornate - ha proseguito il presidente della Fise -  Oggi possiamo dire che abbiamo vinto, oggi è stato un successo. Oggi ce l’abbiamo fatta grazie a Emanuele Crestini, grazie a Veronica Cimino e a tutto il suo staff. Potete immaginare cosa volesse dire durante la pandemia riuscire ogni volta a superare un ostacolo. Voglio ringraziare le istituzioni che ci sono state vicine, il governo, la regione Lazio con una persona che ci ha assistito per risolvere i problemi che si incontrano nell’organizzazione di un evento del genere, grazie alla città. Tutto questo per riuscire a portare qui questo evento. Questo impianto sportivo per noi è un centro d’eccellenza e si vuole sempre di più creare una connessione tra il centro e la città e poter svolgere un evento internazionale di questo livello vuol dire tantissimo. Oggi - conclude Di Paola - non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza di due discipline che mettono in palio i pass olimpici per Parigi 2024»


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti