L'Italia vince l'International Cup di Ladispoli. In campo anche Hernanes, Aldair, Pizarro, Tonetto, Perrotta

Grande festa in spiaggia all'insegna del Footvolley
L'Italia vince l'International Cup di Ladispoli. In campo anche Hernanes, Aldair, Pizarro, Tonetto, Perrotta
2 min

É l’Italia ad aggiudicarsi l’International Cup di Ladispoli. Alain Faccini e Federico Iacopucci hanno trionfato davanti a Inghilterra e Spagna, mostrando tutto lo straordinario repertorio del footvolley. A riempire il sabato sportivo ha contribuito una lunga serie di esibizioni che hanno visto come protagonisti alcuni grandi personaggi della vecchia serie A. Max Tonetto, David Pizarro, Simone Perrotta e i due brasiliani Aldair e Hernanes che hanno dato vita a una sorta di riproduzione, su sabbia, del tradizionale derby Roma-Lazio. “Abbiamo vinto una gara a testa - sottolinea divertito l’ex giallorosso - ma ci siamo davvero divertiti tantissimo”. Entusiasta anche l’altro brasiliano, sceso appositamente da Torino per l’occasione. “Ogni volta che mi riavvicino a Roma - ha specificato il Profeta - riscopro l’amore enorme dei tifosi. A Ladispoli ho trovato un angolo di Brasile: sole, sabbia, footvolley e tantissimi campioni con cui condivido un passato da calciatore. É stato davvero bellissimo”.

A dare spettacolo ci hanno pensato anche Tonetto, Pizarro e Perrotta, che poi hanno assistito insieme alla gara dell’Italia di Spalletti: “Sulla sabbia ci ritroviamo sempre con grande piacere - ha detto Tonetto - e qui a Ladispoli è stato ancora più divertente. Footvolley o FooTable cambia poco, le sfide sono sempre entusiasmanti. In più siamo riusciti a coinvolgere davvero tantissime persone, soprattutto bambini e ragazzi, è stata davvero una bella festa per tutti”. Peccato che in serata Spalletti abbia rattristato l’animo dei “suoi” 3 ragazzi. “Per me - spiega Perrotta - la squadra ha fatto poco però la sensazione è che avessero poca forza nelle gambe e che non siano arrivati a questa competizione al massimo delle loro possibilità. Non è il momento di cercare le responsabilità, ma di lavorare per il futuro perché è una squadra che ha qualità”. Non troppo diverso il pensiero di Pizarro: “Conoscendo il mister credo che sia molto molto deluso. Non mi aspettavo che l’Italia non giocasse da Italia. Siamo abituati a vedere gli azzurri lottare con la grinta che oggi non c’è stata”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA