Open Championship, Lowry in testa. Molinari troppo indietro
© AP
Golf
0

Open Championship, Lowry in testa. Molinari troppo indietro

L'irlandese ipoteca il successo nel quarto major dell'anno, in corso a Portrush. Il campione italiano, 54°, non può difendere il titolo 2018

PORTRUSH (Irlanda del Nord) – Francesco Molinari è ormai tagliato fuori dalla contesa per la vittoria dell’Open Championship di golf, quarto major del 2019. Il fuoriclasse piemontese, detentore del titolo nel torneo britannico, ha chiuso il terzo giro al 54° posto con 215 (+2), sul campo di Portrush, in Irlanda del Nord.

Open Championship, Lowry in testa

La lotta per alzare al cielo la mitica brocca d'argento sembra essersi ristretta a cinque giocatori, con Shane Lowry grande favorito. Prova super oggi per l'irlandese, protagonista di un parziale bogey free chiuso in 63 (-8), su un totale di 197 (-16), che gli ha permesso di mettere una seria ipoteca sulla Claret Jug. Il trentaduenne di Mullingar, alla vigilia dell’ultimo giro di domani, ha quattro colpi di vantaggio su Tommy Fleetwood, secondo con 201 (-12). Entrambi a caccia del primo Major in carriera, l'irlandese e il britannico dovranno guardarsi le spalle da John B. Holmes (terzo con 203, -10) ma, soprattutto, da Brooks Koepka (leader mondiale) e Justin Rose (campione olimpico di Rio de Janeiro 2016), entrambi quarti con 204 (-9).

Molinari: "Speravo in un finale migliore"

In classifica c’è anche l’altro italiano Nino Bertasio, 68° con 218 colpi (+5). “Ovviamente speravo in un epilogo migliore – le parole di Molinari dopo il terzo giro - mi sarebbe piaciuto difendere più strenuamente il titolo, ma non ci sono riuscito. Pensare che il mio nome sarà per sempre scritto nella storia di questo torneo mi rasserena. Il mio è un pensiero agrodolce".

Tutte le notizie di Golf

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

Altri Sport

Tutte le notizie di Altri Sport